Recensione di Ayn Odin: Nintendo Switch con Android

Ci sono stati diversi tentativi di creare console di gioco basate su Android, ma non erano davvero pianificate. Il Oiaad esempio, è stato un successo su Kickstarter e uno spot pubblicitario disastroso. flop. Incentrato sullo streaming da Nvidia scudoNel frattempo, si è evoluto in un ottimo streaming box, ma non ha fatto molto per rendere Android una piattaforma di gioco migliore. Si scopre che il sistema operativo di Google non è una panacea per costruire il tuo ecosistema.

Di recente, tuttavia, la natura aperta di Android e l’accesso alla produzione hanno consentito a innumerevoli piccole aziende cinesi di produrre la propria idea. Non devi avere grandi ambizioni per costruire un ecosistema di piattaforme se tutto ciò che vuoi fare è vendere a un piccolo gruppo di fan dei giochi vintage. Aziende come Retroid e Anbernic producono dispositivi mobili Android economici e a bassa potenza in una varietà di forme e dimensioni, di solito pensando all’emulazione.

$ 200 – $ 300 (a seconda della configurazione) Occhio di Odino È un nuovo dispositivo mobile Android basato su questo approccio. È stato realizzato da una piccola azienda di Shenzhen senza aspirazioni a creare una piattaforma di gioco completamente nuova e invece ti affida l’esecuzione da zero di qualsiasi gioco desideri sul dispositivo. Ma è abbastanza potente da poter giocare a più tipi di giochi rispetto a tutti i suoi concorrenti Android, mentre il suo design e il layout di controllo gli conferiscono maggiore flessibilità.

L’ispirazione progettuale di Odin è molto chiara: è fondamentalmente un file Nintendo Switch Lite Funziona su Android. Come qualcuno che ha usato Switch Lite per alcuni anni, in realtà penso che l’hardware Ayn sia migliore. Lo schermo LCD 1080p da 5,98 pollici è più grande e più nitido. I manici sono più comodi e hanno dei comodi bottoni posteriori personalizzabili. Il D-pad sembra essere identico a PlayStation Vita, il che è un’ottima cosa. I bastoncini sono meno prominenti dei tasti, ma sono comodi e facili da usare.

In generale, la qualità costruttiva è ottima per questo tipo di dispositivo. L’unità che stavo testando in stile Super Nintendo è disponibile in grigio e viola, che è un bell’aspetto. C’è una luce LED blu ai lati del dispositivo e sotto le levette analogiche, cosa che non mi dispiace ma sono contento di poterla spegnere. Nella parte superiore, c’è un lembo simile a quello che nasconde le schede di gioco Switch, tranne per il fatto che copre lo slot per schede microSD e la porta Micro HDMI. L’unica vera lamentela che ho su questo dispositivo è lo sciocco logo Odin sotto il D-pad.

Esistono diverse versioni di Odino. Ho testato l’Odin Pro da $ 287, che ha un processore Qualcomm Snapdragon 845, 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione. L’Odin Non-Pro da $ 239 ha lo stesso Snapdragon 845 ma metà della RAM e dello spazio di archiviazione. L’Odin Lite da $ 198 ha anche 64 GB di spazio di archiviazione e 4 GB di RAM, ma sostituisce lo Snapdragon con l’ultimo MediaTek Dimensity D900. Tutti i modelli possono essere ordinati tramite Indiegogo, sebbene Lite abbia appena iniziato a spedire ai sostenitori.

READ  Call of Duty ora ti consente di distruggere gli imbroglioni con la tua modalità dio automatica

Odin ha l’illuminazione a LED blu sotto i bastoncini e sui lati.

Lo Snapdragon 845 è ciò che le ammiraglie Android hanno utilizzato nel 2018, quindi ottieni prestazioni grezze da un Samsung Galaxy Note 9 o Google Pixel 3. La differenza è che Odin ha il raffreddamento attivo, quindi è in grado di far funzionare il processore alla massima velocità per periodi di tempo più lunghi, tuttavia, a differenza degli smartphone sottili, che non hanno ventole e devono ridurre le prestazioni per rimanere freschi. La ventola di Odin è quasi impercettibile in modalità normale, molto silenziosa in modalità prestazioni e alla pari con Nintendo Switch al massimo in modalità ad alte prestazioni. È molto meno chiaro rispetto ai laptop superficie del vapore e il Aya Nuovo Avanti.

Il chip presente nei telefoni Android di tre o quattro anni fa potrebbe non sembrare impressionante, ma è molto più potente di quello che si ottiene con la maggior parte degli altri dispositivi mobili Android, che spesso utilizzano SoC MediaTek o Rockchip a bassa potenza. Questi dispositivi sono destinati a riprodurre giochi da console 2D o, in larga misura, dai primi sistemi 3D come la PlayStation originale e Nintendo 64. Tuttavia, Odin è in grado di emulare console più avanzate come Dreamcast, PSP e GameCube. Tra il suo schermo 16:9 più grande e i controlli integrati, è un’esperienza più comoda e simile a una console rispetto all’utilizzo di un telefono Android più recente con un controller esterno, anche se sacrifichi un po’ di prestazioni.

Le emulazioni sono di natura incostante e i tuoi risultati varieranno a seconda di come modifichi le impostazioni e gli emulatori che scegli. Nel complesso, però, ho scoperto che Odin fa un ottimo lavoro con i tre sistemi sopra menzionati. In generale, puoi almeno aspettarti che i giochi GameCube funzionino alla risoluzione e al frame rate originali, a volte con singhiozzi occasionali. Non tutto ha funzionato: non sono riuscito a ottenere la versione per GameCube NBA Street V3.0 Per caricare una sequenza post-introduzione, ad esempio, però V2 (Che è comunque meglio) Funziona bene. D’altra parte, i giochi per PSP sono stati una scoperta, la maggior parte di essi può essere giocata con una risoluzione molto più elevata e con prestazioni migliori rispetto all’hardware originale.

Ci sono due pulsanti sul retro del manico.

Anche su PC più potenti, l’emulazione PS2 è più complessa a causa della CPU “Emotion Engine” di Sony con il proprio set di istruzioni dedicato. Odin può giocare ad alcuni giochi per PS2, ma non lo comprerei aspettandomi un’esperienza fluida e priva di bug con la maggior parte della libreria di sistema. Le versioni dei giochi per GameCube, ovunque si trovino, saranno quasi sempre un’opzione migliore se stai cercando di giocare a qualcosa di questa generazione di console.

Steam Deck è un confronto ovvio e, anche se non ne ho uno a portata di mano da testare fianco a fianco, è chiaro che funzionerà molto meglio in emulazione rispetto a Odino. ecco un video Spiega che puoi persino ottenere buoni risultati con i giochi di mazzi per PS3, il che può essere molto impegnativo. D’altra parte, Steam Deck è molto più grande e più costoso di Odin (per non parlare di difficile da acquistare), quindi potrebbe essere una simulazione eccessiva se sei principalmente interessato ai giochi più vecchi.

Odin è un dispositivo davvero eccezionale per lo streaming di giochi, purché ti trovi all’interno della portata del Wi-Fi. Ha tutti i controlli di cui hai bisogno e il suo ampio schermo 16:9 ha le dimensioni e la nitidezza perfette. Ho giocato a molti titoli Xbox Game Pass e ho scoperto che Odin è un’esperienza molto migliore di qualsiasi telefono, anche se aveva un controller collegato. Lo streaming di giochi non è ancora per tutti, ma se funziona con la tua connessione e il tuo stile di gioco, questo è un buon modo per espandere le capacità di Odin. (Una nota sfortunata: mentre l’app Sony PS4 e PS5 Remote Play funziona bene su Odin se associo un controller DualShock o DualSense, non sono riuscito a farlo funzionare con i controlli inclusi.)

Anche i giochi Android nativi funzionano bene e puoi scaricare qualsiasi cosa dal Google Play Store integrato. Lo Snapdragon 845 potrebbe non essere l’ultimo chip, ma non ci sono molti giochi Android che non possono ottenere prestazioni decenti su di esso. Effetto Jinshin È il solito stress test e ho ottenuto 30 fps con le impostazioni predefinite. I giochi abilitati al controller trattano automaticamente Odin come se avessi un pad collegato tramite Bluetooth e il livello software Ayn ti consente anche di assegnare facilmente i comandi touchscreen ai controlli fisici di Odin in giochi come Jinshin E Call of Duty Mobile.

L’unico gioco importante a cui non potevo giocare era È un gioco elettronico, che inizialmente mostrava un messaggio di errore che mi diceva di disabilitare la modalità sviluppatore che non avevo attivato, quindi mi ha espulso da qualsiasi partita in cui ho cercato di entrare a causa di “ritardo di Internet, IP o dispositivo, uso della VPN, cheat o acceso una piattaforma non affidabile”. Inutile dire che nessuno di questi problemi avrebbe dovuto essere applicato, tranne apparentemente per l’ultimo.

Nella parte superiore c’è il pulsante di accensione, l’interruttore del volume, lo scarico della ventola e una copertura che copre lo slot per schede microSD e la porta Micro HDMI.

Odin è fondamentalmente Android 10 di serie – il modello Lite ha Android 11 – con servizi Google integrati, oltre a un launcher opzionale. Ho trovato questo lanciatore utile per funzionalità a livello di sistema come la regolazione della velocità della ventola e delle luci a LED, ma richiede di aggiungere manualmente tutti i tuoi giochi per giocarci, cosa che non ho trovato valesse lo sforzo di usarlo solo su Android normale per base operazioni. Il sistema operativo di Google non è perfettamente ottimizzato per i display da 6 pollici, ma almeno è familiare e funziona come ti aspetteresti.

Sebbene Netflix non appaia sul Play Store, altre app di streaming come Prime Video lo fanno, anche se potresti dover capovolgere Odin su un lato per utilizzare l’interfaccia utente in stile telefono prima che inizi la riproduzione del video. Se sei davvero avventuroso, puoi installare la versione basata su Arm di Windows su Odin attraverso un progetto open source specifico per Snapdragon 845; Non l’ho provato e non penso che sarebbe una buona idea per la maggior parte delle persone, ma ehi, l’opzione è lì.

Come con qualsiasi dispositivo di gioco portatile, la durata della batteria dipende da cosa ne fai, ma ho trovato che Odin sia nel complesso molto buono. La versione Pro ha una batteria da 6000 mAh, che è più grande di qualsiasi telefono che non rende la batteria gigante il suo principale punto di forza, mentre i normali Odin e Odin Lite sono ancora molto grandi da 5000 mAh. Non ho fatto test spot personalizzati, ma non mi sono trovato a dover accelerare il caricatore nel tempo che avevo con esso – non è come Steam Deck, dove sei fortunato ad avere un paio d’ore di giochi più recenti . Odin di Qualcomm e Odin Pro Quick Charge supportano fino a 4.0+, mentre Ayn afferma che Lite ha una “ricarica rapida” non specificata.

Un’altra funzionalità relativa alla ricarica che non sono stato in grado di testare è il “Super Dock” in Odin, che è un supporto di ricarica con un gran numero di porte. Ci sono quattro porte USB-A 3.0, una porta HDMI, USB-C, Ethernet, due controller Nintendo 64 e altre due per le console GameCube. Non posso parlare di quanto bene funzioni il dock, ma sarà sicuramente un modo unico di giocare Super Smash Bros.

Adoro il D-pad Vita-esque, ma è un peccato per il logo.

È difficile incolpare Ayn Odin per quello che fa. Android potrebbe non essere la piattaforma ideale per i giochi standard, ma Ayn può creare hardware eccezionale, fare un passo indietro e dare all’utente la responsabilità di sapere a cosa giocarci. Per un certo tipo di persona, questo li renderà molto felici.

Lo streaming, i tradizionali giochi Android e l’emulazione sono tutti casi d’uso relativamente adatti, ovviamente, rispetto a qualcosa come Nintendo Switch Lite. È una macchina da $ 199 progettata solo per giocare ai giochi Nintendo Switch e, se è quello che stai cercando, ovviamente fa un lavoro molto migliore. Odino non sarà per tutti.

Ma c’è qualcosa da dire per mettere la flessibilità di Android in una console portatile ben fatta e capace e permetterti di fare quello che vuoi con essa. Sebbene Ayn non abbia un proprio negozio di giochi su cui fare affidamento, il fascino di Odin è che fa con Android ciò che Steam Deck fa per i giochi per PC: porta la piattaforma a un fattore di forma adeguato e dice “Ehi, vai a vedere cosa il fatto è. “Può farlo”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews