Juneteenth e Stock Market, Bitcoin si aggira a $ 20.000, il gas scende sotto i $ 5: aggiornamenti in tempo reale

Codice prezzo cambiano % modificare
USO $ 83,30 -4.37 -4,98%
CVX US $ 148,24 -7.34 -4,72%
XOM 86,19 USD -5.19 -5,68%

prezzi del petrolio
Lunedì è aumentato a causa di scambi instabili, per compensare le perdite precedenti, poiché l’inasprimento delle forniture ha oscurato le preoccupazioni sul rallentamento della crescita economica globale e sull’alimentazione della domanda.

I future sul greggio Brent sono aumentati di 42 centesimi, o dello 0,4%, a $ 113,54 al barile entro le 0633 GMT.

I prezzi del primo mese sono scesi del 7,3% la scorsa settimana, il loro primo calo settimanale in cinque anni. Il greggio US West Texas Intermediate era di $ 109,85 al barile, in aumento di 29 centesimi, ovvero dello 0,3%.

I prezzi del primo mese sono scesi del 9,2% la scorsa settimana, il primo calo in otto settimane.

Il petrolio dalla Russia, il secondo esportatore mondiale di petrolio, rimane fuori dalla portata della maggior parte dei paesi a causa delle sanzioni occidentali sull’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, azioni che la Russia chiama “operazione speciale”. T

Il suo impatto è stato mitigato in parte dal rilascio delle riserve petrolifere strategiche, guidate dagli Stati Uniti, e dall’aumento della produzione dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e dei suoi alleati, noti collettivamente come OPEC+, sebbene questo sia un indebolimento il cuscinetto mondiale contro ulteriori interruzioni dell’approvvigionamento.

La produzione petrolifera libica è rimasta instabile dopo il blocco imposto dai gruppi nell’est del Paese.

Il ministro del petrolio libico Mohamed Aoun ha dichiarato lunedì a Reuters che la produzione totale del Paese è di circa 700.000 barili al giorno. Un portavoce del ministero del Petrolio ha dichiarato la scorsa settimana che la produzione libica è scesa tra 100.000 e 150.000 barili al giorno.

READ  Le azioni guadagnano mentre il petrolio crolla, spera che l'Ucraina avanzi

Le esportazioni di prodotti petroliferi dalla Cina, un tempo un importante esportatore, hanno continuato a diminuire, restringendo le forniture globali.

I dati della dogana cinese di sabato hanno mostrato che le esportazioni di benzina del paese a maggio sono diminuite del 46% rispetto all’anno precedente e le esportazioni di diesel sono diminuite del 93% anche se la domanda interna si è bloccata, poiché le società erano a corto di quote di esportazione.

Le importazioni di petrolio greggio dalla Russia a maggio sono aumentate del 55% rispetto all’anno precedente a un livello record, sostituendo l’Arabia Saudita come principale fornitore, poiché le raffinerie hanno beneficiato della riduzione delle forniture a causa delle sanzioni imposte a Mosca.

Tuttavia, la produzione statunitense di petrolio e gas è in aumento.

clic qui Per più.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews