Putin dice all’Europa: non puoi sbarazzarti del gas russo, ma ci stiamo dirigendo verso est

Il presidente russo Vladimir Putin visita il cantiere del complesso di lancio di Amur Angara presso il cosmodromo di Vostochny nella regione dell’Amur, Russia, 12 aprile 2022. Sputnik / Mikhail Klementev / Cremlino via Reuters / FILE PHOTO

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reuters) – Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato giovedì che Mosca reindirizzerà la sua energia verso est mentre i paesi europei cercheranno di ridurre la loro dipendenza dalle esportazioni russe, aggiungendo che l’Europa non sarebbe in grado di evitare completamente il gas russo immediatamente.

La Russia, che rappresenta circa il 10% della produzione mondiale di petrolio, sta stringendo legami più stretti con l’Asia e la Cina, il più grande consumatore di energia del mondo, nel tentativo di diversificare le sue consegne dai tradizionali mercati di approvvigionamento in Europa.

Le sanzioni occidentali sull’operazione militare di Mosca in Ucraina hanno influito sulle esportazioni di energia della Russia complicando il finanziamento e la logistica degli accordi.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“È sorprendente che i cosiddetti partner di paesi ostili ammettano che non saranno in grado di sopravvivere senza le risorse energetiche russe, anche senza gas naturale, per esempio”, ha detto Putin in una riunione televisiva del governo.

Non c’è alcuna alternativa logica (al gas) in Europa adesso”.

Ha anche affermato che l’Europa, parlando di tagliare le forniture di energia alla Russia, sta alzando i prezzi e destabilizzando il mercato.

“I paesi ostili ammettono di non poter fare a meno delle risorse energetiche russe”, ha detto Putin.

READ  Occhio diplomatico per occhio sull'Ucraina si intensifica all'Onu

L'”operazione militare speciale” della Russia in Ucraina ha portato a una revisione delle priorità energetiche dell’Unione europea a 27 nazioni, poiché Bruxelles cerca di strappare i paesi alla dipendenza dalla Russia, che fornisce al blocco circa il 40% del gas naturale del blocco.

Putin ha affermato che la Russia dovrà costruire infrastrutture per aumentare le forniture di energia all’Asia.

La Russia ha iniziato le forniture di gas alla Cina alla fine del 2019 dopo anni di colloqui tortuosi e accordi per abbassare i prezzi del carburante.

Putin ha anche affermato che il ruolo delle valute nazionali negli accordi di esportazione dovrebbe aumentare, tra i piani della Russia di passare al rublo nei pagamenti per le forniture di gas, in particolare all’Europa.

La Russia ha visto un forte calo della produzione di petrolio, la sua principale fonte di reddito, tra le difficoltà con i pagamenti per il commercio e le navi. Leggi di più

Fonti affermano che le principali società commerciali globali hanno in programma di ridurre gli acquisti di petrolio greggio e carburante dalle compagnie petrolifere russe controllate dallo stato entro il 15 maggio, per evitare di cadere nella trappola delle sanzioni dell’Unione europea imposte alla Russia. Leggi di più

Putin ha affermato che i problemi più “acuti” nel settore energetico russo erano legati all’interruzione delle forniture energetiche logistiche.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Reuters. Montaggio di Guy Faulconbridge

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews