La bara della regina Elisabetta II compie un triste viaggio attraverso la Scozia

Edimburgo, Scozia – In un triste corteo reale, Regina Elisabetta IILa sua bara coperta di bandiera è stata lentamente trasportata attraverso la campagna scozzese domenica dal suo amato castello di Balmoral alla capitale scozzese, Edimburgo. Persone in lutto affollano le strade della città e i ponti autostradali o fiancheggiano le strade di campagna con auto e trattori per condividere uno storico addio al monarca che regnò per 70 anni.

La nave guidava pile di mazzi di fiori e altri oggetti mentre guidava un corteo di sette auto da Balmoral, dove la regina è morta giovedì all’età di 96 anni, in un viaggio di sei ore attraverso le città scozzesi fino al palazzo di Holyroodhouse a Edimburgo. La bara della defunta regina era avvolta nello stendardo reale della Scozia e sormontata da una corona di fiori della fattoria, compresi i piselli dolci, uno dei preferiti della regina.

Il sarcofago della regina era in volo indiretto verso la capitale. Dopo essere stata trasportata in aereo a Londra martedì, la bara sarà spostata mercoledì da Buckingham Palace a entrambe le Camere del Parlamento per rimanere nelle sue condizioni fino al funerale di stato presso l’Abbazia di Westminster il 19 settembre. Ha formalmente accettato un invito a partecipare al funerale e la First Lady Jill Biden lo accompagnerà.

La processione è stata un grande evento per la Scozia poiché il Regno Unito si prende giorni di lutto per il suo re più longevo, l’unico che gli inglesi abbiano mai conosciuto. La gente usciva presto per prendere uno spazio vicino alle barricate della polizia a Edimburgo. Nel pomeriggio, la folla era profonda come 10 persone.

READ  Toro nel luglio 2022

“Penso che sia sempre stata una costante nella mia vita”, ha detto Angus Ruthven, un impiegato statale di 54 anni di Edimburgo. “Era la regina sotto la quale sono nato, ed è sempre stata lì”. “Penso che ci vorrà un sacco di aggiustamento perché lei non è qui. È totalmente sorprendente.”

Il silenzio cadde sull’affollata Royal Mile di Edimburgo quando arrivò la nave che trasportava la regina. Ma quando il convoglio è scomparso alla vista, la folla ha iniziato ad applaudire spontaneamente.

Gran Bretagna - Re - Regina - Morte
Il corteo funebre della regina Elisabetta II mentre cammina per il miglio reale verso Holyrood House l’11 settembre 2022 a Edimburgo, in Scozia.

Jamie Williamson/Paul/AFP tramite Getty Images


Quando Hearts arrivò a Holyroodhouse, i membri del reggimento reale di Scozia, in camicie scozzesi verdi, portarono la bara davanti ai tre figli più piccoli della regina – la principessa Anna, il principe Andrea e il principe Edoardo – e nella sala del trono, dove doveva Rimarranno fino a lunedì pomeriggio affinché i dipendenti possano porgere gli ultimi omaggi.

Lunedì, il re Carlo III e sua moglie Camilla si recheranno a Edimburgo per unirsi a un’altra solenne processione che porterà la bara della regina alla Cattedrale di St Giles sul Royal Mile della città. La bara rimarrà lì per 24 ore in modo che il pubblico scozzese possa rendere omaggio prima che venga trasferita a Londra martedì.

Il primo villaggio attraversato dalla processione è stato Platter, dove i residenti vedono la famiglia reale come una vicina. In centinaia hanno guardato in silenzio e alcuni hanno lanciato fiori davanti alla sedia.

“Ha significato così tanto per le persone in questa zona. La gente piangeva ed è stato incredibile vederlo”, ha detto Victoria Pacheco, la direttrice della pensione.

In ogni città e villaggio scozzese, i cortigiani sono stati accolti con silenziose scene di rispetto. La maggior parte delle persone stava in silenzio. Alcuni hanno applaudito educatamente, altri hanno puntato la fotocamera del telefono verso le auto di passaggio. Nell’Aberdeenshire, gli agricoltori fiancheggiavano la strada con guardie d’onore dei trattori.

Lungo il percorso, la processione ha attraversato luoghi pieni di storia della Casa di Windsor. Questi includono Dice, dove nel 1975 la regina aprì ufficialmente il primo oleodotto del Mare del Nord del Regno Unito, e Fife, vicino all’Università di St Andrews, dove suo nipote, il principe William, ora principe di Galles, studiò e incontrò la sua futura moglie, Catherine.

La campagna festiva è arrivata domenica quando il figlio maggiore della regina è stato ufficialmente dichiarato nuovo re – re Carlo III – nel resto del Regno Unito: Scozia, Galles e Irlanda del Nord. È venuto un giorno dopo Cerimonia di inaugurazione ricca di fasto in Inghilterra.

“Sono pienamente consapevole della grande eredità e degli enormi doveri e responsabilità che il Sovrano ora mi ha lasciato in eredità”, ha detto Charles sabato.

Poco prima che il proclama fosse letto domenica a Edimburgo, un manifestante è apparso con un cartello che condannava l’imperialismo e esortava i leader ad “abolire la monarchia”. È stata presa dalla polizia. La reazione è stata mista. Uno degli uomini gridò: “Lascia perdere! Libertà di parola!” Altri gridavano: “Abbi rispetto!”

Tuttavia, ci furono alcuni fischi a Edimburgo quando Joseph Moreau, re di Lord Lyons, terminò il suo proclama con “Dio salvi il re!”

Ann Hamilton, 48 anni, ha detto che pensava che i fischi fossero “assolutamente scioccanti”.

“Ci sono decine di migliaia di persone qui oggi per mostrare il loro rispetto. E per loro essere qui, ad accarezzare le cose, penso che sia stato terribile. Se fossero contrarie, non sarebbero dovute venire”, ha detto.

Tuttavia, è stato un segno di come alcuni, comprese le ex colonie britanniche, stanno lottando con l’eredità della monarchia.

In precedenza, le dichiarazioni sono state lette in altre parti del Commonwealth, comprese l’Australia e la Nuova Zelanda.

Charles, anche se in lutto per la sua defunta madre, stava lavorando a Buckingham Palace, incontrando il Segretario generale e altri rappresentanti del Commonwealth. Molti in quei paesi lottano con affetto per la regina e persistente amarezza per i loro lasciti coloniali, che andavano dalla schiavitù totale alle punizioni corporali nelle scuole africane fino ai manufatti saccheggiati trovati nelle istituzioni culturali britanniche.

Il primo ministro australiano Anthony Albanese, che aveva iniziato a spianare la strada a una repubblica australiana dopo le elezioni di maggio, ha detto domenica che non era il momento di cambiare, ma di rendere omaggio alla defunta regina.

L’India, un’ex colonia britannica, ha segnato un giorno ufficiale di lutto, abbassando le bandiere a metà personale in tutti gli edifici governativi.

Tra il dolore che circondava la Casa di Windsor, c’erano accenni di una possibile riconciliazione familiare. Il principe William e suo fratello Harry, con le loro mogli, Catherine, principessa del Galles, e Meghan, duchessa del Sussex, Le persone in lutto sono felici Vicino al castello di Windsor con un’apparizione congiunta a sorpresa sabato.

A Ballater, il reverendo David Barr ha detto che i locali considerano i membri della famiglia reale come vicini di casa.

“Quando vieni qui e attraversi quei cancelli”, ha detto, “penso che la parte reale di esso rimanga principalmente all’esterno”. “E quando è entrata, è stata in grado di essere una moglie, una moglie amorevole, una madre amorevole, una nonna amorevole, e in seguito come una nonna amorevole – e una zia – ed essere normale”.

Elizabeth Taylor, di Aberdeen, aveva le lacrime agli occhi dopo che il cadavere che trasportava la bara della regina è passato attraverso Ballater.

“È stato molto emozionante”, ha detto. “Era rispettoso e ha mostrato la loro opinione sulla regina”. “Ha certamente reso un servizio a questo Paese, anche pochi giorni prima della sua morte”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews