L’Agenzia Spaziale Europea sospende la missione su Marte con la Russia

Il rover ExoMars, una collaborazione tra l’Agenzia spaziale europea e l’agenzia spaziale russa Roscosmos, era in partenza per Marte nel settembre di quest’anno. Ma l’Agenzia spaziale europea ha affermato il mese scorso che l’invasione russa dell’Ucraina lo ha reso “altamente improbabile”.

La decisione di sospendere la cooperazione con Roscosmos al progetto è stata presa all’unanimità dal consiglio di amministrazione dell’Agenzia spaziale europea, riunitosi mercoledì e giovedì a Parigi per valutare la situazione causata dalla guerra in Ucraina. Il consiglio ha affermato di aver autorizzato uno studio per vedere se ci fossero opzioni per “andare avanti” per la missione.

Le finestre di lancio sono sensibili e tempestive per le missioni dirette a Marte dalla Terra. Il rover, noto come ExoMars e Rosalind Franklin in onore del chimico inglese e pioniere del DNA, doveva essere lanciato nel luglio 2020, ma è stato ritardato a causa della pandemia di coronavirus.

In una dichiarazione, l’agenzia spaziale ha affermato di deplorare profondamente “la perdita umana e le tragiche conseguenze dell’aggressione contro l’Ucraina. Riconoscendo l’impatto sull’esplorazione scientifica dello spazio, l’Agenzia spaziale europea è pienamente in linea con le sanzioni imposte dagli Stati membri su Russia.”

L'ex astronauta rinuncia alla guerra su Twitter con il capo dell'Agenzia spaziale russa

La missione mira a cercare la vita su Marte e indagare la storia dell’acqua sul Pianeta Rosso. Il rover ha la capacità di perforare 6,5 piedi (2 metri) sotto la superficie di Marte, dove gli scienziati sperano di trovare segni di vita.

Nonostante la sospensione della missione su Marte, l’Agenzia spaziale europea ha affermato che il programma della Stazione spaziale internazionale continua a funzionare come previsto.

READ  Weird Star produce la nova più veloce di sempre

“L’obiettivo principale è continuare le operazioni sicure della Stazione Spaziale Internazionale, compreso il mantenimento della sicurezza dell’equipaggio”.

Attualmente ci sono quattro cosmonauti della NASA, due cosmonauti russi e un cosmonauta europeo che vivono e lavorano a bordo dell’avamposto. Altri tre cosmonauti russi dovrebbero arrivare venerdì.

tali controversieDannosoa una missione della stazione spaziale, ha avvertito un funzionario della NASA. L’agenzia ha detto che sta ancora lavorando a stretto contatto con l’agenzia spaziale russa Roscosmos e L’astronauta della NASA Mark Vandy tornerà “sicuramente”. dalla stazione spaziale alla fine di questo mese a bordo di una navicella spaziale russa Soyuz come precedentemente pianificato.

Alla luce della situazione in Ucraina, l’Agenzia spaziale europea terrà una sessione straordinaria del consiglio direttivo dell’agenzia spaziale nelle prossime settimane, si legge nella nota.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews