Più di 160 morti nel terremoto in Indonesia, e la ricerca dei sopravvissuti continua

CIAANUR, Indonesia (Reuters) – Un potente terremoto ha ucciso lunedì più di 160 persone nella provincia indonesiana di West Java, mentre i soccorritori cercavano i sopravvissuti intrappolati sotto le macerie durante una serie di scosse di assestamento.

L’epicentro del sisma, di magnitudo 5,6 della scala Richter, è stato vicino alla città di Cianjur a West Java, 75 km a sud-est della capitale Jakarta. La regione ospita oltre 2,5 milioni di persone.

Il governatore di West Java Ridwan Kamil ha dichiarato su Instagram che 162 persone sono state uccise e 326 ferite.

L’Agenzia indonesiana per la riduzione dei disastri (BNPB) ha ancora fissato il bilancio delle vittime a 62 e i soccorritori stavano cercando 25 ritenuti intrappolati sotto le macerie e il suo portavoce ha detto che le ricerche continueranno per tutta la notte.

Radwan ha detto ai giornalisti che poiché molti edifici sono crollati, il bilancio delle vittime potrebbe aumentare.

“Ci sono residenti intrappolati in luoghi isolati… quindi presumiamo che il numero di feriti e morti aumenterà con il passare del tempo”, ha aggiunto.

L’Indonesia si trova su entrambi i lati del cosiddetto anello di fuoco del Pacifico, un’area altamente sismicamente attiva dove diverse placche si incontrano sulla crosta terrestre e provocano un gran numero di terremoti e vulcani.

L’ufficio ha detto che più di 2.200 case sono state danneggiate e più di 5.300 persone sono state sfollate. Radwan ha fissato questa cifra a 13.000 e ha detto che sarebbero stati dispiegati in vari centri di evacuazione in tutta Cianjur.

Un terremoto di magnitudo 5,6 ha colpito lunedì l’isola indonesiana di Giava

Le autorità hanno affermato che l’elettricità è stata interrotta, il che ha interrotto le comunicazioni, mentre le frane hanno impedito l’evacuazione in alcune aree.

Centinaia di vittime venivano curate nel parcheggio dell’ospedale, alcune sotto una tenda di emergenza. Altrove a Cianjur, i residenti si sono rannicchiati su stuoie in campi aperti o in tende mentre gli edifici intorno a loro erano ridotti in macerie.

Le ambulanze stavano ancora arrivando all’ospedale a tarda notte, portando più persone in ospedale.

I funzionari stanno ancora lavorando per determinare l’entità completa dei danni causati dal sisma, che ha colpito a una profondità relativamente bassa di 10 chilometri, secondo la Weather and Geophysics Agency (BMKG).

Fanny, che era in cura al Cianjur Main Hospital, ha detto a Metro TV che i muri della sua casa sono crollati durante una scossa di assestamento.

Ha detto: “I muri e l’armadio sono caduti … e hanno appiattito tutto, e non so nemmeno dove siano mamma e papà”.

Radwan ha detto che sono state registrate 88 scosse di assestamento mentre l’agenzia meteorologica BMKG ha avvertito di ulteriori frane in caso di forti piogge.

Coco, 48 anni, stava cercando uno dei suoi sette figli.

“I bambini erano al piano di sotto e io stavo facendo il bucato al piano di sopra”, ha detto, “tutto si sta sgretolando sotto di me… Uno dei miei figli è ancora disperso”.

Testimoni di Reuters hanno affermato che alcune persone a Jakarta hanno lasciato i loro uffici nel quartiere centrale degli affari, mentre altri hanno riferito che edifici tremavano e mobili spostati.

READ  Il Sudan accusa l'Etiopia di aver giustiziato un soldato sudanese civile

Nel 2004, un terremoto di magnitudo 9,1 al largo dell’isola di Sumatra, nel nord dell’Indonesia, ha innescato uno tsunami che ha colpito 14 paesi, uccidendo 226.000 persone lungo la costa dell’Oceano Indiano, più della metà delle quali in Indonesia.

Segnalazioni aggiuntive di Yohan Purnomo, Aging Dinar Olviana e Tommy Ardaensyah a Cianjur, Ananda Teresia e Gayatri Suroyo e Francisca Nangui a Jakarta. Montaggio di Kanupriya Kapoor, Kim Coghill, Toby Chopra, Nick McPhee e Thomas Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews