Le azioni stanno registrando una leggera ripresa, ma le prospettive negative rimangono

LONDRA (Reuters) – Martedì, gli indici azionari europei hanno aperto in rialzo, poiché la propensione al rischio ha mostrato una certa ripresa dopo i bruschi ribassi di lunedì, ma gli analisti hanno affermato che le preoccupazioni per una minore crescita continuano a pesare sui mercati.

Le azioni asiatiche sono precipitate durante la notte ai minimi di quasi due anni, prima di ridurre le perdite. Leggi di più

Il calo dei mercati azionari registrato finora questo mese è stato attribuito a una combinazione di inasprimento monetario da parte delle principali banche centrali e rallentamento della crescita economica.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Le banche centrali di Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia la scorsa settimana hanno alzato i tassi di interesse e gli investitori si sono preparati a un ulteriore inasprimento mentre i responsabili politici combattono l’inflazione elevata.

Sebbene questi driver siano continuati martedì, i mercati hanno visto una leggera ripresa, che i futures sulle azioni statunitensi hanno suggerito continuerà fino all’apertura di Wall Street.

Alle 0752 GMT è apparso l’indice azionario globale MSCI (.MIWD00000PUS)Il trading è stato piatto, il che misura le azioni in 50 paesi, dopo aver toccato i livelli più bassi dalla fine del 2020 all’inizio della sessione.

L’indice STOXX 600 in Europa è salito dello 0,8%. (.stoxx)ma i guadagni sono stati modesti rispetto alla perdita del 6,6% registrata finora a maggio.

I futures S&P 500 sono aumentati dello 0,8% mentre i futures Nasdaq sono aumentati dell’1,3%.

Peter McCallum, analista dei tassi di interesse di Mizuho, ​​ha affermato che il rimbalzo è stato una correzione naturale dopo il calo della sessione precedente. Ha affermato che i trader potrebbero anche prepararsi a trarre vantaggio da qualsiasi aumento del sentimento proveniente dai dati dell’indice dei prezzi al consumo (CPI) degli Stati Uniti di mercoledì.

READ  Johnson & Johnson difende la strategia fallimentare del talco che i pubblici ministeri del cancro chiamano "corrotta"

“Se l’inflazione principale esce e mostra che l’IPC su base mensile si sta dirigendo nella giusta direzione, ciò rende il caso della Fed più pessimista e gli aumenti sono prezzati”, ha affermato McCallum.

L’indice del dollaro è rimasto poco cambiato, dopo aver toccato il massimo da 20 anni lunedì. Nel frattempo, il dollaro australiano è sceso al livello più basso in quasi due anni, appesantito dai timori di un rallentamento della crescita economica. Leggi di più

I dati hanno mostrato che la crescita delle esportazioni cinesi è rallentata fino al punto più debole in quasi due anni, poiché la banca centrale si è impegnata a rafforzare il sostegno all’economia lenta. Leggi di più

I prezzi del petrolio sono aumentati, rimbalzando dopo i bruschi ribassi di lunedì, dovuti a una combinazione della forza del dollaro, ai crescenti timori di recessione e alla chiusura del COVID-19 in Cina. Leggi di più

Data la preoccupazione che la Russia possa interrompere il flusso di gas verso l’Europa, i funzionari tedeschi stanno preparando un pacchetto di emergenza che potrebbe includere la presa del controllo di importanti società. Leggi di più

Il ministro francese degli Affari europei ha affermato che i membri dell’Unione europea potrebbero raggiungere un accordo questa settimana sulla proposta della Commissione europea di vietare tutte le importazioni di petrolio dalla Russia. Leggi di più

I rendimenti dei titoli di Stato europei sono stati leggermente superiori, con il rendimento dei titoli di Stato tedeschi a 10 anni in aumento di 1 punto base all’1,1%.

Il rendimento dell’obbligazione decennale statunitense è del 3,0499%, dopo essere sceso da quando lunedì ha raggiunto il 3,203%, un livello che non si vedeva dal 2018.

READ  Le azioni scendono mentre l'aumento dei prezzi del petrolio alimenta i timori di inflazione

Anche l’oro si riprenderà in qualche modo dal calo di lunedì, in rialzo di circa lo 0,4%.

Altrove, Bitcoin è in rialzo del 5,5%, recuperando parte del calo dell’11,6% di lunedì, il calo giornaliero più grande da maggio 2021. A circa $ 31736, la criptovaluta ha perso più della metà del suo valore da quando ha raggiunto il suo massimo storico. a $ 69.000 a novembre.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Rapporti Elizabeth Howcroft). Montaggio di Bradley Perrett

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews