L’allenatore di basket femminile della Rutgers Hall of Fame C-Vivien Stringer annuncia il suo ritiro dopo 50 stagioni

La leggendaria pioniera del basket femminile C-Vivien Stringer ha annunciato il suo ritiro dopo 50 anni e ha collezionato 1.055 vittorie come capo allenatore, è stato annunciato sabato.

Stringer, una Naismith Memorial Basketball Hall of Fame, ha guidato le sue squadre a 28 apparizioni NCAA e quattro conduttori delle Final Four durante la sua carriera a Cheyney State, Iowa e, più recentemente, ai Rutgers.

Il ritiro di Stringer entrerà in vigore il 1 settembre.

“La mia vita è stata definita dalla formazione e sono stato in questo viaggio per oltre cinque decenni”, ha detto Stringer in un comunicato stampa. “È raro che qualcuno faccia ciò che ama per così tanto tempo e sono stato fortunato a farlo. Così.” . “Avendo recentemente celebrato la prima squadra femminile nelle Final Four alla Cheyney State University, dove tutto è iniziato, mi sono reso conto di essere in questa squadra da molto tempo. È importante farsi da parte e sfidare gli altri a farsi avanti e portalo avanti.

“Questa è stata la decisione più difficile della mia vita, ma ringrazio Dio che mi ha permesso di fare la cosa che amo così tanto. Sono pronto per iniziare il mio nuovo viaggio e trascorrere più tempo con la mia famiglia, i miei figli e i miei nipoti. Sono veramente fortunato ad avere così tante persone meravigliose nella mia vita”.

READ  Warriors punti contro Grizzlies, punti veloci: Stephen Curry e Jordan Bull guidano Golden State alla vittoria nella prima partita

La scuola ha detto che una ricerca nazionale per un sostituto di Stringer sarebbe iniziata immediatamente.

Stringer, 74 anni, è il quarto di tutti i tempi nella divisione I di basket femminile, unendosi a artisti del calibro di Tara Vanderveer, Pat Summit e Gino Orima con oltre 1.000 vittorie, ed è stato il primo allenatore nero nel gioco maschile o femminile a raggiungere così tanto. È stata inserita nella Naismith Hall of Fame nel 2009 e nella Women’s Basketball Hall of Fame nel 2001.

Stringer è in congedo retribuito da Rutgers dall’aprile 2021, poco dopo aver firmato un contratto quinquennale, con l’assistente manager Tim Whiteman che da allora funge da capo allenatore. Mentre il team ha inizialmente affermato che il suo congedo derivava dalla paura di contrarre il COVID-19 e di trasmetterlo a sua figlia affetta da meningite spinale, da allora l’università ha negato quella caratterizzazione ma non è riuscita a spiegare la logica alla base della sua assenza. Secondo Asbury Park Press. L’università ha detto sabato che Stringer riceverà $ 872.988 nel contratto di pensionamento.

Rutgers è andato 11-20, incluso 3-14 nei Big Ten, in questa stagione.

Stringer è stata la prima allenatrice di basket maschile o femminile a dirigere tre diversi programmi per le Final Four, portando un significato nazionale a ogni scuola che tocca. Cheyney, un college storicamente nero dove ha allenato dal 1971 al 1983, ha guidato la sua prima partita del campionato NCAA nel 1982, quando i Wolves sono caduti in Louisiana Tech. In Iowa (1983-1995), ha trasformato la squadra di hockey, che aveva vinto solo sette partite a stagione prima del suo arrivo, in una forza, spingendoli alla loro prima semifinale nazionale nel 1993. Vendendo basket avanzato a Carver- Arena del falco.

READ  Quanto può LeBron James influenzare le azioni del figlio Bronney nella NBA? E forse più di quanto pensassi

Non ci volle molto perché lei ripetesse livelli di successo simili dopo aver preso il comando a Piscataway, NJ, nel 1995. Rutgers è passata alle prime Final Four nel 2000 e alla partita per il titolo nazionale nel 2007, in cui è caduta a Tennessee. Stringer ha portato gli Scarlet Knights a 10 campionati NCAA consecutivi dal 2003 al 2012, portandoli anche al titolo WNIT nel 2014. Dietro la sua valorosa difesa del marchio, le sue 37 stagioni da 20 vittorie, l’ultima nel 2019-20, sono state le più storia NCAA.

“Adoro la Rutgers University per l’incredibile opportunità che mi hanno dato e per le straordinarie vittorie che abbiamo ottenuto insieme”, ha detto Stringer. “C’è sempre un punto debole nel mio cuore per l’Università dell’Iowa e per la dottoressa Kristen Grant per avermi dato la mia prima posizione di tirocinio importante, quando io e mio marito ci siamo fidati di portare la nostra famiglia in Iowa. Era una forte sostenitrice dei diritti delle donne e questa è una responsabilità che ho difeso e per cui continuerò a lottare”.

Stringer ha anche contribuito a produrre 21 scelte WNBA, tra cui Sue Wicks, Cappie Pondexter ed Essence Carson oltre ai giocatori attuali. Telefono KiaE Principe EpifaniaE Erica Wheeler (che era senza parole), Petnia LaniMiglior giocatore delle finali WNBA Qleia rame E Ariella Gerantes.

“Per le giovani donne ho avuto la fortuna di aver allenato e guidato le donne e i leader di oggi, continuare a superare le barriere, continuare a spingere per il tuo posto al tavolo e sapere sempre chi sei”, ha detto Stringer.

“L’allenatore Stringer ti ringrazia per aver intensificato il nostro gioco”, ha twittato l’allenatore della Carolina del Sud Don Staley, che all’inizio di questo mese è diventato il primo allenatore di basket dai capelli neri a vincere più titoli della Prima Divisione. “La forza delle tue spalle ci ha permesso di stare in piedi. Conserveremo per sempre la tua eredità nei nostri cuori. Grazie, coach Stringer”.

READ  Phil Mickelson perde altri due sponsor dopo i controversi commenti sauditi

Tra gli altri premi Stringer, è stata tre volte National Coach of the Year e quattro volte Conference Coach of the Year, due volte nei Big Ten e due volte nel Big East. È stata anche assistente della squadra medaglia d’oro olimpica 2004 ad Atene.

Rutgers ha detto che lo stadio della Jersey Mike Arena sarà rinominato in onore dell’allenatore.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews