La Cina pianifica più missioni lunari dopo aver trovato un nuovo minerale lunare

La Cina prevede di lanciare tre missioni senza pilota sulla luna entro i prossimi 10 anni, mentre cerca di rivaleggiare con gli Stati Uniti nella nuova era dell’esplorazione spaziale.

Liu Jizhong, un funzionario del China Lunar Exploration Center and Space Program, ha affermato che la China National Space Administration, che è equivalente alla NASA, ha ricevuto l’approvazione per inviare tre orbitanti sulla luna come parte del programma lunare Chang’e. CCTV.

Per gli ultimi titoli, segui il nostro canale Google News online o tramite l’app.

L’annuncio è arrivato il giorno dopo che la Cina aveva annunciato di aver scoperto un nuovo minerale lunare, attraverso campioni recuperati dalla missione Chang’e-5. Chiamato Changesite-(Y), l’agenzia di stampa statale Xinhua lo ha descritto come una specie di cristallo colonnare trasparente incolore. Si dice che contenga elio-3, una specie simile che è stata ipotizzata come futura fonte di energia.

La Cina ha aumentato le sue ambizioni nello spazio negli ultimi anni, inviando sonde sulla luna, costruendo la propria stazione spaziale e puntando gli occhi su Marte, piani che la mettono in diretta concorrenza con gli Stati Uniti. La NASA ha un rover sul Pianeta Rosso e sta cercando di riportare gli astronauti sulla Luna anche in questo decennio. Entrambi i paesi stanno osservando i minerali lunari con l’aspettativa che le miniere spaziali saranno la prossima fonte di tensione.

Le due parti si sono scambiate barbe nelle ultime settimane, dopo il rinvio della missione americana Artemis I, la sua prima grande spinta per tornare sulla Luna in mezzo secolo. L’amministratore della NASA Bill Nelson ha accusato la Cina di aver rubato la tecnologia spaziale e il paese è stato criticato per i detriti spaziali.

READ  La navicella spaziale della NASA cattura una nuova straordinaria immagine delle lune di Giove Io ed Europa

Il programma di esplorazione lunare cinese è stato istituito nel 2004 e ha lanciato il suo primo veicolo spaziale tre anni dopo. Chang’e prende il nome dalla dea lunare cinese e recentemente si è concentrata sulla raccolta di campioni dalla superficie lunare.

Il programma Chang’e-7 mirerà al polo sud della luna, un’area che gli scienziati ritengono sia il posto migliore per trovare l’acqua. La NASA sta prendendo di mira anche quella parte della luna.

Liu, un funzionario del governo, ha detto sabato che la Cina alla fine mira a costruire una stazione di ricerca internazionale basata sulla luna.

Leggi di più:

Il GIC di Singapore finanzia la società missilistica indiana Skyroot prima del primo lancio

Gli astronauti cinesi fanno un giro nello spazio

La NASA e la Boeing puntano a febbraio 2023 per una missione Starliner con equipaggio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews