La recessione statunitense di quest’anno probabilmente non è così: analisti di Nomura

L’economia statunitense è più probabile che no sprofondare nella stagnazione Gli economisti hanno avvertito lunedì di quest’anno che la Federal Reserve ha inasprito la politica monetaria nel tentativo di raffreddare l’inflazione elevata vecchia di decenni.

“Le interruzioni nei settori energetico e alimentare, insieme al calo della fiducia dei consumatori, stanno contribuendo a un incombente rallentamento economico negli Stati Uniti e oltre”, hanno scritto lunedì gli economisti di Nomura Aichi Amiya e Robert Dent in una nota.

Nel frattempo, è probabile che aumenti dei tassi della Fed più marcati del previsto danneggino la crescita nel breve termine.

“Con il rapido rallentamento dello slancio della crescita e l’impegno della Fed a ripristinare la stabilità dei prezzi, riteniamo che una lieve recessione che inizierà nel quarto trimestre del 2022 sia ora più probabile che no”, si legge in una nota della banca d’affari. Bloomberg.

Gli economisti di Nomura ora prevedono un rallentamento della crescita economica statunitense nell’anno fiscale 2022, con una crescita del PIL reale di appena l’1,8% rispetto a una precedente previsione del 2,5%. L’economia statunitense dovrebbe contrarsi dell’1% nell’anno fiscale 2023 invece di crescere dell’1,3% come inizialmente previsto dalla banca.

Tuttavia, secondo gli economisti, la recessione dovrebbe essere lieve poiché gli americani hanno accumulato budget solidi e accumulato risparmi. Il denaro consentirà ai consumatori di resistere alla recessione economica nonostante la politica restrittiva della Fed che renderà più costosi il credito e altre forme di prestito.

I critici hanno sostenuto che le politiche del presidente Biden hanno esacerbato l’inflazione.
AFP tramite Getty Images
prezzi della carne
Gli economisti di Nomura prevedono un calo del PIL nel 2023.
Getty Images

La Fed ha alzato i tassi di interesse di tre quarti di punto percentuale all’inizio di questo mese, segnando il più grande aumento della banca centrale dal 1994. Passi simili sono previsti per le riunioni della Fed di luglio, e forse anche oltre se i tassi rimangono elevati.

READ  Il mercato azionario rompe nuovi minimi mentre la Russia è "pronta a decollare"; È ora di vendere Tesla? investitore d'affari quotidiano

L’azione della Fed è stata annunciata pochi giorni dopo che l’indice dei prezzi al consumo di maggio ha riportato che l’inflazione era aumentata dell’8,6%, il tasso più veloce dal 1981.

“È probabile che l’inflazione mensile rimanga alta fino al 2022, riteniamo che la risposta della Fed alla deflazione sarà inizialmente attenuata”, hanno aggiunto gli economisti di Nomura.

La nota di Nomura è l’ultimo segnale che gli economisti e gli investitori sono scettici sulla capacità della Fed di progettare un “atterraggio morbido” per l’economia alzando i tassi di interesse senza causare una recessione.

Presidente Biden
Il presidente Biden ha insistito sul fatto che una recessione potrebbe ancora essere evitata.
Getty Images

L’ex segretario al Tesoro Larry Summers ha avvertito all’inizio di questo mese di una recessione “più probabilmente” entro i prossimi due anni. Il famoso economista di Allianz Mohamed El-Erian ha affermato a maggio che la “stagflazione” – un periodo di lenta crescita economica e persistenti aumenti dei prezzi – è “inevitabile”. Anche se l’economia sfugge alla recessione.

Nonostante i terribili avvertimenti, il presidente Biden e l’attuale segretario al Tesoro Janet Yellen hanno insistito sul fatto che una recessione non è inevitabile.

“Beh, mi aspetto che l’economia rallenti, sta crescendo a un ritmo molto veloce come l’economia – con il mercato del lavoro in ripresa e abbiamo raggiunto la piena occupazione, ora è normale aspettarsi una transizione verso una crescita costante e stabile. Ma io non credo che una recessione sia mai inevitabile”, Yellen ha detto su Questa settimana su ABC News la domenica.

prezzi della benzina
I prezzi del gas hanno raggiunto il massimo storico nelle ultime settimane.
Getty Images

Biden ha anche espresso ottimismo sulle prospettive economiche nonostante le crescenti critiche da parte dei repubblicani e di altri che affermano che le sue politiche hanno contribuito all’inflazione.

READ  I timori di recessione sono ovunque, ad eccezione della Casa Bianca

“Prima di tutto, non è inevitabile”, ha detto Biden la scorsa settimana. “In secondo luogo, siamo in una posizione più forte di qualsiasi altro paese al mondo per battere questa inflazione”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews