Russell Wilson ha fatto il tifo per Seattle quando i Denver Broncos hanno perso contro i Seahawks.

Wilson – ora quarterback dei Denver Broncos dopo essere stato ceduto dai Seahawks dopo un mandato di 10 anni di successo – è stato acclamato dalla folla quando ha preso a Lumen Field. graticola Per la prima volta nei suoi nuovi colori.

La serata non è andata bene per Wilson, dato che lui ei Broncos sono stati eliminati dai Seahawks, 17-16.

Tuttavia, Wilson ha detto che si aspettava un’accoglienza ostile al ritorno nella città che ha chiamato casa per un decennio.

“Non mi infastidisce, sai, è un ambiente ostile, lo è sempre stato. Non mi aspetto che applaudano ogni tanto”, ha detto Wilson. disse Con un sorriso dopo la partita.

Il 33enne ha aggiunto: “Per me Seattle è stata fantastica. Come ho detto, chiunque pensi ad altre parole non conosce il mio cuore e non sa quanto significhi questa città. Stasera è stato speciale, era dall’altra parte di quello a cui sono abituato, ma era comunque un ambiente speciale e un posto che ho sempre amato”.

Bordi lisci

Sarà sempre un ritorno memorabile a Seattle per Wilson.

I Seahawks hanno scelto il quarterback nel 2012 con una scelta al terzo round. Durante la sua permanenza nel Pacifico nord-occidentale, ha guidato la franchigia a otto post-stagioni, comprese due apparizioni al Super Bowl e una vittoria in campionato nel 2014.

Tuttavia, dopo che le relazioni tra Wilson e l’allenatore dei Seahawks Pete Carroll si sono inasprite negli ultimi anni, è stato ceduto ai Broncos in bassa stagione in uno scambio che ha suscitato shock durante il gioco.

Al suo arrivo a Denver, ha firmato una proroga di cinque anni con la squadra per un valore di $ 245 milioni e il suo debutto è arrivato nel suo ex terreno di calpestio a Seattle.

READ  Guerra Russia-Ucraina: aggiornamenti in tempo reale e notizie sulla Crimea

Tuttavia, è stato il suo sostituto a bordo campo di Seattle a rubare la scena.

Geno Smith, il backup dietro Wilson, ha fatto il suo primo inizio coerente dalla fine dell’era Wilson, finendo 23/28 per 195 yard con due touchdown.

Wilson lanciò per 340 yard su 29/42 passaggio e touchdown, ma la palla finì fuori dalle sue mani nonostante il suo investimento in acquisti.

Dopo un secondo tempo lento di entrambe le squadre, inclusi due fumble dalla linea di una yard per aprire il secondo tempo per Denver, Wilson ha guidato la sua squadra in campo negli ultimi due minuti.

A 20 secondi dalla fine, al quarto e cinque sulla linea delle 46 yard di Seattle, l’allenatore del primo anno di Denver Nathaniel Hackett ha dovuto prendere una decisione: lascia che il suo nuovo quarterback ricco di soldi provi a ottenere la yardage di cui aveva bisogno o prova un field goal molto più lunghi. ?

Alla fine, Hackett ha optato per l’opzione sicura di un tentativo di field goal da 64 yard negli ultimi secondi per strappare la vittoria dalle fauci della sconfitta.

Tuttavia, il tentativo di Brandon McManus è volato a sinistra, il che significa che il ritorno di Wilson a Seattle si è concluso con una delusione.

Wilson ha lasciato il campo dopo la sconfitta contro i Seahawks.

Ma dopo la partita, Wilson ha insistito nel sostenere la decisione di Hackett di andare a canestro invece di cercare di impedirgli di spostare l’attacco.

“Mi fido dell’allenatore Hackett”, Wilson disse. “Credo in quello che stiamo facendo. Credi in tutto, ogni volta che puoi provare a trovare un modo per fare un gioco sul quarto e quinto, è fantastico. E non l’ho fatto. Pessima decisione. Io pensare [McManus] può fare.”

La sconfitta significa che l’era di Geno Smith a Seattle inizia con il botto, con i Broncos già in svantaggio di otto palle nell’altamente competitivo AFC West.

READ  I rendimenti dei titoli salgono dopo che Reuters ha "promosso" i colloqui Russia-Ucraina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews