La Banca del Giappone mantiene la sua posizione pessimistica mentre il resto del mondo fa grandi visite

Kiyoshi Ota | Bloomberg | Getty Images

La Banca del Giappone ha lasciato i tassi di interesse invariati venerdì, rimanendo su un’anomalia rispetto ai suoi concorrenti globali aggressivi che stanno aumentando i tassi in modo significativo.

Anche la banca centrale Egli ha detto Comprerà le quantità necessarie di titoli di Stato giapponesi a tasso fisso per mantenere i rendimenti dei titoli di Stato giapponesi a 10 anni intorno allo 0%.

L’annuncio è in linea con le aspettative degli economisti di un sondaggio Reuters, che non si aspettavano cambiamenti nella politica monetaria della banca centrale nonostante la valuta giapponese. In bilico al minimo di 32 anni.

“La banca sosterrà i finanziamenti, in particolare per le imprese, manterrà la stabilità nei mercati finanziari e non esiterà ad adottare ulteriori misure di allentamento, se necessario”, ha affermato la banca nella sua dichiarazione di politica monetaria.

Il Yen Giapponese Si è leggermente indebolito dopo l’annuncio, che si è attestato su livelli intorno a 146,5 rispetto al dollaro USA. Il rendimento dei titoli di Stato giapponesi a 10 anni si è attestato allo 0,246% al di sotto del limite superiore del rendimento target della banca centrale.

Scelte di titoli e tendenze di investimento da CNBC Pro:

aumenta le aspettative di inflazione

Banca del Giappone Aspettative riviste L’inflazione al consumo core del paese raggiungerà il 2,9% nell’anno fiscale in corso rispetto alla precedente previsione del 2,3%. Ha anche spostato la sua previsione di inflazione core per l’anno fiscale successivo all’1,6% dall’1,4%.

“Permangono incertezze molto elevate per quanto riguarda l’economia giapponese”, ha affermato la Banca del Giappone nella sua dichiarazione. “I rischi per l’attività economica tendono a essere al ribasso. I rischi per i prezzi tendono a essere al rialzo”.

I funzionari sono rimasti resilienti alle notizie secondo cui il Giappone ha fatto un secondo intervento per difendere la sua valuta. Gli analisti hanno affermato che l’azione unilaterale sarà probabilmente limitata e che la valuta potrebbe continuare a indebolirsi ulteriormente nei confronti del dollaro fino a quando Colpisci 170 l’anno prossimo.

È probabile che il miglioramento dell’inflazione e delle aspettative di inflazione in Giappone svanisca poiché le principali economie avanzate trascinano il Giappone in recessione il prossimo anno.

Kim Mundy

Commonwealth Bank of Australia

I funzionari del Ministero delle Finanze del Giappone e della Banca del Giappone stanno attualmente “guadagnando tempo” per difendere la loro politica da falco, secondo Naohiko Baba, capo economista di Goldman Sachs.

“La loro strategia è quella di guadagnare più tempo possibile, intervenendo nel mercato valutario di tanto in tanto”, ha detto su “Squawk Box Asia” della CNBC.

“Non pensano che la politica monetaria dovrebbe essere utilizzata per affrontare quell’altra questione”, ha detto a proposito dello yen giapponese debole. “Se è così, [the] La Banca del Giappone deve aumentare significativamente i tassi di interesse”.

L’ultima decisione della Banca del Giappone è in linea con le previsioni della Commonwealth Bank of Australia per il paese che entrerà in recessione l’anno prossimo.

Lo ha detto l’economista Kim Mundy in un comunicato Nota.

“È probabile che il miglioramento dell’inflazione e delle aspettative di inflazione in Giappone svanisca poiché le grandi economie avanzate trascineranno il Giappone in recessione il prossimo anno”, ha affermato.

Il viceministro delle finanze per gli affari internazionali Masato Kanda Egli ha detto Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen rispetta la politica del Giappone di non rivelare se è intervenuto o meno nel mercato dei cambi.

READ  Le azioni scendono mentre gli investitori guardano ai dati chiave sull'inflazione e ai rapporti sugli utili

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews