La Russia afferma che la prima fase della guerra è finita, poiché i suoi progressi in Ucraina sembrano essersi bloccati

“In generale, i compiti principali della prima fase dell’operazione sono stati completati”, ha detto venerdì in una conferenza il colonnello generale Sergei Rutskoy, il primo vice capo di stato maggiore russo. “La capacità di combattimento delle forze armate ucraine è stata notevolmente ridotta.

I commenti di Rutsky arrivano quando i progressi della Russia sembrano essersi bloccati intorno alle principali città ucraine come Kiev e Kharkiv. Anche la Russia non ha avuto successo Superiorità aerea in Ucraina E ha subito pesanti perdite dall’inizio dell’invasione.

“Esperti pubblici e privati ​​sono stupiti di ciò che facciamo nell’area delle città ucraine bloccate”, ha detto Rutskoy. “Queste misure mirano a danneggiare le infrastrutture militari, l’equipaggiamento e il personale delle forze armate ucraine, i cui risultati non solo consentiranno loro di costruire le loro forze, ma impediranno loro anche di rafforzare il loro contingente nel Donbass, ma non consentiranno l’esercito russo a farlo fino a quando le aree DPR e LNR non saranno completamente liberate”.

Rutsky si riferisce alle regioni separatiste di Donetsk e Luhansk nell’Ucraina orientale, che la Russia ha riconosciuto prima della sua invasione.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’obiettivo di quella che i funzionari russi chiamano una “operazione militare speciale” in Ucraina è la completa militarizzazione del Paese. Putin ha detto che la guerra stava andando come previsto, ma le forze russe hanno subito pesanti perdite: nella stessa conferenza Rutskoy ha detto che 1.351 soldati erano stati uccisi e 3.825 feriti in Ucraina. Funzionari statunitensi, NATO e ucraini stimano che il bilancio delle vittime in Russia sia molto alto.

“Inizialmente, non avevamo in programma di attaccarli per prevenire la distruzione e ridurre al minimo le perdite per il personale e il pubblico”, ha affermato Rutsky. “Anche se non escludiamo una tale opportunità, i nostri punti di forza e i nostri mezzi si concentreranno sulla cosa principale: la completa liberazione del Donbass, poiché i singoli gruppi completano i compiti stabiliti e vengono risolti con successo”.

READ  Sarah Pauline ha annunciato che si candiderà al Congresso in Alaska

Al momento non si sa cosa farà dopo aver lasciato il posto.

L’esercito russo afferma di non prendere di mira civili o civili, nonostante le diffuse prove del contrario.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews