L’Ucraina, che è stata attaccata dalla Russia a est, ha escluso un cessate il fuoco

  • L’Ucraina esclude cessate il fuoco e concessioni
  • La Russia lancia un attacco a Luhansk
  • Il presidente polacco dell’Ucraina si rivolge domenica al Parlamento

Kiev (Reuters) – L’Ucraina ha escluso un cessate il fuoco o qualsiasi concessione territoriale a Mosca poiché la Russia ha intensificato la sua offensiva nella regione orientale del Donbass e ha interrotto le consegne di gas alla Finlandia nella sua ultima risposta alle sanzioni occidentali e al suo crescente isolamento internazionale.

Il presidente polacco Andrzej Duda ha detto al parlamento ucraino che cedere anche solo “un centimetro” del territorio del paese sarebbe un duro colpo per l’intero Occidente e ha assicurato a Kiev il forte sostegno di Varsavia alla sua candidatura all’adesione all’Unione europea.

“Sono emerse voci preoccupanti che affermano che l’Ucraina dovrebbe rispondere alle richieste del (presidente Vladimir) Putin”, ha affermato Duda, che è il primo leader straniero a rivolgersi di persona ai legislatori ucraini dall’invasione russa del 24 febbraio. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Solo l’Ucraina ha il diritto di decidere il proprio futuro.

Dopo settimane di resistenza da parte degli ultimi combattenti ucraini nello strategico porto sud-orientale di Mariupol, la Russia sta lanciando una grande offensiva a Luhansk, una delle due province del Donbass.

I separatisti sostenuti dalla Russia avevano già il controllo di parti di Luhansk e della vicina regione di Donetsk prima dell’invasione, ma Mosca vuole impossessarsi del restante territorio controllato dall’Ucraina nella regione.

In prima linea a Donetsk, le forze russe hanno cercato di sfondare le difese ucraine per raggiungere il confine amministrativo della regione di Luhansk, mentre continuano a nord con pesanti bombardamenti di Severodonetsk e Lysechansk, ha affermato lo stato maggiore ucraino nel suo aggiornamento quotidiano domenica.

READ  In una rivalità con Putin, il tedesco Schulz mostra uno stile più deciso

Severodonetsk e la sua gemella Lysishansk attraverso il fiume Seversky Donets formano la parte orientale di un’enclave controllata dall’Ucraina che la Russia ha cercato di aggirare da metà aprile dopo aver fallito nel catturare Kiev e aver spostato la sua attenzione verso l’est e il sud del paese.

Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato domenica che la Russia avrebbe schierato veicoli di supporto ai carri armati BMP-T “Terminator” in quell’attacco. Con solo 10 unità disponibili per l’unità che aveva già subito pesanti perdite nel fallito tentativo di Kiev, il ministero ha affermato che “è improbabile che abbia un impatto significativo”.

Il capo negoziatore dell’Ucraina, parlando a Reuters sabato, ha escluso un cessate il fuoco o qualsiasi accordo con Mosca che includa la cessione di territorio. Il consigliere di Zelensky, Mikhailo Podolak, ha affermato che le concessioni sarebbero controproducenti perché la Russia risponderebbe con più forza dopo qualsiasi pausa nei combattimenti. Leggi di più

“La guerra non si fermerà. Si fermerà per un po’”, ha detto Podolyak in un’intervista in un ufficio presidenziale fortemente sorvegliato. “Inizieranno un nuovo attacco, che sarà più sanguinoso ed esteso”.

Gli ultimi appelli per un cessate il fuoco immediato sono arrivati ​​dal segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin e dal primo ministro italiano Mario Draghi. Leggi di più

La fine dei combattimenti a Mariupol, la più grande città conquistata dalla Russia, ha regalato al presidente russo Vladimir Putin una rara vittoria dopo una serie di battute d’arresto in quasi tre mesi di combattimenti.

READ  Una città galleggiante alle Maldive inizia a prendere forma

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato venerdì che le ultime forze ucraine che si erano rintanate nelle acciaierie di Mariupol si sono arrese. Sebbene l’Ucraina non abbia confermato la partenza di tutte le sue forze, il comandante del reggimento Azov, una delle unità dello stabilimento, ha affermato in un video che il comando militare ucraino aveva ordinato alle truppe a Mariupol di dimettersi per salvare i loro vite. Leggi di più

Il pieno controllo di Mariupol dà alla Russia il comando di una rotta terrestre che collega la Crimea, che Mosca ha catturato nel 2014, con la Russia continentale e parti dell’Ucraina orientale sotto il controllo dei separatisti filo-russi.

disputa sul gas

Gazprom, compagnia statale russa del gas (GAZP.MM) Sabato, ha affermato di aver interrotto le esportazioni di gas verso la Finlandia, che ha respinto le richieste di Mosca di pagare i rubli per il gas russo dopo che i paesi occidentali hanno imposto sanzioni per l’invasione. Leggi di più

La Finlandia si è detta pronta a fermare i flussi russi. Mercoledì, ha presentato domanda con la sua vicina scandinava, la Svezia, per aderire all’alleanza militare della NATO, sebbene questa stia affrontando la resistenza della Turchia, membro della NATO. Leggi di più

La maggior parte dei contratti di fornitura europei sono stipulati in euro o dollari. Il mese scorso, Mosca ha interrotto il gas a Bulgaria e Polonia dopo aver rifiutato i nuovi termini.

I paesi occidentali hanno anche aumentato le forniture di armi all’Ucraina. Sabato, Kiev ha ricevuto un altro grande impulso quando il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un disegno di legge per fornire quasi 40 miliardi di dollari in aiuti militari, economici e umanitari. Leggi di più

READ  Gli inglesi pagano $ 8,60 al gallone rispetto ai $ 125 per la benzina per fare il pieno di un'auto di famiglia

Mosca afferma che le sanzioni occidentali, insieme alle spedizioni di armi a Kiev, equivalgono a una “guerra per procura” degli Stati Uniti e dei loro alleati.

Putin descrive l’invasione come una “operazione militare speciale” per disarmare l’Ucraina e liberarla dagli ultranazionalisti anti-russi. L’Ucraina ei suoi alleati hanno respinto questo come una scusa infondata per una guerra che ha ucciso migliaia di persone in Ucraina, sfollato milioni di persone e distrutto città.

Zelensky ha affermato di aver sottolineato l’importanza di ulteriori sanzioni contro la Russia e l’apertura dei porti ucraini in una telefonata con l’italiano Draghi sabato.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Ulteriori segnalazioni di Natalia Zenets, Max Hander e Tom Palmforth a Kiev, David Younggreen a Ottawa, Lydia Kelly a Melbourne, uffici Reuters.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews