La Germania dice che si sta muovendo per tagliare il cordone sull’energia russa

La Germania ha pubblicato venerdì un rapporto che mostra che il paese ridurrà la sua dipendenza dall’energia russa prima di quanto molti pensino.

Robert Habeck, vicecancelliere e ministro dell’Economia, ha affermato che la Germania prevede di dimezzare le sue importazioni di petrolio russo entro la metà dell’estate e che è vicina alla fine delle importazioni entro la fine di quest’anno.

Ha detto che il fabbisogno di carbone russo potrebbe essere dimezzato nelle “prossime settimane”. Ha stimato che la Germania potrebbe essere libera dal gas russo entro la metà del 2024, se tutto andrà bene.

“Abbiamo compiuto grandi sforzi nelle ultime settimane, insieme a tutte le parti interessate, per importare meno energia fossile dalla Russia ed espandere la base di approvvigionamento”, ha affermato Habek.

Le dichiarazioni sono arrivate il giorno in cui Presidente Biden Si è impegnata ad aiutare l’Unione Europea a liberarsi dall’energia russa e si è impegnata a garantire altri 15 miliardi di metri cubi di gas naturale entro la fine di quest’anno.

Parlando a Berlino in una conferenza stampa dopo aver presentato un rapporto sullo stato di avanzamento Sicurezza energetica tedescaIl signor Habek ha detto che l’abbandono del gas russo sta avvenendo a un “ritmo folle”.

“Ogni contratto di fornitura che viene risolto danneggia Putin”, ha detto.

Il gas naturale russo, che la Germania riceve tramite gasdotti fissi, sarà il più difficile da decollare e richiederà terminali GNL e serbatoi galleggianti per GNL. Il governo si sta muovendo rapidamente per acquisire entrambi i tipi di strutture. La Germania attualmente importa il 55% del suo gas naturale dalla Russia.

READ  Il primo ministro Ranil Wickremesinghe afferma che lo Sri Lanka è "in bancarotta"

La Germania ottiene circa la metà del suo carbone dalla Russia, ma recentemente ha acquistato più forniture da altri paesi. Ha detto che la necessità di carbone russo potrebbe essere eliminata gradualmente entro l’autunno.

L’annuncio è arrivato il giorno dopo che i leader europei hanno combattuto per imporre più sanzioni alla Russia per punirli per la sua invasione dell’Ucraina. Mentre gli Stati Uniti e alcuni paesi dell’Europa orientale nella NATO hanno chiesto un boicottaggio immediato del carburante russo, la Germania e un certo numero di paesi più piccoli hanno insistito sul fatto che un boicottaggio energetico ora sarebbe troppo costoso.

Il signor Habek ha sottolineato le preoccupazioni per l’impatto del boicottaggio immediato.

“Anche se diventiamo più indipendenti dalle importazioni russe, è troppo presto per introdurre un embargo energetico in questo momento”, ha affermato Habek. “Le conseguenze economiche e sociali rimarranno molto gravi”.

Un certo numero di legislatori dell’opposizione, accademici e altri personaggi pubblici in Germania hanno firmato una lettera aperta, pubblicata giovedì sera, chiedendo alla Germania di boicottare l’energia russa. All’inizio della settimana, il cancelliere Olaf Schulz ha avvertito i legislatori tedeschi che un rapido arresto delle importazioni di gas russe potrebbe portare a Porta a centinaia di migliaia di perdite di posti di lavoro e stagnazione.

“Abbiamo ancora molta strada da fare e saremo in grado di dire addio al gas russo solo attraverso una dimostrazione di forza congiunta: il governo federale, gli stati, le autorità locali, le imprese e le famiglie private insieme”, ha affermato Habek. .

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews