Il veterano dell’esercito russo Khudaryonok in una valutazione schiacciante della guerra in Ucraina

Distrutto l’equipaggiamento militare dell’esercito russo nella città di Bucha.

soba immagini | Razzo leggero | Getty Images

In un paese in cui i media e i commenti indipendenti sono scomparsi dalla vista del pubblico, è raro sentire voci di dissenso sulle numerose reti televisive statali russe, in particolare ora con il paese in guerra con l’Ucraina.

Ma un noto analista militare e veterano è diventato famoso questa settimana dopo essere apparso alla televisione di stato e aver dato una valutazione schiacciante dell’invasione dell’Ucraina, o di quella che la Russia chiama la sua “operazione militare speciale”.

“La situazione, francamente, per noi non potrà che peggiorare”, ha detto Mikhail Khodarionok, colonnello in pensione dell’esercito russo, nel talk show “60 Minutes” su Rossiya-1 TV condotto da Olga Scapieva, famosa per il suo filo-Cremlino posizione. .

“Non dovresti ingerire sedativi dei media”, ha detto Khodarionok all’ospite, avvertendo che l’Ucraina non era in alcun modo sul punto di essere sconfitta dalla Russia e che Kiev potrebbe radunare e armare un milione di uomini se lo volesse.

Khodaryonok, che è anche editorialista della difesa per gazeta.ru e laureato in una delle accademie militari russe, secondo Reuters, ha messo in guardia la Russia dall’invasione della vicina Ucraina, dicendo che non serve gli interessi nazionali della Russia.

Il suo consiglio non è stato ascoltato, la Russia è stata bloccata in un sanguinoso conflitto in Ucraina per quasi tre mesi con pochi guadagni territoriali significativi a est e sud, ed è probabile che l’invasione si trasformi in una lunga guerra di logoramento mentre i guerriglieri ucraini mostrano la loro coraggio. Il disprezzo di Mosca per la fermezza.

READ  L'Ucraina, che è stata attaccata dalla Russia a est, ha escluso un cessate il fuoco

Mosca ha già dovuto ridimensionare la sua apparente strategia di invadere l’Ucraina da nord, est e sud, e ora sta concentrando le sue forze di combattimento sull’Ucraina orientale, nella regione del Donbass.

Khudaryonok ha sottolineato che anche se l’Ucraina dovesse fare affidamento su centinaia di migliaia di coscritti che hanno ricevuto solo un rudimentale addestramento militare, ciò che è importante è che i loro cuori saranno in combattimento, e questo non sarà di buon auspicio per la Russia.

“Il desiderio di difendere la madrepatria significa che è in Ucraina – è già lì e intendono combattere fino alla fine”, ha detto Khudaryonok, prima di essere interrotto da Skabieva, che stava cercando di ridurre l’efficacia delle forze ucraine.

Reuters ha riferito che Khudarionok e Scapieva non sono stati contattati per un commento.

‘Il mondo è contro di noi’

Sulla scena mondiale, la Russia è ora ampiamente paria e sanzionata al limite, con ex alleati in Cina e India uniti per quanto tempo può durare il conflitto.

“Il principale difetto della nostra posizione politico-militare è che siamo in completo isolamento geopolitico – eppure non vogliamo ammetterlo – il mondo intero è praticamente contro di noi … e dobbiamo uscire da questa situazione”, Khudarionok ha continuato il talk show, in cui altri ospiti in studio sono apparsi sbalorditi dalle critiche sincere.

Mentre la Russia diventa sempre più isolata, l’Occidente appare più unito che mai. Gli alleati dell’Ucraina in Occidente continuano a fornire armi a Kiev e l’invasione russa ha portato l’alleanza militare occidentale della NATO (NATO) a rafforzare le sue misure di sicurezza. In effetti, l’invasione russa ha solo cementato l’alleanza con Finlandia e Svezia che ora stavano cercando di unirsi all’organizzazione.

La Russia ha basato il suo attacco all’Ucraina in gran parte sull’opposizione alla sua adesione alla NATO (una possibilità che non era imminente) e ha sempre incolpato la NATO per l’invasione, oltre ad aver accusato l’alleanza militare di prepararsi a invadere quello che Mosca considera territorio russo a est . Ucraina, dove si trovano due repubbliche filo-russe nella regione del Donbass.

Ma la sua risposta all’imminente espansione della NATO in Finlandia e Svezia è stata attenuata. Sebbene inizialmente avesse minacciato “passi di rappresaglia” contro l’allargamento, con il presidente Vladimir Putin che lo ha definito un “problema”, da allora ha affermato che l’allargamento non fa molta differenza. Gli analisti geopolitici osservano che la Russia può comunque fare ben poco per l’espansione, sebbene la Russia abbia minacciato di agire se l’infrastruttura militare della NATO fosse collocata in Svezia o Finlandia.

Khudaryonok ha affermato che la Russia ha bisogno di vedere la realtà della situazione in Ucraina: “La cosa principale nel nostro lavoro è avere un senso di realismo militare e politico: se vai oltre, il fatto della storia ti colpirà così duramente che non lo farà. So cosa ti ha colpito.

“Non agitare i razzi in Finlandia per sempre – sembra piuttosto divertente”, ha detto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews