Scott Morrison: L’Australia indaga sull’ex “presa di potere” ministeriale dell’ex leader

Nuovo Primo Ministro del Partito Laburista Antonio Albanese Ha annunciato l’indagine mentre ha compiuto il raro passo di rilasciare il consiglio del procuratore generale del governo sulla questione.

“Il consiglio è una chiara critica e critica agli effetti che stanno avendo sul nostro sistema democratico”, ha detto Albanese, descrivendo gli eventi come “estremamente straordinari e senza precedenti”.

Albanese, che ha sconfitto Morrison alle elezioni federali di maggio, è stato spietato con il suo predecessore, che si è nominato a cinque posizioni di governo di alto livello, inclusa la salute; finanza; Tesoro e Affari Interni; Industria, scienza e risorse – tra il 2020 e il 2021, per lo più all’insaputa dei ministri che hanno ricoperto ogni ruolo.

Il procuratore generale ha ritenuto che la nomina segreta dei ministri di gabinetto da parte di Morrison fosse “corretta” ma “contraria ai costumi e alle pratiche” del governo responsabile.

I sindacati segreti sono stati rivelati la scorsa settimana in estratti da un libro pubblicato sul mandato di Morrison in carica, sulla base delle interviste che l’ex leader ha rilasciato agli autori.

Morrison ha difeso le sue azioni in un lungo post su Facebook la scorsa settimana e martedì ha ribadito la sua affermazione di ritenere che sarebbe stato “prudente” incaricarsi delle autorità se il ministro responsabile fosse inabile durante la pandemia.

“Posso solo dire che ho preso le decisioni che ho preso come primo ministro in buona fede e in buona fede”, ha aggiunto.

Secondo quanto riferito, alcuni dei suoi ex colleghi erano arrabbiati per non essere stati informati di ciò che i media australiani hanno definito una “presa di potere”.

READ  La Cina annuncia che parteciperà ad esercitazioni militari congiunte con la Russia

L’ex segretario agli affari interni Karen Andrews, che ha detto di non sapere che Morrison si era assunto per il suo lavoro, lo ha esortato a lasciare la politica. “Ha bisogno di dimettersi e deve lasciare il Parlamento”, ha detto Andrews a Sky News la scorsa settimana.

Finora Morrison ha resistito alle richieste di dimettersi.

Indagine

Pochi dettagli sono noti sull’indagine e sulla sua portata, ma Albanese ha affermato che sarebbe guidata da una “persona di spicco con un background legale”. Ha detto che non sarebbe un’indagine politica, ma “chiaramente ci sono tutta una serie di domande che sono state sollevate”.

Alcune delle domande a cui il governo vuole rispondere includono “Perché è successo, come è successo? Chi sapeva che è successo? Quali sono le implicazioni per il nostro sistema parlamentare? Ci sono implicazioni legali dietro le decisioni che sono state prese? Come è possibile evitiamo che ciò accada? Ancora e ancora?” ha detto il primo ministro.

Morrison è noto per aver utilizzato l’energia in almeno un’occasione, per rifiutare una domanda di licenza per esplorare il gas al largo delle coste del New South Wales. La società in questione, BPH Energy, chiede il riesame giudiziario della decisione del governo di respingere la domanda.

Albanese ha affermato che la decisione di Morrison di assumere nuovi ruoli potrebbe aver avuto altre conseguenze, ancora sconosciute.

Albanese ha detto che l’ex primo ministro era “il ministro della salute e il ministro dell’industria in un momento in cui stiamo pensando di realizzare un vaccino mRNA in Australia”.

Ha detto che Morrison potrebbe aver influenzato le decisioni di finanziamento all’interno dei dipartimenti in cui ha operato.

READ  L'organismo antifrode dell'Ue accusa Marine Le Pen di appropriazione indebita | Francia

“So che non è certamente normale che il primo ministro sia nominato decisore finale per un’assegnazione di oltre 800 milioni di dollari a un fondo manifatturiero. Ora è anche questo secondo me, ed è un problema di responsabilità”, ha detto Albanese.

Morrison fa luce sulla controversia

La controversia ha preso vita sui social media, con gli utenti che hanno photoshoppato la faccia di Morrison su foto di persone che interpretano vari ruoli. Il tema generale era che Morrison era dappertutto, specialmente in posti che potresti non aspettarti affatto da lui.

Morrison sembrava appoggiarsi alla tendenza commentando le foto e poi creandone alcune sue, inclusa una che mostrava la sua faccia sovrapposta a una foto di una band comica.

È stato divertente unirsi a tutti i meme”, ha detto Morrison nel post di accompagnamento. “Ma c’è così tanto in questo momento che proprio non riesco a tenere il passo. Come australiani, possiamo sempre ridere di noi stessi”.

Tuttavia, Albanese ha chiarito di non essere soddisfatto del tentativo di Morrison di scrollarsi di dosso le critiche.

“Minare il sistema di governo parlamentare, l’intero sistema di Westminster e la nostra tradizione democratica di responsabilità non è cosa da ridere”, ha affermato la scorsa settimana.

E martedì Albanese ha detto che Morrison dovrebbe scusarsi con l’intero Paese.

“Scott Morrison deve al popolo australiano delle scuse per aver minato il nostro sistema di governo democratico parlamentare, che non può essere dato per scontato”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews