NLRB scopre un vantaggio nelle accuse del sindacato contro Amazon e Starbucks

In segno che i funzionari federali del lavoro stanno esaminando da vicino il comportamento della dirigenza durante le campagne sindacali, il National Labor Relations Board ha affermato venerdì di aver trovato merito nelle accuse secondo cui Amazon e Starbucks hanno violato il diritto del lavoro.

Ad Amazon, il Labour Council ha trovato un vantaggio per le tasse che l’azienda addebita ai lavoratori Per partecipare alle riunioni antisindacali In un ampio magazzino a Staten Island, dove si trova il sindacato dei lavoratori di Amazon Ha ottenuto una straordinaria vittoria elettorale Lo scorso mese. La decisione è stata comunicata al sindacato venerdì da un avvocato dell’ufficio regionale del Brooklyn Labour Council, secondo Seth Goldstein, un avvocato che rappresenta il sindacato.

Tali riunioni, spesso note come riunioni di “pubblico prigioniero”, sono legali secondo l’attuale precedente del Consiglio del lavoro. Ma il mese scorso, il consigliere generale del consiglio, Jennifer Abruzzo, emettere una nota Dire che il precedente va contro la legge federale di base e ha indicato che avrebbe cercato di contestarlo.

Nella stessa accusa, il sindacato dei lavoratori di Amazon ha accusato l’azienda di aver minacciato di trattenere i benefici per i dipendenti se avessero votato per aderire a un sindacato, suggerendo erroneamente che i dipendenti potrebbero essere licenziati se il magazzino si fosse unito a un sindacato e non avessero pagato le quote sindacali. Anche il Consiglio del lavoro ha trovato il merito nelle accuse, secondo un’e-mail dell’avvocato dell’ufficio regionale, Matt Jackson.

Il signor Jackson ha affermato che l’agenzia presenterà presto un reclamo che riflette tali accuse a meno che Amazon non risolva il caso. La causa sarà portata davanti a un giudice di diritto amministrativo, la cui decisione può essere appellata al Washington Business Council.

Goldstein ha elogiato la signora Abruz e l’ufficio regionale per aver adottato “passi decisivi per porre fine alle necessarie riunioni del pubblico in cattività” e ha affermato che il diritto di formare sindacati “sarà protetto ponendo fine alle pratiche di lavoro intrinsecamente forzato di Amazon”.

“Queste accuse sono false e non vediamo l’ora di dimostrarlo attraverso il processo”, ha affermato la portavoce di Amazon Kelly Nantel in una nota.

A Starbucks, dove il sindacato ha ottenuto i primi voti in più di 50 negozi da dicembre, venerdì il Consiglio del lavoro ha presentato una denuncia su una serie di accuse presentate dal sindacato, la maggior parte a febbraio, accusando l’azienda di condotta illegale. Tali accuse includono il licenziamento di dipendenti come rappresaglia per il loro sostegno al sindacato; Minacciare la capacità dei dipendenti di ottenere nuovi benefici se scelgono di aderire ai sindacati; Richiedi che i lavoratori Disponibile per meno ore rimanere un dipendente di un negozio sindacale senza compromettere il cambiamento, come un modo per costringere almeno un sindacalista; Ha promesso benefici effettivi ai lavoratori se avessero deciso di non aderire ai sindacati.

Oltre a queste accuse, il Consiglio del lavoro ha ritenuto fondate le accuse secondo cui l’azienda avrebbe intimidito i lavoratori chiudendo i negozi nell’area di Buffalo e impegnandosi nel monitoraggio dei lavoratori mentre erano al lavoro. Tutte queste azioni sarebbero illegali.

In una dichiarazione, Starbucks Workers United, una filiale del sindacato che rappresenta i lavoratori lì, ha affermato che la scoperta “sottolinea la portata e la depravazione del comportamento di Starbucks nella parte occidentale di New York per la maggior parte dell’anno”. “Riterrà Starbucks responsabile per il campo minato antisindacale attraverso il quale hanno costretto i lavoratori a lottare per il loro diritto di organizzarsi”, ha aggiunto.

READ  Netflix sembra più attraente con il calo delle azioni: analista

Starbucks ha dichiarato in una dichiarazione che la denuncia non costituisce un giudizio del comitato di lavoro, aggiungendo: “Riteniamo che le accuse nella denuncia siano false e non vediamo l’ora di fornire le nostre prove quando le accuse saranno giudicate”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews