‘Non meglio della Corea del Nord’: l’aviazione russa rischia l’accusa | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

L’invasione russa dell’Ucraina ha bandito le sue compagnie aeree dallo spazio aereo europeo, americano e canadese, ha lasciato il paese con aerei charter che non potevano utilizzare e ha rovinato le partnership dell’industria aerea con l’Occidente.

I cittadini russi non viaggeranno presto in Europa o in Nord America, anche i voli verso paesi amici come la Cina sono in dubbio a causa dell’ostracismo del settore aeronautico del paese da parte della comunità internazionale, secondo gli analisti dell’aviazione.

“La Russia sarà il paese più grande del mondo con un’economia sviluppata e un’industria aeronautica non migliore della Corea del Nord”, ha detto ad Al Jazeera Richard Aboulafia, amministratore delegato della società di consulenza AeroDynamic con sede nel Michigan.

“Le sanzioni ai voli sono facili da implementare”, ha affermato Abul Afia, che ha più di 30 anni di esperienza nel settore dell’aviazione. “Le compagnie aeree non possono volare. Dovranno riprogettare completamente i piani dei loro aerei, che attualmente sono basati sulla tecnologia occidentale”.

Eurocontrol ha riferito che 300 voli al giorno di compagnie aeree russe verso l’Europa e 50 voli al giorno di compagnie aeree europee verso aeroporti russi sono stati sospesi. La Russia ha risposto imponendo restrizioni reciproche a qualsiasi paese che ne avesse vietato i voli.

“Il viaggio dei russi diventerà gradualmente più difficile per due motivi”, ha detto ad Al Jazeera Sach Tosa, analista aerospaziale e della difesa presso l’Agenzia Partners LLP di Londra. Uno è che lo spazio aereo russo è chiuso agli aerei occidentali. Inoltre, i viaggi internazionali diventano molto difficili con il ritiro del supporto per gli aerei Western Airlines di fabbricazione russa”.

Boeing e Airbus hanno negato alle compagnie aeree russe l’accesso ai pezzi di ricambio per i loro aerei [File: Simon Dawson/Bloomberg]

Boeing e Airbus, i principali fornitori russi di aerei commerciali, hanno negato alle compagnie aeree russe l’accesso ai pezzi di ricambio per i loro aerei. Boeing ha anche chiuso un centro di progettazione che operava a Mosca e ha temporaneamente chiuso i suoi uffici a Kiev.

READ  I viaggiatori ora possono andare in Giappone, ma i turisti nazionali rimangono al centro dell'attenzione

Potrebbero passare settimane o mesi prima che le compagnie aeree esauriscano i pezzi di ricambio. Le compagnie aeree possono estendere le loro operazioni mettendo a terra alcuni aeromobili e smantellandoli per parti da utilizzare su aeromobili ancora in volo, sebbene tali pratiche siano vietate dai termini dei contratti di locazione che includono aeromobili commerciali.

Come la maggior parte degli aerei commerciali oggi, gli aerei della Russian Airlines sono in gran parte di proprietà di compagnie di charter in Occidente. In base alle sanzioni europee, le società di leasing hanno tempo fino al 28 marzo per rescindere i loro contratti con i vettori russi. Diverse società di noleggio, tra cui AerCap Global, con sede in Irlanda primo giocatore Hanno confermato di aver scritto ai loro agenti russi chiedendo la restituzione dei loro aerei.

Ulick McEvaddy, fondatore della società di leasing di aeromobili Omega Air, ha descritto il compito di recuperare centinaia di aerei dalla Russia con così poco preavviso come un “compito impossibile” a causa delle potenziali sfide legali e del divieto agli aerei russi che volano nello spazio aereo europeo.

L’accordo di Città del Capo progettato per impedire a una compagnia aerea di fuggire con un aereo che non è stato testato in tribunale da quando è stato firmato nel 2001. Tre su quattro aerei passeggeri e cargo in servizio oggi in Russia provengono da Boeing o Airbus, che forniscono più di 300 aerei ciascuno. Solo 136 aerei di fabbricazione russa sono in servizio con le compagnie aeree russe, secondo i dati dell’analista di aviazione Cirium.

“Quali sono le probabilità di riaverli?” ha detto Abu Al-Afiya.

Per quanto tempo l’aviazione russa rimarrà stagnante dipenderà non solo da quanto durerà la guerra in Ucraina, ma anche da quanto tempo ci vorrà perché lo stato russo sia riabilitato agli occhi dell’Occidente.

READ  L'Ucraina afferma di aver ricevuto solo pezzi di ricambio per aerei da combattimento dagli Stati Uniti

Tosa prevede che la rottura nei rapporti tra Russia e Occidente durerà per anni, definendola “più grave di altre nel dopoguerra”.

Abul-Lafia ha affermato che la guerra in Ucraina potrebbe indurre i clienti di aerei militari di fabbricazione russa, come l’India, il più grande acquirente di MiG e caccia Sukhoi, a pensarci due volte prima di acquistarne altri.

tolleranza al rischio

È probabile che anche i problemi di sicurezza impediscano all’aviazione russa di andare avanti.

Henry Wilkinson, fondatore della società di sicurezza e intelligence con sede a Londra Dragonfly, ha affermato di aver ricevuto una marea di richieste dalle compagnie aeree dall’inizio della guerra in Ucraina.

nel 2014, Il volo Malaysia Airlines MH17 è stato abbattuto da un missile Buk di fabbricazione russa mentre sorvolava una parte dell’Ucraina orientale controllata dai ribelli filo-russi, Uccidendo 283 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio a bordo. È probabile che la tragedia sia nelle menti delle compagnie aeree che hanno volato in Europa durante la crisi.

“Le informazioni di cui hanno bisogno da noi dipendono dalla compagnia aerea”, ha detto Wilkinson ad Al Jazeera.

“Le compagnie aeree hanno disparità nella loro tolleranza al rischio e ottengono anche diversi livelli di informazioni. Le compagnie aeree statunitensi sono chiaramente ben supportate dalla FAA, ma le compagnie aeree di altri paesi non ottengono molte informazioni dalle loro agenzie governative locali. Le compagnie aeree stanno cercando attualmente di trovare sicurezza e corridoi efficienti che collegano Europa e Asia”.

Le compagnie aeree generalmente danno ampio spazio allo spazio aereo russo e ucraino. I voli dall’Europa all’Asia che normalmente passavano sopra l’Ucraina e la Russia sono stati deviati a sud nei cieli sopra Turchia, Iran e Afghanistan.

Eurocontrol, l’agenzia che dirige la politica del traffico aereo nell’Unione Europea, ha segnalato gravi interruzioni alle principali rotte. I voli tra Francoforte e Pechino sono ora due ore in più rispetto a prima, mentre i voli tra Helsinki e Tokyo impiegano fino a cinque ore in più.

READ  L'UE vieta le importazioni di carbone russo

Stephen Furlong, capo analista azionario presso Davy Capital Markets a Dublino, in Irlanda, ha affermato che le compagnie aeree europee finora non sono state eccessivamente colpite dalle turbolenze.

“Prima della crisi ucraina, Lufthansa aveva solo il 2% circa dei suoi voli per la Russia e meno dell’1% per Cina e Giappone”, ha detto Furlong ad Al Jazeera, spiegando che le compagnie aeree europee non avevano ancora aggiunto molti dei voli per l’Asia che erano stati cancellati durante la pandemia.

Bombardamento di un edificio in Ucraina
L’attacco militare russo all’Ucraina ha portato a sanzioni contro una serie di settori dell’economia russa, compresa l’aviazione [File: Oleksandr Lapshyn/Reuters]

E la cooperazione tra Occidente e Russia nello spazio è destinata a soffrire.

“Ci sono centinaia di milioni di dollari di operazioni spaziali ucraine, americane ed europee che sono state interrotte dalla guerra o completamente distrutte finora”, ha detto ad Al Jazeera Craig Covault, un ex corrispondente di Aviation Week and Space Technology.

Questi progetti includono operazioni critiche relative al rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale, il lancio di un servizio Internet satellitare OneWeb destinato a competere con il programma Starlink di Elon Musk e la navicella spaziale europea ExoMars Mars in costruzione da parte della British Aerospace.

“Tutti questi progetti sono stati realizzati da almeno un decennio e coinvolgono migliaia di ingegneri ucraini ed europei”, ha affermato Covault.

I progetti ucraini interessati includono il razzo booster Antares che lancia la stazione spaziale Northrop Grumman Cygnus per rifornire la navicella spaziale da Wallops Island in Virginia. Solleva circa la metà dei rifornimenti necessari dalla stazione spaziale, mentre Space X di Elon Musk trasporta il resto.

Nel frattempo, l’agenzia spaziale russa ha dichiarato che non servirà i motori a razzo RD-180 utilizzati dalla United Launch Alliance, la joint venture Boeing-Lockheed. Questi rinforzi sono usati per portare nello spazio i carichi utili top secret della difesa nazionale statunitense per il Pentagono.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews