La Russia afferma che il commento di Biden secondo cui Putin “non può rimanere al potere” è preoccupante: aggiornamenti in tempo reale

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato lunedì che la dichiarazione del presidente Joe Biden nel fine settimana Il presidente russo Vladimir Putinin cui Biden ha detto: “Per Dio, quest’uomo non può rimanere al potere”, è una “dichiarazione sicuramente preoccupante”, secondo Reuters.

“Continueremo a seguire le dichiarazioni del presidente americano nel modo più attento”, ha detto Peskov.

La Slovenia riapre la sua ambasciata in Ucraina, mentre un diplomatico denuncia cautela e attentati

La Slovenia, membro della NATO, ha riaperto lunedì la sua ambasciata a Kiev dopo aver riportato lì un diplomatico, secondo l’Associated Press.

La mossa della Slovenia arriva dopo che il primo ministro Janez Jansa ha esortato i paesi dell’Unione europea a ripristinare la loro presenza a Kiev a sostegno dell’Ucraina. Jansa ha visitato Kiev questo mese con i primi ministri di Polonia e Repubblica Ceca.

“Siamo tornati”, ha detto lunedì su Twitter, aggiungendo che “le bandiere slovene ed europee stanno sventolando di nuovo davanti all’ambasciata slovena a Kiev”.

Il ministero degli Affari esteri sloveno ha citato l’incaricato d’affari provvisorio, Postjan Lisjak, che ha affermato al suo arrivo che la città era deserta e che allarmi ed esplosioni si potevano sentire da lontano.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

La Russia promuove aiuti alle città ucraine dopo settimane di bombardamenti

La scorsa settimana, il ministero della Difesa russo si è vantato di fornire assistenza a Città ucraine Ha passato settimane a bombardare con i razzi.

Il governo degli Stati Uniti, in coordinamento con i suoi alleati europei, ha annunciato mercoledì che le forze russe hanno commesso crimini di guerra in Ucraina prendendo di mira deliberatamente edifici noti per ospitare civili.

La Russia ha bombardato la città sudorientale di Mariupol, colpendo non solo obiettivi militari, ma edifici residenziali, ospedali per bambini e maternità e un teatro con la parola “bambini” scritta a grandi lettere bianche che si possono leggere dal cielo.

Ma giovedì, il ministero della Difesa russo si è rivolto a Telegram per promuovere il supporto umanitario che le sue forze stanno fornendo ai civili nella città sud-orientale.

“I soldati delle forze armate russe hanno consegnato un lotto di aiuti umanitari a Mariupol”, ha affermato il ministero della Difesa russo. “Nella regione centrale di Mariupol, i residenti locali hanno ricevuto circa 1.000 pacchi di cibo. I soldati russi e della Repubblica Democratica del Congo hanno lavorato per garantire la sicurezza dei residenti che sono giunti al punto di distribuzione degli aiuti umanitari”.

Per saperne di più su questa storia: La Russia promuove aiuti alle città ucraine dopo settimane di bombardamenti

L’Ucraina indaga su presunti video di sparatorie di prigionieri russi: rapporto

Il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Aristovich afferma che il suo paese sta indagando sui video pubblicati sui social media che presumibilmente mostrano Soldati ucraini Sparatoria alle gambe dei prigionieri russi.

“Il governo sta prendendo sul serio la questione e ci sarà un’indagine immediata”, ha detto domenica Aristovich, secondo i rapporti. “Siamo un esercito europeo e non prendiamo in giro i nostri prigionieri. Se questo si rivela reale, questo è un comportamento totalmente inaccettabile”.

“Vorrei ricordare ancora una volta a tutte le nostre forze militari, civili e di difesa che il maltrattamento dei prigionieri è un crimine di guerra che non ha amnistia ai sensi del diritto militare e non ha un termine di prescrizione”, ha aggiunto Aristovich.

Tuttavia, secondo il Washington Examiner, il comandante in capo dell’esercito ucraino accusa la Russia di “ruotare” i video.

Il giornalista russo in esilio spiega i rischi dell’attacco di Putin all’Ucraina: nessuna “vera strategia”

Un giornalista russo in esilio parla dei pericoli di Vladimir Putin, avvertendo che per lui non esiste una vera strategia. Attacco all’Ucraina Milioni di persone scappano per evitare gli attacchi russi.

La giornalista russa in esilio Regina Rivazova si è unita a “Fox & Friends First” per discutere di come Putin abbia gettato le basi per la guerra in Ucraina per anni.

“Vladimir Putin è ora in una trappola”, ha detto Rivazova ai conduttori Carly Shimkus e Todd Biro. “Cade in una trappola che ha costruito con cura per rimanere al potere dall’inizio degli anni 2000, quando ha inseguito per la prima volta i media, quando … ha inseguito gli uomini d’affari, il mondo degli affari della Russia; poi l’ultima parte è stata la sua opposizione all’interno del Paese”.

“Non credo che, ora, ci sia una vera strategia; [they are] Distruggi il più possibile”, ha continuato.

Per saperne di più su questa storia: Il giornalista russo in esilio spiega i rischi dell’attacco di Putin all’Ucraina: nessuna “vera strategia”

Le minacce di Putin di una guerra nucleare hanno innescato un’impennata nelle vendite di bunker privati

“Fox & Friends First” segnala un aumento delle vendite di bunker privati ​​in mezzo Le minacce di Vladimir Putin Guerra nucleare.

Cina: le sanzioni alla Russia stanno causando “danni inutili” al commercio

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha dichiarato lunedì che le sanzioni internazionali sono state imposte alla Russia a causa della loro persistenza Invasione dell’Ucraina Ha avuto un impatto negativo sul commercio tra Pechino e Mosca.

“Il problema attuale non è che nessun Paese sia disposto ad aiutare la Russia a eludere le sanzioni, ma che ci siano danni inutili al normale commercio con la Russia, anche tra Cina e Russia”, ha affermato Wang, secondo Bloomberg.

“Esortiamo gli Stati Uniti ad affrontare seriamente le preoccupazioni della Cina mentre affrontano la questione dell’Ucraina e le relazioni con la Russia e ad astenersi dal danneggiare i diritti e gli interessi legittimi della Cina”, ha aggiunto.

Cremlino: domani potrebbero iniziare i negoziati Ucraina-Russia in Turchia

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato lunedì che i colloqui tra Russia e Russia
Negoziatori ucraini
In Turchia potrebbe iniziare domani.

Funzionari ucraini e turchi inizialmente hanno detto che i colloqui potrebbero iniziare lunedì, ma Peskov ha detto che i funzionari erano appena arrivati ​​in Turchia oggi, secondo Reuters.

“Anche se non possiamo e non parleremo di progressi nei colloqui, il fatto che continuino a livello personale è ovviamente importante”, ha aggiunto.

Separatamente, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha osservato che ora non è il momento per questo Il presidente russo Vladimir Putin e l’incontro faccia a faccia di Volodymyr Zelensky.

“Un incontro tra Putin e Zelensky è necessario non appena ci avviciniamo alla risoluzione di tutti i problemi principali”, ha detto Lavrov, secondo Reuters.

Il Regno Unito afferma che l’esercito russo soffre di una “persistente mancanza di slancio e di morale”.

forze russe Lunedì in Ucraina hanno affrontato una “persistente mancanza di slancio e di morale” mentre cercavano di respingere i combattimenti aggressivi degli ucraini, ha affermato il ministero della Difesa britannico.

“Nelle ultime 24 ore, non ci sono stati cambiamenti significativi nelle disposizioni delle forze russe nell’Ucraina occupata”, ha affermato l’agenzia in un tweet su Twitter.

“La Russia ha conquistato la maggior parte del territorio nel sud vicino a Mariupol, dove continuano aspri combattimenti mentre la Russia cerca di controllare il porto”, ha aggiunto.

Zelensky afferma che l’Ucraina cerca di porre fine alla guerra “senza indugio”: rapporto

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che potrebbe dichiarare la neutralità e offrire garanzie di sicurezza alla Russia per garantire la pace “senza indugio”, ha riferito l’Associated Press.

Ma ha aggiunto che solo un incontro faccia a faccia con il presidente russo Vladimir Putin potrebbe porre fine alla guerra.

Un sopravvissuto all’Olocausto ricorda le atrocità vissute dalla Germania nazista durante l’attuale guerra in Ucraina

Quando le bombe sono cadute intorno a lei a Kiev, la capitale dell’Ucraina, Tatiana Zhuravliova, un’ebrea ucraina di 83 anni, ha detto di aver provato il panico che ha provato quando i nazisti hanno bombardato la sua città natale di Odessa.

“Tutto il mio corpo tremava e quelle paure si sono insinuate di nuovo in tutto il mio corpo – paure che non sapevo erano ancora nascoste dentro di me”, ha detto Zhuravliova all’Associated Press.

“Ora sono troppo vecchio per correre nel bunker. Quindi sono rimasto nel mio appartamento e ho pregato Dio che le bombe non mi uccidessero”.

Le perdite militari della Russia al 28 marzo: rapporto

I saldatori ucraini trasformano i veicoli donati in mezzi di trasporto utilizzabili in guerra

I lavoratori di un’officina di saldatura nella città di Leopoli, ucraina occidentale, aggiungono piastre di acciaio a un camioncino donato per l’uso durante la guerra.

“La nostra vittoria dipende da noi”, ha affermato Ostap Datsenko dall’Associated Press.

“Sto facendo quello che posso”, ha aggiunto.

Esperti: gli ucraini superiori stanno attirando gli aerei russi in trappole difensive

Un esperto dell’aeronautica americana ha detto a Fox News Digital che gli Stati Uniti potrebbero supportare meglio l’Ucraina fornendole armi, aerei e pezzi di ricambio per difendere il suo spazio aereo piuttosto che creare una no-fly zone.

“[The Ukrainians] ha detto John (C) Venable, comandante veterano e capo ricercatore dell’aeronautica presso la Heritage Foundation.

Yuri Henate, portavoce dell’aviazione ucraina, ha descritto la strategia del Paese come quella di attirare gli aerei russi nelle trappole della difesa aerea.

“L’Ucraina è stata efficace nel cielo perché stiamo lavorando sulla nostra terra”, ha detto. “Il nemico che vola nel nostro spazio aereo vola nell’area dei nostri sistemi di difesa aerea”.

Leggi di più qui: Gli ucraini superiori trascinano gli aerei russi in trappole difensive, hanno bisogno di aerei per difendere lo spazio aereo: esperti

Zelensky stabilisce le regole di base per l’accordo di pace e la Russia lo tiene d’occhio

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha rivelato domenica alcune delle regole di base del paese per un accordo di pace con la Russia, ma le autorità russe si sono mosse per censurare l’intervista, forse perché Zelensky ha anche affermato che mentre il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’invasione mirava a “screditare” l’Ucraina, non includeva colloqui di pace con la Russia, nessuna discussione sul presunto “nazista” ucraino.

Zelensky ha parlato con i media russi, dicendo che il suo paese è aperto a garantire la neutralità dell’Ucraina e il suo status di paese libero da armi nucleari, ma che i suoi rappresentanti non firmeranno alcun accordo fino al ritiro delle forze russe dal paese.

Il presidente ucraino ha anche affermato che l’intero processo dipendeva dal suo incontro di persona con Putin e dal popolo ucraino che accettava di indire un referendum per cambiare la costituzione, un referendum che non può essere tenuto mentre le forze russe rimangono in Ucraina.

Per saperne di più su questa storia: Zelensky stabilisce le regole di base per l’accordo di pace e la Russia lo tiene d’occhio

Il ministero degli Esteri ucraino ha affermato che il blocco russo di Mariupol ha causato danni “catastrofici”.

La Russia censura il piano di pace di Zelensky

Zelensky ha presentato i suoi piani di pace in un’intervista con i media russi domenica, dicendo che avrebbe accettato di mantenere l’Ucraina neutrale nei confronti della Russia (al di fuori della NATO) e di assicurarsi il suo status di non nucleare. Tuttavia, un regolatore russo ha censurato l’intervista, impedendo ai media di pubblicarla.

Per saperne di più qui.

Kiev afferma che la Russia intende dividere l’Ucraina

Kirillo Budanov, il capo dell’intelligence militare ucraina, ha accusato la Russia di cercare di dividere in due l’Ucraina, confrontandola con la Corea del Nord e quella del Sud, che si sono divise durante la guerra di Corea.

“Gli occupanti cercheranno di spingere i territori occupati in un’unica struttura quasi statale e di metterli contro un’Ucraina indipendente”, ha affermato Budanov in una dichiarazione rilasciata dal ministero della Difesa. Predisse che la guerriglia degli ucraini avrebbe rovinato tali piani.

Biden afferma di non sostenere il cambio di regime in Russia.

Dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato sabato in Polonia che il presidente russo Putin “non può rimanere al potere”, la Casa Bianca ha chiarito che gli Stati Uniti non stavano cercando un cambio di regime in Russia.

“Signor Presidente, ha chiesto un cambio di regime?” Alla domanda posta a un giornalista, Biden ha risposto con enfasi “No”.

clic qui La diretta di domenica.

READ  Le azioni cinesi scendono per le preoccupazioni relative al COVID-19, le preoccupazioni per le relazioni Pechino-Mosca

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews