La Banca centrale europea si prepara ad aumentare i tassi di interesse per la prima volta in 11 anni

La Banca centrale europea ha annunciato che aumenterà i tassi di interesse a luglio e settembre per contrastare l’inflazione record.

Daniel Rowland | Afp | Getty Images

FRANCOFORTE, Germania – Giovedì si prevede che il Consiglio direttivo della Banca centrale europea terrà colloqui profondi e franchi sull’entità del suo primo aumento dei tassi di interesse in 11 anni, poiché il costo della vita continua a crescere nella regione.

Il Euro È balzato a un massimo di quasi due settimane e i rendimenti dei titoli di Stato dell’eurozona sono balzati martedì mattina dopo che Reuters, citando una fonte, ha riferito che la Banca centrale europea valuterebbe se optare per un aumento di 50 punti base rispetto ai 25 punti base già fissati. in.

“È probabile che la BCE vorrà l’opzione di un aumento di 50 punti base a causa di qualcosa che ha visto nei dati sulle prospettive di inflazione non pubblicati”, hanno affermato Mark Wall e il suo team di Deutsche Bank Research in una nota recente.

“È anche possibile che l’opzione di aumento di 50 punti base aiuterà a negoziare i dettagli di un potente strumento anti-retail”, ha aggiunto, riferendosi al nuovo piano di stimolo che dovrebbe essere lanciato giovedì e che punta a rendimenti del debito più elevati nei paesi periferici. come l’Italia.

I dettagli di questo nuovo strumento anti-frammentazione saranno seguiti da vicino e arriveranno in un momento critico mentre l’Italia si confronta Un’altra grave crisi politica.

“Sebbene sia probabile che il presidente della BCE Lagarde sottolinei la natura temporanea dello strumento, date le circostanze eccezionali in cui si trova l’eurozona, sottolineerà anche la determinazione della BCE a garantire l’integrità dell’unione monetaria, e quindi tenterà di evocare”, ha detto Dirk Schumacher di Natixis alla nota di ricerca “Spirito di “qualunque cosa ci vuole”.

READ  Tesla perde sette punti nelle classifiche annuali di Consumer Reports

“La linea sottile che il presidente Lagarde deve percorrere qui – anche alla luce della situazione politica in Italia – aumenta i rischi di ‘incomprensioni’ e movimenti irregolari del mercato”, ha aggiunto Schumacher.

Il nuovo strumento e il significativo rialzo dei tassi arriveranno quando la Banca Centrale Europea si occuperà del suo compito principale: la stabilità dei prezzi. Record di inflazione nell’Eurozona per giugno Si è attestato all’8,6%, in aumento rispetto all’8,1% di maggio, e i prezzi alla produzione tedesca a giugno erano del 32,7% in più rispetto all’anno precedente. Tuttavia, ci sono segnali che le cose possono lentamente migliorare.

Gli analisti di Commerzbank hanno osservato: “I prezzi delle materie prime intermedie (esclusa l’energia) non sono aumentati così tanto come prima. Qui, il confronto anno su anno è diminuito per il secondo mese consecutivo, a causa, tra le altre cose, dei prezzi dei metalli leggermente inferiori .” Quando si guardano i dati recenti.

“Poiché i beni intermedi sono in anticipo sui prezzi al consumo in questo ciclo, ciò fa sperare che anche questi ultimi raggiungano il picco nei prossimi mesi”.

Le prospettive economiche sono a questo punto molto incerte a causa dei crescenti rischi di interruzioni del gas nelle prossime settimane. L’Europa si sta preparando per una prolungata chiusura delle forniture di gas russe mentre la manutenzione continua sul gasdotto Nord Stream 1, che trasporta il gas in Germania attraverso il Mar Baltico.

Alcuni temono che la sospensione della consegna venga estesa oltre il programma di 10 giorniostacolando i preparativi per le forniture invernali nella regione.

“È importante sottolineare che la BCE potrebbe dover continuare a inasprire la politica, anche durante una leggera recessione, se l’accelerazione dei salari e i prezzi dell’energia costantemente elevati faranno aumentare le aspettative di inflazione”, ha affermato Anatoly Annenkov in una nota di ricerca.

READ  Il volume degli scambi di bitcoin in Ucraina aumenta del 200% poiché la guerra russa suscita timori valutari

“Riteniamo che aumentare il tasso di interesse almeno al range più basso di stime del tasso naturale (1-2%) abbia senso per essere in una posizione migliore il prossimo anno per affrontare le aspettative di inflazione”, ha aggiunto.

Sam Meredith ed Elliot Smith della CNBC hanno contribuito a questo articolo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews