La Corea del Sud ha lanciato la sua prima missione lunare su un razzo SpaceX

La Corea del Sud si è unita all’elenco dei paesi con piani ambiziosi nello spazio e giovedì è arrivata sulla luna.

Il suo primo veicolo spaziale lunare, chiamato Danuri, è stato pilotato verso lo spazio all’ora programmata alle 19:08 ET da un razzo SpaceX Falcon 9, che è decollato dalla Cape Canaveral Space Force Station in Florida. Dopo circa 40 minuti e una serie di lanci del motore, la navicella spaziale coreana si staccò dal secondo stadio del razzo e iniziò il suo viaggio verso la luna.

Quando raggiungerai l’orbita lunare, ti unirai a un veicolo spaziale della NASA, dell’India e della Cina che sta attualmente esplorando il compagno terrestre. Il carico utile della scienza Danuri studierà il campo magnetico della luna, misurerà la quantità di elementi e molecole come uranio, acqua ed elio-3 e fotograferà crateri scuri ai poli dove il sole non splende mai.

Originariamente conosciuta come Korean Lunar Pathfinder Orbiter, la missione è stata ora chiamata Danuri, una combinazione di parole coreane che significano “luna” e “divertirsi”. Sarà la prima missione spaziale della Corea del Sud oltre l’orbita terrestre bassa.

I suoi strumenti scientifici includono un magnetometro, uno spettrometro di raggi gamma e tre fotocamere. La NASA ha montato una delle telecamere, ShadowCam, che è abbastanza sensibile da catturare i pochi fotoni che rimbalzano dal terreno nei crateri lunari permanentemente scuri e in ombra. Questi crateri, situati ai poli lunari, rimangono per sempre freddi, al di sotto di meno 300 gradi Fahrenheit, e contengono ghiaccio d’acqua che si è accumulato nel corso dei secoli.

READ  Scopri un nuovo dinosauro carnivoro gigante con braccia minuscole come il T. rex

Il ghiaccio potrebbe fornire una storia congelata dei 4,5 miliardi di anni del sistema solare, nonché molte risorse per i futuri astronauti in visita. Il ghiaccio può anche essere estratto e fuso per fornire acqua e scomposto in ossigeno e idrogeno, fornendo sia aria respirabile agli astronauti che propulsori a razzo per i viaggiatori che desiderano decollare dalla luna verso altre destinazioni.

La Corea del Sud sta sviluppando i propri missili. il suo primo disegno, Naro-1, ha raggiunto con successo l’orbita al terzo tentativonel 2013. Da allora, il Korea Aerospace Research Institute – l’equivalente sudcoreano della NASA – ha spostato i suoi sforzi sul Nuri, un razzo a tre stadi più grande. Il Il secondo viaggio di Nouri A giugno è riuscito a mettere in orbita diversi satelliti.

Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica hanno inviato diversi veicoli spaziali robotici sulla Luna a partire dagli anni ’60. Il programma Apollo della NASA invia astronauti Lì dal 1968 al 1972. Poi il mondo ha perso quasi completamente interesse per la luna per tre decenni, ma è tornato il brusio dell’attività.

Negli ultimi anni, la Cina ha inviato diversi veicoli spaziali robotici di successo, inclusi tre lander. La NASA ha inviato lì diversi veicoli orbitali e sta reclutando società commerciali per inviare carichi utili sulla superficie lunare nei prossimi anni.

Il Giappone e l’Agenzia spaziale europea hanno lanciato missioni lunari e l’India ha inviato due orbiter sulla luna, sebbene un lander che accompagnava il secondo si sia schiantato, durante la sua discesa in superficie nel 2019.

READ  Starliner attracca per la prima volta alla ISS

Anche un’altra missione nel 2019, Beresheet, il lander costruito dall’organizzazione no-profit israeliana SpaceIL, si è schiantato mentre cercava di atterrare sulla luna.

Il veicolo spaziale sta intraprendendo un lungo percorso ad alta efficienza energetica verso la Luna. Si dirige prima verso il sole, poi ritorna per essere catturato in un’orbita lunare a metà dicembre. Questa “traiettoria balistica” richiede più tempo ma non richiede il lancio di un grande motore per rallentare il veicolo spaziale quando raggiunge la luna.

Danuri regolerà quindi la sua orbita a 62 miglia sopra la superficie lunare. La missione scientifica principale dovrebbe durare un anno.

Una piccola navicella spaziale finanziata dalla NASA, CAPSTONE, è in viaggio verso la Luna per esplorare un’orbita altamente ellittica, poiché la NASA prevede di costruire una base lunare per i futuri astronauti. Il raggiungimento dell’orbita lunare è previsto per novembre.

Ma il grande evento di quest’anno sarà Artemis 1, un test senza pilota del gigantesco razzo e capsula della NASA che riporterà gli astronauti sulla Luna nei prossimi anni. La NASA punta al lancio a fine agosto o all’inizio di settembre.

Due società commerciali, ispace del Giappone e Intuitive Machines di Houston, sperano di lanciare piccoli lander robotici sulla luna alla fine di quest’anno.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews