Twitter e Instagram bloccano Kanye West per i post antisemiti

NEW YORK (Associated Press) – Kanye West una volta suggerì che la schiavitù fosse una scelta. Il vaccino contro il COVID-19 è stato chiamato “il marchio della bestia”. All’inizio di questo mese, è stato criticato per aver indossato una maglietta “White Lives Matter”. Per la sua collezione alla Paris Fashion Week.

Ora il rapper noto legalmente come Ye è ancora una volta coinvolto in polemiche: è stato bandito da Twitter e Instagram per post antisemiti che i social network hanno affermato domenica hanno violato le loro politiche. In un post su Twitter, Yi ha detto che presto sarebbe andato “Morte 3 al popolo ebraico”, secondo i record di Internet Archive, in un apparente riferimento alla scala dello stato di preparazione della difesa degli Stati Uniti nota come DEFCON.

“Hai giocato con me e hai cercato di sbarazzarti di chiunque fosse contrario alla tua agenda”, ha detto nello stesso tweet pubblicato alla fine di sabato, che Twitter ha eliminato.

Il commento ha suscitato un forte rimprovero da parte della Lega anti-diffamazione, che ha definito il tweet un “periodo molto inquietante, pericoloso e antisemita”.

“Non ci sono scuse per la sua propagazione dei classici slogan suprematisti bianchi e antisemiti sul potere ebraico, in particolare con la sua piattaforma”, si legge in una dichiarazione.

I rappresentanti di Yi non hanno risposto alle richieste di commento.

Yi ha alienato anche fan accaniti negli ultimi anni, poiché ha a lungo preso in giro e manipolato album che non hanno avuto il successo di critica o commerciale delle sue precedenti registrazioni. Le persone a lui vicine, come l’ex moglie Kim Kardashian e la sua famiglia, hanno smesso di difenderlo pubblicamente dopo l’aspro divorzio della coppia e i post inquietanti sulla sua recente relazione con il comico Pete Davidson.

READ  Muore a 90 anni Robert Morse, protagonista di Mad Men e Broadway

Ma la chiusura dei social media sta creando una settimana turbolenta per Ye, anche per i suoi standard. Il 3 ottobre, ha indossato una maglietta “White Lives Matter” mentre debuttava con la sua linea di moda a Parigi, suscitando aspre critiche. Secondo il Southern Poverty Law Center, che tiene traccia dei gruppi di odio, il White Lives Matter è un gruppo neonazista.

Il rapper Sean “Diddy” Combs ha scritto Video Instagram Dicendo di non sostenere la maglia, ha esortato le persone a non comprarla. Su Instagram, Yi ha pubblicato uno screenshot di una conversazione di testo con Didi e ha notato che era controllato da ebrei, secondo i media.

Adidas ha detto giovedì che metterà un dispositivo In corso di revisione l’affare redditizio di scarpe da ginnastica con Yi. E sabato, Instagram ha chiuso i post del rapper per violazione dei contenuti. Il suo account Twitter è stato chiuso domenica, appena un giorno dopo essere tornato sulla piattaforma dopo una pausa di quasi due anni, ed è stato accolto da Elon Musk.

“Bentornato su Twitter, amico mio”, ha scritto Musk, che la scorsa settimana ha rinnovato la sua offerta da 44 miliardi di dollari per acquistare Twitter dopo una battaglia legale durata mesi con l’azienda. Il miliardario e CEO di Tesla ha affermato che trasformerà Twitter in un paradiso per la libertà di parola e allenterà le restrizioni, anche se è impossibile sapere esattamente come gestirebbe la rete di influencer se prendesse il controllo.

Le politiche sui social media di Twitter e Instagram vietano la pubblicazione di un linguaggio offensivo.

READ  Risultati, riepilogo e punteggi di WWE Raw: Seth Rollins affronta Cody Rhodes con un brutale attacco

L’account Twitter di Ye è ancora attivo ma non può pubblicare fino al termine della chiusura. Le meta sanzioni, di proprietà di Facebook e Instagram, possono includere restrizioni temporanee alla pubblicazione, ai commenti o all’invio di messaggi diretti. Queste gag possono durare 12 ore o giorni, a seconda della gravità della violazione o di quante altre volte l’account ha violato le regole.

Sebbene siano un passo prima della sospensione completa dell’account, un numero sufficiente di queste restrizioni può alla fine portare una persona a essere espulsa dalle piattaforme di social media, temporaneamente o, in rari casi, permanentemente.

A partire da lunedì pomeriggio, nessuno dei due account ha pubblicato nulla, indicando che Ye è ancora limitato. Né Twitter né Meta hanno detto per quanto tempo limiteranno gli account di Ye, o quanto potrebbero essere vicini alla sospensione o addirittura alla chiusura definitiva.

Yi ha guadagnato meno reputazione per la sua musica e più per polemiche dal 2016, quando è stato ricoverato in ospedale a Los Angeles a causa di ciò che la sua squadra ha descritto come stress e stanchezza. Successivamente è stato rivelato che gli era stato diagnosticato un disturbo bipolare.

Quell’anno, terminò uno spettacolo a Sacramento, in California, dopo solo quattro canzoni ma non prima di un sermone di 10 minuti su Beyoncé, Jay-Z, Hillary Clinton, Mark Zuckerberg, radio e MTV. Presto l’Occidente decise di cancellare l’intero tour.

Da allora, ha fatto notizia regolarmente: candidandosi alla presidenza, continuando la sua faida in corso con Taylor Swift, provocando un putiferio quando ha suggerito che la schiavitù fosse una scelta e difendendo pubblicamente rispettivamente l’aggressione sessuale di R. e le accuse anti-gay.

READ  Henry Cavill è stato sostituito da Liam Hemsworth in The Witcher dopo la notizia di Superman

A parte la partecipazione di Yi, le restrizioni sui social media come questa erano piuttosto di routine sulle piattaforme. Twitter è intervenuto su quasi 4,3 milioni di account tra luglio e dicembre 2021, i dati più recenti disponibili dal suo rapporto semestrale sulla trasparenza. Nello stesso periodo sono stati sospesi circa 1,3 milioni di account.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews