Velez ha strappato il posto di qualificazione per la prima volta dal 2011 in una vittoria sugli Astros

Houston – I Phillies stanno andando da qualche parte dove non sono stati dai giorni luminosi e soleggiati di Jimmy, Chase, Ryan, Cole, Chuckle e Big Chuck.

Dopo 10 lunghe stagioni senza playoff, 10 stagioni che includevano una demolizione completa, una ricostruzione, la fine di una lunga serie di tutto esaurito, diverse spese massicce di free agent, sei direttori, tre direttori generali, un cambio di leadership a livello di proprietà, una dedizione all’analisi, e l’aggiunta di un capo delle operazioni Baseball, e troppe sconfitte, i Phillies sono finalmente tornati nel post-stagione.

Hanno strappato un posto nella National League con una vittoria per 3-0 sugli Houston Astros nel cuore del Texas lunedì sera.

Aaron Nola ha impostato il gioco della sua vita. Kyle Schwarber ha colpito il primo tiro della partita oltre il muro al centro sinistro. Ha colpito un altro Homer, il suo numero 46, in cima all’ottavo, schiena contro schiena con il debuttante Bryson Stott.

Jose Alvarado è stato fantastico mentre usciva dal campo di gioco e, quando ha finito, i giocatori di Feles si stavano sciamando a vicenda sul campo.

Il baseball in ottobre, regolare dal 2007 al 2011 e dispari da allora, è tornato al tendone sportivo di Filadelfia e ha posto fine alla sua più lunga siccità post-stagione nella NL. I Phillies giocheranno la loro prima partita dopo la stagione dal 7 ottobre 2011, la notte in cui Roy Halladay ha lasciato tutto sul mucchio e Ryan Howard si è fatto saltare il tendine d’Achille in una straziante sconfitta per 1-0 contro i St. Louis Cardinals, venerdì. St. Louis potenziale avversario. Così sono i Mets. Sarà una delle prime tre serie, che si giocheranno tutte in trasferta perché la Philis sarà la testa di serie più bassa. Dopo 10 anni di cupa oscurità, non avevano intenzione di lamentarsi del posto.

READ  I Chicago Bulls escludono Zach Lavigne e Alex Caruso in Gara 5

Con il loro numero magico ridotto a uno, i Phillies avevano bisogno di una vittoria sugli Astros o di una sconfitta contro Milwaukee per entrare nella postseason.

Sul tabellone dei punteggi fuori città, i Brewers e i Diamondbacks sono andati avanti e indietro nel loro cammino verso ulteriori inning. I Brewers hanno finito per vincere.

Ma non importa.

I Feliz si occupavano dei propri affari.

Entrarono dalla porta principale, con il membro più longevo della squadra, il nuovo arrivato e il leader appassionato che mostrava la strada.

Nola ha fatto il suo debutto a Feliz nel 2015. È entrato nella partita di lunedì sera con 202 partenze in carriera ed è il secondo tiratore più attivo a non apparire in una partita di post-stagione. Nel suo 203esimo debutto in carriera, ha fatto il baseball perfetto per 6 2/3 inning, ritirando 20 giocatori di fila, prima di rinunciare a un paio di singoli e lasciare il gioco su 88 campi. Ha camminato senza niente e ha segnato un nove.

Schwarber è arrivato ai Phillies a marzo con un contratto quadriennale del valore di 79 milioni di dollari e finora è valso ogni centesimo. In pochi mesi con la squadra, è diventato il suo leader emotivo. È diventato anche il suo capitano di casa e il leader della lega per quella materia. Ha guidato la rinascita di giugno della squadra con 12 ostacoli casalinghi e 27 RBI. Quando Velez era alla disperata ricerca di una vittoria sabato sera a Washington, ha salutato Schwarber due volte. Quando stavano per fare un playoff nella loro 160esima partita della stagione lunedì sera, è tornato due volte.

READ  I Vikings scappano da Londra con una vittoria per 28-25 da field goal per la doppietta dei Saints

Il contributo di Alvarado negli ultimi mesi è stato enorme ed è stato ancora una volta in campo decisivo. Il manager Rob Thompson gli ha chiesto di proteggere il suo vantaggio di 1-0 con due uomini in base al settimo posto e ha colpito Kyle Tucker con un colpo di 101 mph. È rimasto in fondo all’ottavo posto e ha guadagnato altre tre squadre. In quell’inning, era in vantaggio per 3-0 grazie ai compagni di squadra back-to-back di Stott e Schwarber contro Jose Orchidi nella parte superiore dell’inning. Zach Evelyn, un altro Philly di lunga data che non si vedeva nella post-stagione, ha avuto gli ultimi tre e primi salvataggi della sua carriera.

Nella più grande vittoria della stagione, Thompson ha tirato fuori Nola al momento giusto e ha portato l’uomo giusto dal gioco. A modo suo, Thompson era una frizione come Nola, Schwarber, Stutt e Alvarado, sia lunedì sera che nel quadro generale.

I Phillies erano sette partite sotto 0,500 quando Thompson ha preso il comando di Joe Girardi all’inizio di giugno. La squadra ha rapidamente cambiato le cose e si è giocata nei playoff. Le cose sono diventate un po’ complicate nelle ultime settimane, ma ora va tutto bene. I Phillies hanno 65-44 anni sotto Thompson, che indossa ancora l’etichetta temporanea, e 87-73 in generale.

Andranno in postseason per la prima volta in un decennio.

attraverso la porta d’ingresso.

Iscriviti al Phillies Talk: Podcast di Apple | app google | spotify | Cucitrice | Articolo 19 | Guarda su YouTube

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews