La Banca d’Inghilterra alza i tassi di interesse per la quinta volta

Giovedì la Banca d’Inghilterra ha dichiarato che aumenterà il costo del prestito di 25 punti base all’1,25%, nonostante i timori che l’aumento dei prezzi stia già esercitando pressioni su famiglie e famiglie. gravare sulla crescita economica.

“Il personale della banca ora prevede un calo del PIL dello 0,3% nel secondo trimestre nel suo complesso, che è più debole di quanto previsto al momento del rapporto di maggio”, ha affermato la Banca d’Inghilterra in una nota.

“La fiducia dei consumatori è ulteriormente diminuita, ma altri indicatori della spesa delle famiglie sembrano essersi bloccati. Alcuni indicatori del sentiment delle imprese si sono indeboliti, sebbene finora siano rimasti più resilienti degli indicatori di fiducia dei consumatori e coerenti con una crescita positiva del PIL sottostante”, ha aggiunto .

La banca centrale ha affermato che tre membri del Comitato di politica monetaria volevano aumentare i tassi di interesse di 50 punti base all’1,5% – che sarebbe stato il più grande aumento degli ultimi 27 anni – ma gli altri sei membri hanno perso i loro voti.

L’impennata dei prezzi di cibo e carburante ha messo in difficoltà milioni di britannici La peggiore crisi del costo della vita degli ultimi decenni. L’inflazione annuale dei prezzi al consumo è salita al 9% in aprile – it Livello più alto dal 1992. La Banca d’Inghilterra prevede ora un aumento dell’inflazione leggermente superiore all’11% in ottobre.
La società di ricerca alimentare IDF ha dichiarato giovedì in un rapporto che il prezzo dei generi alimentari L’altezza può superare il 15% durante l’estate. Vietare l’esportazione di beni di prima necessità, compreso olio di palma dall’IndonesiaLa guerra in Ucraina, che ha limitato le esportazioni dalla regione, è tra i fattori che hanno portato all’inflazione dei prezzi alimentari, secondo il rapporto.

L’economia britannica è in uno stato deprimente. Il prodotto interno lordo è sceso dello 0,3% ad aprile, dopo un calo dello 0,1% a marzo, secondo i dati dell’Ufficio di statistica nazionale. La produzione in tutti e tre i principali settori – servizi, produzione e costruzioni – è diminuita per la prima volta da gennaio dello scorso anno.

La decisione della Banca d’Inghilterra arriva un giorno dopo quella degli Stati Uniti La Federal Reserve alza i tassi di interesse 75 punti base per controllare l’inflazione. Questo è il più grande aumento della Fed dal 1994.

George Buckley, capo economista di Nomura per il Regno Unito e l’Europa, ha detto alla CNN Business che è “comprensibile” che la Banca d’Inghilterra abbia deciso di aumentare i tassi in modo più modesto rispetto alla sua controparte statunitense.

READ  Le azioni sono in forte calo, i prezzi del petrolio sono in calo; GameStop avvita mentre Tesla incombe

Banca d’Inghilterra [thinks] Buckley ha affermato che l’attuale elevata inflazione danneggerà la crescita stessa e alla fine porterà a una riduzione dell’inflazione in futuro.

“La banca sta lottando con l’aumento dell’inflazione, ma allo stesso tempo con il rischio di una recessione, quindi è comprensibile le divergenze di opinione nella commissione ora su quanto sia necessario un inasprimento”, ha aggiunto.

Nicole Goodkind ha contribuito al reporting.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews