Risultato partita Celtics-Heat, fast food: Boston rimbalza, batte Miami in gara 4 per arrivare alle finali orientali

Le finali della Eastern Conference sono ora collegate dopo che i Boston Celtics hanno dominato i Miami Heat in Gara 4 ottenendo una vittoria per 102-82 lunedì sera. Non è mai stato così vicino, poiché la squadra di Boston ha sfruttato le difficoltà di tiro di Miami per prendere un solido vantaggio di 24 punti nell’intervallo e non ha mai guardato indietro da lì. Jason Tatum ha aperto la strada ai Celtics con 31 punti, otto rimbalzi e cinque assist, ma è stato un vero lavoro di squadra dato che quattro dei cinque debuttanti di Boston hanno segnato doppi gol.

Victor Oladipo ha sopportato l’onere del punteggio chiudendo la partita con 23 punti. Gli Heat hanno lottato tutta la notte per ottenere qualcosa per attaccarli, e di conseguenza ora torneranno a Miami poiché la serie è in parità in due partite ciascuna. Gara 5 si svolgerà mercoledì a Miami mentre entrambe le parti cercheranno di ottenere un vantaggio in una battaglia a due.

Ecco tre note della vittoria di Boston su Miami in Gara 4.

1. La notte dei contraccolpi di Tatum

Tatum ha concluso Gara 3 con soli 10 punti in 40 minuti di azione. Gli Heat lo hanno difeso incredibilmente bene in quella competizione, tirando solo il 21,4 percento dal campo e andando 1 su 7 su un’area da 3 punti. La sua scarsa prestazione di punteggio è stata una delle ragioni principali per cui i Celtics hanno perso quella partita, nonostante l’uscita di Jalen Brown con 40 punti. Quindi era chiaro che Tatum avrebbe cercato di iniziare presto in Gara 4 per evitare di ripetere le prestazioni del suo gioco precedente.

Avanti veloce fino a lunedì sera e Tatum ha superato il totale dei punti della partita precedente due minuti prima della fine del primo quarto. Non solo stava facendo tiri facili – qualcosa con cui ha lottato in Gara 3 – ma stava anche abbattendo alcuni sguardi incredibilmente duri anche se la difesa di Miami era avvolta in lui. In diverse occasioni, ha guidato fino al bordo e ha attorcigliato il suo corpo quel tanto che basta per evitare potenziali blocchi di Bam Adebayo e finire duro sulla sporgenza. Ha ancora lottato per far andare le cose dalla distanza, ma ha festeggiato ciò che il caldo gli ha dato dal limite e dalla gamma media. È esattamente il tipo di prestazione di cui i Celtics avevano bisogno da Tatum dopo una prestazione deludente in Gara 3, e il suo gioco aggressivo dall’inizio alla fine ha aiutato a riportare la sua squadra alla serie positiva anche prima che tornasse in trasferta.

READ  2022 NCAA Baseball Arch: risultati del campionato mondiale maschile di college, programma

2. Storicamente brutta notte d’attacco per il caldo

Miami ha iniziato Gara 4 mancando i primi 14 tiri di fila, scendendo di 17 punti nel processo. La tripla di Oladipo a 3:22 dalla fine del primo quarto ha posto fine a quella siccità, ma a quel punto Boston aveva già un vantaggio di 14 punti e la partita sembrava davvero finita da quel momento in poi. Miami ha messo solo un punto nei primi otto minuti di gioco Meno punti dalla squadra di qualificazione Negli ultimi 25 anni di campionato. A peggiorare le cose, il totale di 11 punti di Miami nel primo trimestre è stato il più basso nella storia della franchigia. Gli Heat hanno concluso la notte con solo il 33,3% del campo e il 38,9% dell’area da tre punti e, di conseguenza, questa partita si è conclusa con pochi minuti nel terzo quarto.

Si può dire che è stata una giornata difficile all’ufficio di The Heat. Le difficoltà di tiro hanno cementato l’importanza di Tyler Herro in questa squadra, che ha saltato Gara 4 per un infortunio alla coscia. La capacità di Herro di creare il proprio tiro, mentre crea opportunità da gol per i suoi compagni di squadra è parte integrante del successo di Miami e la sua assenza è stata assordante lunedì sera. Oladipo ha fatto del suo meglio per riempire quel vuoto dalla panchina guidando tutti i marcatori degli Heat con 23 punti, ma quando Pam Adebayo, Kyle Lowry e Butler si sono combinati per soli 18 punti, Miami non ha vinto molte partite. Quei 18 punti segnati dai giocatori degli Heat erano il minor numero di punti che una squadra di casa aveva segnato in una partita di playoff dalla stagione 1970-71. Nel frattempo, Tatum ha segnato più punti (31) di tutti e cinque i giocatori junior di Miami messi insieme (18).

READ  Borsa finale a invito di golf LIV, montepremi, pagamenti per l'intero campo a Londra

Sebbene gli Heat abbiano lottato molto duramente in Gara 4, va notato che Butler, Laurie, Gabe Vincent, Max Strauss e PJ Tucker sono apparsi tutti nel rapporto sull’infortunio così come Hiro che si è diretto a questa partita. Butler aveva a che fare con un’infiammazione al ginocchio e non ha giocato nella seconda metà di Gara 3 per questo motivo, quindi non è chiaro quanto ciò abbia influito sulla sua prestazione lunedì sera. Mentre ogni squadra rimasta ai playoff ha a che fare con una serie di infortuni, lunedì sera era chiaro che alcuni giocatori di Miami stavano sentendo gli effetti del programma non-stop. Dovremo vedere come risponderanno gli Heat in Gara 5 sul loro terreno di casa, perché se si presentano giocando come hanno fatto in Gara 4, dovrebbero aspettarsi di nuovo lo stesso risultato.

3. Avanti e indietro in questa serie

La storia di questa serie ruota attorno a qualsiasi squadra in grado di correre e mantenere una corsa. Nella prima partita, Miami ha superato Boston di 24 punti nel terzo quarto, che ha finito per diventare il fattore che ha fatto la differenza in quella gara. Nella seconda partita, i Celtics sono tornati a favore, battendo gli Heat di 25 punti nel secondo tempo e mantenendo il passo in quella vittoria. Miami ha risposto in Gara 3 con una prestazione di 39 punti nel primo quarto che li ha aiutati a entrare in quella che è finita per essere una partita molto combattuta.

Con l’esplosione di Boston 4, continua il tema della squadra vincitrice che fa progressi e con la serie che torna a Miami per Gara 5, dovremo vedere se questa tendenza continua. Non è così che mi aspettavo che questa serie di vittorie continuasse, visto quanto sono grandi entrambe le squadre in difesa. Quindi l’idea che una delle due squadre uscisse con questi enormi vantaggi che erano principalmente ciò che faceva la differenza nel gioco era davvero sorprendente. Nessuna delle due squadre sembra essere stata in grado di ottenere coerenza da una partita all’altra, quindi è probabile che questa tendenza continui per il resto della serie. Quindi, se sei The Heat, nonostante le scarse prestazioni in Game 4, dovresti sentirti bene con le tue possibilità di recupero data la natura ribollente della serie.

READ  Matt Olson ha scambiato con Braves

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews