L’intera missione speciale degli astronauti SpaceX sta tornando a casa dopo una settimana di ritardo

Questa missione è stata svolta da una startup con sede a Houston, in Texas Assioma Spazio. La compagnia prenota voli missilistici, fornisce tutto l’addestramento necessario e coordina i voli per la Stazione Spaziale Internazionale per chiunque possa permetterseli, e spera che questo sia il primo di molti a venire. Ci sono quattro membri dell’equipaggio su questo volo: Michael Lopez Alegria, un ex astronauta della NASA diventato impiegato di Axiom che sta guidando la missione; E tre clienti ne pagano il prezzo: l’imprenditore israeliano Eitan Step; l’investitore canadese Mark Pathy; Il magnate immobiliare dell’Ohio Larry Connor.

Il ritorno dello spray è il prolungamento più pericoloso della missione. La capsula Crew Dragon stava viaggiando a più di 17.000 miglia orarie e quando è iniziata la fase finale della sua discesa, la parte esterna della Crew Dragon è stata riscaldata a circa 3.500 gradi Fahrenheit mentre tornava nella parte più spessa dell’atmosfera terrestre. All’interno della cabina della navicella, i passeggeri erano protetti da uno scudo termico e la temperatura doveva rimanere al di sotto degli 85 gradi Fahrenheit.

Il Crew Dragon ha quindi schierato gruppi di paracadute mentre scendeva verso l’Oceano Atlantico. Le squadre di soccorso stanno ora aspettando vicino al luogo di soccorso per trainare la navicella spaziale dall’oceano su una barca speciale chiamata Dragon’s Nest, dove verranno condotti gli ultimi controlli di sicurezza prima che l’equipaggio sbarchi.

AX-1, che è stato lanciato l’8 aprileè stata originariamente descritta come una missione di 10 giorni, ma alla fine è durata circa 17 giorni, 15 dei quali trascorsi sulla Stazione Spaziale Internazionale.
Durante i primi giorni sulla stazione spaziale, il gruppo ha aderito a un programma rigoroso, che prevedeva circa 14 ore al giorno di attività, tra cui ricerca scientifica quello era È stato progettato da molti ospedali di ricerca, università, società tecnologiche e altro ancora. Hanno anche dedicato del tempo all’organizzazione di eventi di sensibilizzazione attraverso videoconferenze con bambini e studenti.
Il ritardo meteorologico ha quindi dato loro “più tempo per assorbire le meravigliose viste del pianeta blu e rivedere l’enorme quantità di lavoro che è stato completato con successo durante la missione”, secondo esso. Assioma.
Non è chiaro quanto costerà questo compito. Axiom ha precedentemente rivelato il prezzo di $ 55 milioni per posto per un viaggio di 10 giorni alla Stazione Spaziale Internazionale, ma la compagnia ha rifiutato di commentare i termini finanziari di questa specifica missione dopo aver affermato in una conferenza stampa lo scorso anno che il prezzo era di “decine di milioni”.
La missione è resa possibile da uno stretto coordinamento tra Axiom, SpaceX e la NASA, poiché la Stazione Spaziale Internazionale è finanziata e gestita dal governo. L’agenzia spaziale ha rivelato alcuni dettagli Su quanto addebita per usare il suo laboratorio che è in circolazione da 20 anni.

Per ogni missione, portare il supporto necessario dagli astronauti della NASA costerà ai clienti commerciali $ 5,2 milioni e tutto il supporto per la missione e la pianificazione che la NASA presta è di altri $ 4,8 milioni. Mentre si è nello spazio, il cibo da solo costa circa $ 2.000 al giorno a persona. Ottenere rifornimenti da e verso la stazione spaziale per un equipaggio commerciale è compreso tra $ 88.000 e $ 164.000 a persona, al giorno.

READ  Un telescopio "morto" scopre il gemello di Giove dall'oltretomba

Ma i giorni aggiuntivi che l’equipaggio dell’AX-1 ha trascorso nello spazio a causa del tempo non si aggiungeranno al loro prezzo totale personale, secondo una dichiarazione della NASA.

“Sapendo che gli obiettivi della missione della ISS come la recente passeggiata spaziale russa o le sfide meteorologiche potrebbero portare a ritardi nell’attracco delle navi, la NASA ha negoziato il contratto con una strategia che non richiedeva il rimborso per ulteriori ritardi nello sgancio”, si legge nel comunicato.

L’AX-1 non è stata la prima volta che clienti paganti o non astronauti hanno visitato la Stazione Spaziale Internazionale, come ha fatto la Russia Posti esauriti Sulla sua navicella spaziale Soyuz a Vari ricchi cercatori di emozioni negli anni passati.
Un equipaggio di 11 persone a bordo della Stazione Spaziale Internazionale il 9 aprile 2022. In senso orario da in basso a destra: il comandante del volo 67 Tom Marshburne con gli ingegneri di volo Oleg Artemyev, Denis Matveyev, Sergey Korsakov, Raja Chari, Kayla Baron e Matthias Maurer;  e gli astronauti Axiom Mission 1 (fila centrale da sinistra) Mark Bathy, Eitan Stipe, Larry Conner e Michael Lopez Allegria.

Ma l’AX-1 è stato il primo con Un equipaggio composto interamente da privati ​​cittadini senza membri attivi di un corpo spaziale governativo li accompagna nella capsula durante il volo da e per la Stazione Spaziale Internazionale. È anche la prima volta che cittadini comuni si recano alla Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un’astronave di fabbricazione statunitense.

La missione ha avviato un altro giro di discussioni sul fatto che le persone che pagano per il loro viaggio nello spazio debbano essere chiamate “astronauti”, anche se va notato che un viaggio alla Stazione Spaziale Internazionale richiede un investimento molto maggiore di tempo e denaro rispetto a un breve viaggio semi-shoring orbitale su un razzo costruito da aziende come origine blu o Galassia della Vergine.
Lopez Allegria, un veterano Quattro voli nello spazio tra il 1995 e il 2007 Durante il suo tempo con la NASA, ha detto questo a riguardo: “Questa missione è molto diversa da quella che potresti aver sentito in alcune recenti missioni, specialmente quelle suborbitali. Non siamo turisti spaziali. Penso che ci sia un ruolo importante per lo spazio turismo, ma non è questo che significa assioma.
Sebbene i clienti a pagamento non avrebbero ricevuto ali da astronauta dal governo degli Stati Uniti, è stata fornita loro una “Universal Astronaut Insignia”, una spilla d’oro recentemente progettata dall’Association of Space Explorers, un gruppo internazionale È composto da astronauti provenienti da 38 paesi. Lopez Allegria ha presentato le spille Stibbe, Pathy e Connor durante una festa di benvenuto dopo il gruppo Collegamento alla stazione spaziale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews