La brillante Serena Williams supera l’inizio tiepido per deliziare i fan degli US Open | Serena Williams

unS Serena Williams Cercando disperatamente di trascinarsi attraverso il primo set del match che avrebbe potuto essere la fine, ha lottato davvero duramente. Era stata inghiottita in una partita di servizio senza fine sul 5-3 e poteva solo lottare per resistere. Alla fine ha affrontato il suo quarto break point nel gioco, poiché la pressione aumentava ad ogni punto. E poi, come tale, ha riportato la corte di Arthur Ashe nel passato: un asso, un asso, un servizio senza risposta. Designazione. Williams si avvicinò al suo posto, strinse i pugni e ruggì in cielo.

Servizio, combattimento e comportamento sono state alcune delle pietre miliari chiave del tennis per due decenni e mezzo. Dopo queste settimane, probabilmente non saranno mai più visti.

Se c’era qualche dubbio sul significato dell’imminente partenza della Williams, lo spettacolo che l’ha accolta al suo arrivo all’Arthur Ashe Stadium per il suo potenziale torneo finale l’ha riportata a casa. Mike Tyson sedeva accanto a Martina Navratilova. Gladys Knight è apparso sul treno di mezzanotte per la Georgia suonando in sottofondo. Nel box dei pugili Williams, sua figlia, Olympia, è apparsa sugli spalti con perline nelle trecce, un momento perfetto.

Dopo che Danka Kovinić si è recata all’Arthur Ashe Course per applaudire rispetto al golf, l’ingresso di Williams è stato preceduto da un video narrato dalla regina Latifah. È entrata in un abito che luccicava dalla testa ai piedi in diamanti, dai capelli al mantello abbagliante che l’ha trascinata a corte. Entrambi i diamanti Kanye West dalla Sierra Leone e un ruggito assordante del pubblico hanno suonato il suo arrivo. Mentre si riscaldavano, gli schermi attorno al bordo dell’Arthur Ashe Stadium leggevano “Il più grande di tutti i tempi” e l’annunciatore ha raccontato i risultati di Williams in ogni minimo dettaglio.

Partecipando alle più grandi partite del mondo, la Williams è uscita dall’orlo del baratro e ha vinto tutti e quattro i Grandi Slam contemporaneamente. Al culmine della sua forza, quando Dominazione era il suo secondo nome, la sua forza mentale era impareggiabile. Ma non ha mai provato niente del genere, giocando con la consapevolezza che questa è la fine.

Sotto quella pressione, ha fatto bene e molto meglio rispetto alle sue ultime uscite. I suoi nervi erano naturalmente lì dall’inizio e ha saltato due volte nella partita di apertura. Anche dopo aver subito una frenata, non riusciva a calmarsi. Ogni ruggito del pubblico all’inizio suonava come un sgradito promemoria dell’importanza di questo momento, e con la sua mano anteriore che trapelava un passo falso involontario, all’inizio sembrava sopraffatta dalla questione.

Ma la Williams ha rifiutato di porre fine alla sua carriera con una sconfitta al primo turno. Ha lottato molto negli ultimi mesi, vincendo solo una volta nei precedenti tre singoli ed essendo stata sconfitta 6-4, 6-0 da Emma Radocano due settimane fa a Cincinnati. “Ero davvero emotiva a Toronto e Cincinnati”, ha detto in seguito. “È stato molto difficile. Non sto dicendo che non sia difficile ora. È ancora molto difficile perché amo assolutamente essere lì”.

Gayle King intervista Serena Williams in campo dopo la sua vittoria.
Gayle King intervista Serena Williams in campo dopo la sua vittoria. Foto: Justin Lin/EPA

La sua disperazione di porre fine alla sua carriera con una nota positiva era palpabile. Poteva sentire i passi dei suoi piedini che urlavano sul campo in ogni momento, i colpi che cadevano che la inseguivano nello sprint perfetto e i grugniti che permeavano ogni momento importante. Dalla sua scatola di giocatori, Rennae Stubbs, la sua nuova advisor per un solo torneo, ha approfittato delle nuove regole di coaching per esprimere affermazioni positive alte.

Tra le grida incessanti della folla, Kovinich ha brillato e presente, sconvolgendo la Williams con la sua costanza, lunghezza e prima di servizio in forte espansione. Ma dopo il suo inizio tiepido, Williams ha lentamente trovato il suo servizio e i punti liberi che ha aperto. Si è ripresa da un guasto per vincere il primo set e poi dopo aver lottato duramente con i dritti, e gli errori scorrevano liberamente, ha iniziato a scaricare con crescente libertà. Alla fine della partita, stava giocando come dovrebbe sempre, affermandosi da dietro la linea di fondo.

C’è stato un tempo, non molto tempo fa, in cui ogni vittoria della Williams era prevedibile. Quanto velocemente le cose cambiano. Quando la Williams ha affrontato la sua vittoria, ha fatto un’osservazione completamente diversa dal suo solito aspetto. “Tutto è un bonus per me”, ha detto. Dal pubblico, il sentimento era reciproco. Quando sono arrivato al punto di incontro, quasi tutti i fan di Arthur Ashe sono rimasti in piedi e hanno guardato l’intero ultimo punto in piedi, alzando il collo per dare un’ultima occhiata alla Williams in pieno svolgimento.

Dopo una carriera che ha infranto le aspettative, la Williams ha ottenuto troppo per credere in se stessa mentre affronta Annette Kontaveit, la numero 2 al mondo fuori forma. E ti dirigerai verso il loro secondo round determinato a creare almeno un ultimo momento distintivo. Anche adesso, all’età di 40 anni, con le sue recenti lotte, è difficile mettere in discussione la sua capacità di farlo.

Dopo la vittoria, Williams è rimasta in tribunale per la festa in cui hanno parlato Gayle King e Billie Jean King ed è stato riprodotto un video narrato da Oprah. Olympia, il marito di Williams, Alexis Ohanian, e sua sorella, Isha, erano a corte. Williams ha parlato al pubblico e nel mezzo dei suoi commenti, ha sottolineato succintamente perché questo è così importante. “Voglio solo che le persone siano ispirate”, ha detto Williams. “Vengo da Compton, California. E ce l’ho fatta.”

READ  Sono state annunciate le prime date delle partite di calcio di Clemson

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews