Le difficoltà di Foxconn stanno mettendo a dura prova la fabbrica del gigante di iPhone in Cina mentre più lavoratori lasciano le fonti

  • Le spedizioni della fabbrica Foxconn Zhengzhou diminuiscono a novembre – Fonte
  • Il malcontento nei confronti dei lavoratori della fabbrica è sfociato in proteste questa settimana
  • Più di 20.000 lavoratori, la maggior parte dei quali nuovi assunti, se ne sono andati – The Source

TAIPEI, 25 novembre (Reuters) – Foxconn (2317.TW) Un’importante fabbrica di iPhone in Cina vedrà un calo ancora maggiore delle sue spedizioni a novembre a causa dell’ultima ondata di disordini dei lavoratori di questa settimana, ha detto venerdì una fonte a conoscenza della questione, quando migliaia di dipendenti hanno lasciato il sito.

La società potrebbe ora vedere oltre il 30% della produzione del sito interessata a novembre, rispetto a una stima interna del 30% quando i problemi dei lavoratori dell’impianto sono iniziati alla fine di ottobre, ha detto la fonte.

La fonte ha aggiunto che è improbabile che il sito, che è l’unica fabbrica in cui Foxconn produce modelli di iPhone premium, incluso l’iPhone 14 Pro, riprenda la piena produzione entro la fine di questo mese.

La più grande azienda Apple al mondo (AAPL.O) La fabbrica di iPhone è alle prese con le dure restrizioni del COVID-19 che hanno suscitato malcontento tra i lavoratori e interrotto la produzione prima delle vacanze di Natale e del capodanno lunare a gennaio, poiché molti lavoratori sono stati isolati o sono fuggiti dalla fabbrica.

Ha sollevato preoccupazioni sulla capacità di Apple di fornire prodotti per il periodo festivo.

Mercoledì, i lavoratori, la maggior parte dei quali neoassunti nelle ultime settimane, si sono scontrati con il personale di sicurezza in una fabbrica di Zhengzhou nella Cina centrale.

READ  Coinbase avanza del 18% mentre i CEO si preparano alla recessione, "l'inverno delle criptovalute"

Molti hanno affermato di essere stati ingannati sui benefici compensativi in ​​fabbrica e altri si sono lamentati di condividere dormitori con colleghi risultati positivi al COVID.

Foxconn si è scusato per un “errore tecnico” legato al salario durante l’assunzione giovedì, e in seguito ha offerto 10.000 yuan ($ 1.400) per protestare contro le nuove reclute che hanno accettato di dimettersi e andarsene.

La fonte ha detto che più di 20.000 lavoratori, la maggior parte dei quali sono nuovi assunti che non hanno ancora lavorato sulle linee di produzione, hanno preso i soldi e se ne sono andati. I video pubblicati venerdì sui social media cinesi mostrano folle e lunghe file di lavoratori carichi di bagagli in fila in attesa degli autobus.

Uno ha scritto: “È ora di tornare a casa”.

Foxconn, formalmente noto come Hon Hai Precision Industry Corporation, ha rifiutato di commentare. Apple, che giovedì ha dichiarato di avere dipendenti in fabbrica, venerdì non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Lo stabilimento impiegava, prima di iniziare le sue devastazioni, più di 200.000 dipendenti. Ha dormitori, ristoranti, campi da basket e un campo da calcio in tutta la sua struttura tentacolare di circa 1,4 milioni di metri quadrati (15 milioni di piedi quadrati).

Un’altra fonte Foxconn a conoscenza della questione ha affermato che alcuni nuovi dipendenti hanno lasciato il campus, ma non ha specificato quanti. Questa persona ha detto che poiché le persone in partenza non erano ancora state formate o avviate, la loro partenza non avrebbe causato ulteriori danni alla produzione attuale.

READ  Si dice che i piani di Elon Musk per fare soldi con Twitter includano tagli di posti di lavoro

“L’incidente ha un grande impatto sulla nostra immagine pubblica, ma ha un impatto minimo sulla nostra (attuale) capacità. La nostra attuale capacità non è stata influenzata”, ha detto la fonte.

Questa persona ha detto, riferendosi ad altre interruzioni dei lavoratori causate dalle rigide restrizioni COVID, comprese le interruzioni presso un altro fornitore Apple, Quanta. (2382.TW)a maggio.

Le azioni Foxconn hanno chiuso in ribasso dello 0,5%, in ritardo rispetto al mercato più ampio. (.TWII) che è finito piatto.

I filmati caricati sui social media mostrano centinaia di lavoratori che si uniscono alle proteste nella principale fabbrica cinese di iPhone di Zhengzhou questa settimana, con alcuni uomini che distruggono telecamere di sicurezza e finestre.

($ 1 = 7,1616 CNY)

Segnalazione di Yimou Lee; Segnalazione aggiuntiva di Brenda Goh. Montaggio di Anne Marie Rountree, William Mallard e Jerry Doyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews