‘Solo ingresso. Nessuna uscita: ‘Pechino vede più chiusure del governo mentre la rabbia sale a Shanghai

  • Pechino chiude più palestre, centri commerciali e teatri per controllare l’eruzione
  • Sono decine i nuovi casi di Covid nella capitale
  • Incontro Cina-Politburo per aumentare il sostegno politico all’economia

PECHINO / SHANGHAI, 29 aprile (Reuters) – La capitale cinese Pechino ha chiuso venerdì più attività e complessi residenziali poiché le autorità hanno intensificato le restrizioni ai contatti per controllare l’eruzione del COVID-19, mentre è aumentata l’insoddisfazione per un blocco di un mese a Shanghai.

Secondo un testimone Reuters e residenti, le persone al centro finanziario hanno protestato contro il blocco e la difficoltà nel trovare accordi per bussare a pentole e padelle la sera.

Un video condiviso sui social media, che non ha potuto verificarne immediatamente l’autenticità, mostra una donna che avverte le persone di non farlo a voce alta, dicendo che tali gesti sono incoraggiati da “estranei”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il governo di Shanghai non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

A Pechino, le autorità sono impegnate in una corsa contro il tempo per rilevare i casi del governo e isolare coloro che li circondano.

Il cartello all’esterno del complesso di appartamenti dice “Solo ingresso. Nessuna uscita”.

Il residente polacco Jonah Sklarska, 51 anni, è stato mandato in stretto contatto con un hotel isolato, ma si è rifiutato di condividere una stanza con una camera da letto con il suo vicino.

È stata rimandata a casa, dove gli agenti hanno installato un allarme alla porta d’ingresso. Poi è stata invitata di nuovo in hotel e ora ha una stanza tutta sua.

“Non capisco niente qui”, ha detto al telefono il consulente di lingua inglese.

READ  5 allarmi incendio in un condominio di New York City 31 persone con ferite in pericolo di vita

In una regolare conferenza stampa venerdì, i funzionari sanitari cinesi non hanno risposto alla domanda se Pechino sarebbe stata rinchiusa o in quali circostanze avrebbero potuto innescare tali azioni.

Le rigide restrizioni in Cina sono diventate più realistiche in molte parti del mondo, dove le persone hanno scelto di convivere con il virus.

I frequenti segni di frustrazione tra i cittadini metteranno in imbarazzo il Partito Comunista Cinese al potere, soprattutto perché è ampiamente previsto che il presidente Xi Jinping assumerà un terzo incarico di leadership questo autunno.

Nomura stima che 46 città siano attualmente completamente o parzialmente chiuse, colpendo 343 milioni di persone. La Society General stima che l’80% della produzione economica cinese si trovi in ​​province soggette a significative restrizioni di movimento.

I funzionari hanno affermato venerdì che ci sono dozzine di nuovi casi di COVID a Pechino, che è lontano dal numero di Shanghai.

Nel distretto di Chaong di Pechino, il primo a essere sottoposto a test di massa questa settimana, venerdì ha iniziato tre cicli di screening tra i suoi 3,5 milioni di residenti. Un terzo round di prova è previsto per sabato nella maggior parte degli altri distretti.

Molti appartamenti sono stati chiusi, impedendo ai residenti di andarsene, e alcuni centri termali, sale KTV, palestre, cinema e biblioteche e almeno due centri commerciali sono stati chiusi venerdì.

Le persone che hanno recentemente visitato luoghi in aree dichiarate “pericolose” dalle autorità hanno ricevuto messaggi di testo che dicevano loro di rimanere fino a quando non avessero ottenuto i risultati dei test.

“Salve cittadini! Di recente siete andati al negozio di tagliatelle di manzo e pollo fritto nella comunità di Guangxi Li”, si legge in un testo. “Si prega di presentarsi immediatamente alla propria sede o hotel, rimanere sintonizzati e attendere l’annuncio del test dell’acido nucleico”.

READ  Il giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Thomas è stato ricoverato in ospedale per un'infezione

“Se si violano i requisiti di cui sopra e si provoca la diffusione dell’infezione, è necessario assumersi la responsabilità legale”.

La festa del lavoro dal 30 aprile al 4 maggio è una delle stagioni turistiche più trafficate della Cina e l’industria dei viaggi sta subendo perdite. leggi di più

Le aziende che riaprono le fabbriche a Shanghai stanno prenotando camere d’albergo in cui i lavoratori possano soggiornare e trasformando officine vuote in strutture di isolamento in loco poiché le autorità insistono per riprendere il lavoro secondo le restrizioni del governo. leggi di più

Molti stranieri vogliono lasciare la città più cosmopolita della Cina. leggi di più

Il principale organo decisionale del Partito Comunista ha dichiarato venerdì che la Cina aumenterà il sostegno politico all’economia in risposta al governo e ad altri grattacapi, aumentando le azioni. (.CSI 300), (.SSEC) Da un recente minimo di due anni. leggi di più

I dettagli erano scarsi, ma i mercati hanno reagito allontanando il messaggio da un unico focus sul governo, affermano gli analisti.

Shivei Zhang, presidente di Pinpoint Asset Management, che prevede una contrazione dell’economia cinese nel secondo trimestre, ha dichiarato: “L’obiettivo ora è bilanciare esplosioni e crescita economica.

“Questo suggerisce che il governo potrebbe modificare la politica di ‘tolleranza zero’ per consentire una certa flessibilità”.

Funzionari cinesi affermano che è imperativo combattere il governo per salvare vite umane.

“La guerra contro l’epidemia di COVID è una guerra, una contro la guerra, una guerra popolare”, ha affermato Liang Vannian, presidente del comitato di risposta al COVID presso il National Health Council.

A Shanghai, le autorità affermano che più persone recentemente sono state gradualmente autorizzate a lasciare le loro case. Più di 12 milioni di persone, quasi la metà della popolazione, sono ora in quella categoria. leggi di più

READ  Annunci diretti: la Russia occupa l'Ucraina

Tuttavia, molti non sono in grado di lasciare i propri locali, mentre quelli con alcuni posti dove andare come negozi e altri luoghi sono chiusi. A uno dei 52.000 poliziotti mobilitati per il lockdown viene spesso detto di tornare a casa.

Molti residenti si sono lamentati con la polizia di non essere flessibili, il che a volte non tiene conto delle emergenze sanitarie o di altre circostanze personali.

“Alcuni poliziotti privati ​​sono… emotivi o meccanici”, ha detto ai giornalisti Xu King, capo dell’Ufficio municipale di pubblica sicurezza, riconoscendo i “difetti”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Martin Quinn Pollard, Eduardo Baptista, David Stanway, Brenda Coe, Tony Monroe, Roxanne Liu, Albie Zhang, Wang Yifan e l’Ufficio di Pechino e Shanghai; Scritto da Marius Zaharia; Montaggio Lincoln Feast e Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews