L’Australia accoglie nuovamente i turisti con gli addomesticati della squadra di koala

CANBERRA, Australia (AFP) – Turisti internazionali e viaggiatori d’affari hanno iniziato ad arrivare in Australia lunedì con poche restrizioni, quando le famiglie si sono riunite in una riunione piangente dopo una separazione di due anni o più forzata da alcune delle misure pandemiche più draconiane di qualsiasi democrazia in il mondo. .

L’Australia ha chiuso i suoi confini ai turisti nel marzo 2020 nel tentativo di frenare la diffusione locale di COVID-19, ma lunedì ha rimosso le sue ultime restrizioni di viaggio per i passeggeri completamente vaccinati.

La turista britannica in lacrime Sue Whitton abbraccia il figlio adulto Simon Whitton quando la saluta all’aeroporto di Melbourne.

“Ha settecentoventiquattro (giorni) di distanza ed è il mio unico figlio, e io sono sola, e questo significa il mondo per me”, ha detto ai giornalisti.

I passeggeri dell’aeroporto di Sydney sono stati accolti da sostenitori esultanti che sventolavano giocattoli koala e australiani preferiti tra cui torte al cioccolato Tim Tames e scatole di vegemite.

Il ministro federale del turismo Dan Tehan era pronto ad accogliere i primi arrivi su un volo Qantas da Los Angeles che è atterrato alle 6:20 ora locale.

“Penso che ci sarà una forte ripresa nel nostro mercato turistico. Le nostre meravigliose esperienze non sono andate via”, ha detto Tehan.

Danielle Fogel, che vive a Canberra, e il suo partner Eric Lochner che risiede in Florida, si sono separati da ottobre 2019 a causa di restrizioni di viaggio.

Ha detto di essere scoppiata in lacrime quando ha saputo della revoca delle restrizioni, che consentirà loro di riunirsi ad aprile, e lo ha chiamato per dargli la notizia.

READ  Il Canada ordina due aerei russi fuori dal suo spazio aereo dopo aver dichiarato che si trattava di voli "umanitari".

Vogel ha detto all’Australian Broadcasting Corp.

“Non riusciva a crederci… Ha detto ‘Sei sicuro, è così?’ E io ho detto, ‘Sì, sta succedendo. Adesso è finita: possiamo stare di nuovo insieme.

Lochner non si è qualificato per una rinuncia al divieto di viaggio perché la coppia non era sposata o viveva insieme.

“È stato un processo molto lungo e difficile per noi”, ha detto Vogel.

Il ministro dell’Interno Karen Andrews ha detto che tutti i viaggiatori avranno il loro stato di vaccinazione prima del loro arrivo per evitare il ripetersi del disastro del visto per la stella del tennis serbo Novak Djokovic..

Djokovic ha ottenuto un visto attraverso un processo automatizzato prima di lasciare la Spagna per partecipare agli Australian Open a gennaio, ma è stato espulso dopo essere arrivato a Melbourne perché non era stato vaccinato contro il COVID-19.

La direttrice di Tourism Australia Philippa Harrison ha affermato che prevede che il numero di turisti impiegherà due anni per tornare ai livelli pre-pandemia.

“È davvero un ottimo inizio”, ha detto Harrison. “Questo è ciò che l’industria ci ha chiesto, sai, riportaci dai nostri ospiti internazionali e lo prenderemo da lì”.

Lunedì, Qantas stava trasportando passeggeri da otto destinazioni d’oltremare tra cui Vancouver, Singapore, Londra e Nuova Delhi.

L’amministratore delegato della compagnia aerea con sede a Sydney, Alan Joyce, ha affermato che le prenotazioni sono state forti da quando il governo federale ha annunciato due settimane fa che il paese stava allentando le restrizioni..

“Sono stati due anni difficili per tutti coloro che lavorano nel settore del turismo, ma oggi è davvero uno dei grandi passi sulla strada per tornare a una piena ripresa, quindi siamo molto entusiasti”, ha affermato Joyce.

READ  La battaglia per Mariupol impedisce il salvataggio dei civili intrappolati nel teatro | Ucraina

Il primo ministro Scott Morrison ha detto che 1,2 milioni di persone hanno il visto per entrare in Australia con 56 voli internazionali programmati per atterrare nelle prime 24 ore dalla riapertura dei confini.

Lunedì, l’Australia ha registrato 17.736 nuovi casi di COVID-19 e 34 decessi. Il bilancio delle vittime in Australia dall’inizio dell’epidemia ha raggiunto 4.929.

L’Australia ha imposto alcune delle restrizioni di viaggio più severe al mondo ai suoi cittadini e residenti permanenti nel marzo 2020 per impedire loro di rimpatriare COVID-19.

I viaggiatori dovevano richiedere l’esenzione dal divieto di viaggio, ma il turismo non era un motivo accettabile. Gli studenti internazionali e gli immigrati qualificati hanno avuto la priorità quando le restrizioni alle frontiere sono state allentate a novembre in risposta all’aumento del tasso di vaccinazione tra la popolazione australiana. All’inizio erano ammessi anche turisti provenienti da Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud.

Anche gli stati e i territori australiani hanno le proprie regole COVID-19. Il più severo è nello stato dell’Australia occidentale, che copre un terzo del continente insulare.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews