Le vendite al dettaglio e i dati industriali della Cina hanno superato le aspettative

I cittadini acquistano cibo in una bancarella di strada a Chengdu, nella provincia di Sichuan, in Cina, il 22 giugno 2021.

Editoria futura | Editoria futura | Getty Images

La Cina martedì ha registrato una crescita migliore del previsto nelle vendite al dettaglio, negli investimenti in immobilizzazioni e nella produzione industriale per l’inizio dell’anno.

Le pubblicazioni dei dati combinano gennaio e febbraio come di consueto presso l’Ufficio di statistica cinese per evitare distorsioni dovute alle festività del capodanno lunare, che possono cadere in entrambi i mesi a seconda dell’anno.

Le vendite al dettaglio sono cresciute del 6,7% su base annua, superando gli analisti intervistati da Reuters per una crescita del 3% rispetto a un anno fa. L’arredamento è stata l’unica categoria con le vendite al dettaglio in calo del 6%. I prodotti petroliferi, l’oro, l’argento e la gioielleria hanno registrato gli aumenti maggiori.

La costante crescita delle vendite di auto, dopo il calo per la maggior parte dell’anno scorso, ha contribuito ad aumentare le vendite al dettaglio, così come la domanda dei consumatori in prossimità delle festività del capodanno lunare e l’interesse per i prodotti legati alle Olimpiadi, ha affermato Fu Lingwei, portavoce del National Bureau of Statistics. I giornalisti in conferenza stampa martedì.

Tuttavia, ha osservato che la recente epidemia di Covid-19 rischia di limitare i consumi in alcune regioni, le basi per una ripresa della spesa dei consumatori non sono ancora solide.

“Sicuramente, il raggiungimento dell’obiettivo per l’intero anno del 5,5% richiederà un duro lavoro”, ha detto Fu in mandarino, secondo una traduzione della CNBC.

In particolare, il conflitto militare tra Russia e Ucraina e le tensioni geopolitiche hanno provocato forti oscillazioni dei prezzi internazionali delle materie prime e il loro impatto sulla produzione interna non può essere ignorato.

Fu Lingui

Ufficio nazionale di statistica, portavoce ufficiale

Anche la produzione industriale ha sovraperformato, in crescita del 7,5% a fronte di aspettative di crescita del 3,9%.

READ  Le azioni stanno registrando una leggera ripresa, ma le prospettive negative rimangono

Gli investimenti in immobilizzazioni sono aumentati del 12,2%, ben al di sopra delle aspettative di un aumento del 5%. Tra gli investimenti in immobilizzazioni, quello nel settore manifatturiero ad alta tecnologia ha registrato uno dei maggiori incrementi, con un aumento del 42,7%. Gli investimenti in infrastrutture sono cresciuti dell’8,1%. Gli investimenti nello sviluppo immobiliare sono aumentati del 3,7%, anche se l’area dei piani commerciali venduti è diminuita del 9,6%.

Il settore immobiliare – che contribuisce per circa un quarto del PIL – è diminuito da quando Pechino ha iniziato un giro di vite sulla forte dipendenza degli sviluppatori dal debito negli ultimi due anni.

Sian Fenner, capo economista asiatico presso Oxford Economics, ha dichiarato su “Street Signs Asia” della CNBC che si aspetta un aumento della spesa fiscale per stimolare lo sviluppo delle infrastrutture, ma non abbastanza per compensare il rallentamento del settore immobiliare. Si aspetta che lo stimolo funzioni attraverso l’economia, abbastanza per aumentare la crescita al 4,9% previsto quest’anno ea quasi il 5,4% l’anno prossimo.

Leggi di più sulla Cina da CNBC Pro

Il tasso di disoccupazione nelle città è salito al 5,5% a febbraio rispetto a gennaio, mentre il tasso di disoccupazione tra i 16 ei 24 anni è rimasto molto più alto, al 15,3%.

“L’economia nazionale ha continuato una costante ripresa, la domanda di produzione è cresciuta rapidamente, posti di lavoro e prezzi erano generalmente stabili, nuove forze trainanti hanno continuato a svilupparsi e uno sviluppo di alta qualità ha raggiunto nuovi progressi”, ha affermato l’ufficio statistico in una nota.

La scorsa settimana, il governo centrale cinese Annunciato un obiettivo ufficiale del PIL di “circa il 5,5%” per l’anno.

READ  S&P 500 e Nasdaq si ritirano in una sessione volatile mentre i titoli tecnologici scendono

Molti economisti hanno affermato che l’obiettivo è ambizioso, soprattutto dopo a Riemergere di casi Covid Le fabbriche sono state costrette a interrompere la produzione.

“Iris Pang, capo economista per la Grande Cina presso ING, ha dichiarato martedì alla CNBC:Squawk Box Asia“Prima di rilasciare i dati, ha detto che stava valutando una revisione al ribasso del 6,8% delle previsioni del PIL a causa della situazione Covid.

Le nuove restrizioni hanno colpito grandi città come Shenzhen e Shanghai nella peggiore ondata di pandemia che il Paese abbia visto dallo shock iniziale di poco più di due anni fa.

Questi sviluppi influenzeranno la ripresa economica a livello locale, ma non tanto a livello nazionale, ha affermato Fu di NBS.

Ma ha avvertito che nel prossimo anno permangono molti rischi per la crescita.

“L’ambiente internazionale è complesso e alquanto pericoloso”, ha affermato. “In particolare, il conflitto militare tra Russia e Ucraina e le tensioni geopolitiche hanno causato forti oscillazioni dei prezzi internazionali delle materie prime e il loro impatto sulla produzione interna non può essere ignorato”.

Charmaine Jacob e Chelsea Ong della CNBC hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews