Il vero mouse magico è stato realizzato da Logitech, non da Apple

Potremmo non sapere mai perché Apple insiste così insistentemente a caricare il mouse a testa in giù, come uno scarafaggio con le gambe in aria, generale dopo generale dopo generale.

Ma so questo: se vuoi usare il mouse Veramente Senti la magia, il prezzo è dannato, Logitech ha lo strumento giusto per te.

Quando voglio caricare il mio mouse wireless ora, non ho bisogno di collegare un cavo o inserirlo nel dock. In effetti, non penso affatto di caricare. Semplicemente… lo fa. Perché lo scorso Natale il mio generosissimo cognato mi ha comprato un mouse wireless che si ricaricava da solo.

Logitech Powerplay con G502 Lightspeed Mouse.
Foto di Sean Hollister/The Verge

Quello che stai guardando qui è un file Sistema di ricarica wireless Logitech Powerplay, è un tappetino per mouse con un caricatore wireless che invia magneticamente l’elettricità a un disco speciale. Logitech è stata venduta Dal 2017 – Finché Apple ci ha esposto allo scarabeo capovolto.

Per darti un’idea, ecco un file completamento Descrizione di cosa ho fatto una volta ricevuto questo prodotto:

  • Ho aperto il pacco
  • Ho messo il pad di ricarica sulla mia scrivania
  • È caduto un tappetino per mouse in tessuto morbido attaccato alla parte superiore
  • Ho rimosso il dongle USB wireless Logitech G502 Lightspeed Mouse dal mio computer
  • Collega invece il cavo USB di Powerplay
  • Taglia il disco magnetico nella parte inferiore del mouse
  • Accendi e spegni il mouse

poi, Non ho mai pensato di caricare di nuovo un mouse. Nemmeno questa storia in particolare.

Seriamente, sono passati tre mesi e non ho mai dovuto muovere un dito, perché si caricano tutti da soli. sempre. automaticamente. Semplicemente stando sul tappetino del mouse.

Fascino.

Queste sono letteralmente le istruzioni di installazione complete.
Foto: Logitech

Non ho mai recensito un prodotto perfetto prima, né sto dicendo che questo è un prodotto: odio sentirmi me stesso. Soprattutto per alcuni clienti atto Reclama i loro topi alla fine smetti di caricare Oppure il tappetino del mouse è stato staccato e ha dovuto essere fissato con nastro adesivo. Inoltre è incredibilmente costoso $ 120 solo per il mouse padIl mouse non è incluso. No, non funge anche da caricatore del telefono né utilizza Qi: funziona solo con il proprio disco magnetico, che si adatta solo a una manciata di mouse più costosi di Logitech, inclusi G502 Lightspeed, G703, G903, G Pro Wireless e G Pro X superleggero.

Tuttavia, ha una valutazione di 4,7 stelle su Amazon con Sorprendentemente poche recensioni negative. La lamentela più comune è che gli altoparlanti o le cuffie nelle vicinanze possono percepire un ronzio durante la ricarica, cosa che non ho notato io stesso.

Quello che ho notato finora è che non c’è nulla da notare. Funziona e basta. Non ci sono disconnessioni, interruttori di accensione e spegnimento e nulla da impostare. vero che Il file di spedizione non copre l’intero tappetino del mouse, ma non ci ho mai pensato davvero, né torno a un topo morto. Si anima sempre ogni mattina al lavoro e ogni sera gioco.

Alcuni utenti hanno Powerplay In tappetini per mouse più grandiQuesta è l’unica dimensione che Logitech vende.
Foto di Sean Hollister/The Verge

Probabilmente non fa male che lo uso con Logitech G502 Velocità della lucela nostra scelta di Il miglior mouse da gioco wirelessLa sua impugnatura ergonomica, numerosi pulsanti cliccabili ben posizionati, prestazioni impressionanti e peso regolabile lo distinguono dal Razer Mamba e dal Logitech G900 che possedevo prima. Ma questo è il mouse da $ 140, E non c’è sconto sul pacchetto con entrambi. Anche il mouse compatibile meno costoso, il G703 Lightspeed, di solito ti costerà $70 in vendita – Il pad di ricarica Powerplay è raramente in vendita.

Ma puoi fare quello che ho fatto io: prendi un mouse, usalo finché la batteria non ti dà fastidio, quindi aggiungi Powerplay. (Trova anche un genero decente mentre ci sei.)

Questa è stata un’idea, ricorda Andrew Conrad, che è stato CTO di Powerplay (e ha scritto la guida di riferimento) nel 2017. È stata progettata come la soluzione definitiva dal lato della domanda per i giocatori disposti a spendere di più per risolvere il problema della ricarica una volta per tutte tutti.

A quel tempo, c’era ancora uno stigma contro i mouse da gioco wireless e la durata della batteria ne faceva parte, mentre Razer Mamba e Logitech G900 mi hanno convinto che i giochi a bassa latenza sono possibili tramite wireless, nessuno dei quali può gestire molta carica dopo un pochi anni di utilizzo. Con il G900, Konrad afferma che, sebbene il sensore PMW3366 fosse in grado, utilizzava più energia rispetto ai nuovi sensori Logitech di Hero.

Logitech G900, con cavo di alimentazione e ricarica inserito.
Foto di Amelia Holowaty Krales/The Verge

Durante lo sviluppo di Hero, Logitech ha anche esaminato la ricarica wireless, ma all’inizio non gli piaceva quello che vedeva. Ricarica wireless Qi significa mantenere il mouse in un luogo stabile. Lo stesso con i supporti di ricarica wireless come Questo è HyperX. Razer e Mad Katz Modalità Super Condensatore per una ricarica istantanea In alcuni topi colpiti, ma ciò significava che avrebbero smesso di funzionare se li avessi rimossi dai loro pad di ricarica, e quei pad e mouse dovevano essere venduti come un set prezioso. “Volevamo creare una soluzione modulare”, afferma Konrad.

Logitech ha quindi spedito il suo laboratorio di ricerca e sviluppo a Losanna, in Svizzera, con questa idea, e ha escogitato una serie di antenne ad anello in grado di caricare lentamente un mouse – pensa giorni, non ore – anche mentre è in movimento.

“L’ho chiamato Dogbone quando l’ho visto per la prima volta”, dice Konrad, che ha fatto un viaggio alla struttura di ricerca e sviluppo durante lo sviluppo. “Erano tipo, ‘Sì, ma a causa del modo in cui i campi concentrici si sovrappongono che creano un punto caldo nel mezzo. “L’intero cuscino potrebbe essere coperto a causa di quei lobi.”

“In pratica è solo un gigantesco trasformatore mobile”, spiega. “Hai la bobina di avvolgimento più piccola che va all’avvolgimento più alto e il campo è abbastanza ampio che la carica di potenza è sempre maggiore della potenza totale del mouse”.

secondo dossier FCCopera a 6,78 MHz, come Il vecchio standard A4WP/Rezence Che è caduto nel dimenticatoio una volta che Samsung e Apple hanno dato invece il segnale Qi. Konrad non dice quanto credito potrebbero essere dovuti ai partner Logitech: la scheda di ricarica e il circuito stampato per il trasmettitore LG Innotek, ad esempio, sono entrambi nominati, anche se potrebbe essere solo un produttore.

L’altra cosa che trovo interessante del Powerplay Mouse Pad è che non è solo un caricabatterie. Funziona anche come ricevitore mouse wireless, quindi non è più necessario lasciare il dongle del mouse collegato al computer: tienilo all’interno del mouse per una facile presa e navigazione. Il file FCC appare lì Computer Arm Cortex-M3 completo a 32 MHz e un’antenna bluetooth all’interno, anche se Conrad sospetta che il bluetooth non sia stato effettivamente utilizzato. Dice che non è una parte funzionale del prodotto finale e Logitech utilizza invece il proprio pacchetto wireless “Lightspeed” a 2,4 GHz per connettersi a un mouse.

Il braccio scorrevole si trova all’interno dell’unità ricevente Logitech Powerplay.
Immagine tramite FCC

Ma per me, la cosa più strana del sistema Powerplay è quanto tempo è rimasto bloccato senza problemi, anche la confezione non è cambiata dal 2017. Questo prodotto vende davvero? Stando così le cose, dice Konrad, “le persone stanno comprando come un matto” e vale la pena che G502 Lightspeed, G Pro Wireless e G Pro Wireless Superlight siano diventati i mouse più popolari di tutti i tempi. Ma non può condividere i dati di vendita. Ammette anche che non lo usa lui stesso, ma piuttosto il più piccolo G305 che non ha spazio per un disco Powerplay. Invece di un tappetino per mouse con ricarica wireless, tiene una scatola di Energizer sotto la scrivania. “Mi dà fastidio una volta ogni sei-otto mesi.”

Nel complesso, la durata della batteria di un mouse da gioco è notevolmente migliorata dal 2017, con il recente G Pro X Superlight che ha una carica di 70 ore, rispetto alle 60 della generazione precedente, che di per sé erano il doppio rispetto al precedente generazione. I mouse con meno funzioni, come il G305 di Coonrad e i mouse della concorrenza, ora possono facilmente superare le 200 ore.

“Se è così bello, perché Logitech non ha quell’odore? La guerra al wireless è stata vinta”, afferma Conrad.

Nel 2022, sicuramente no Devi spendere centinaia di dollari solo per ottenere un mouse wireless che non muoia ogni settimana. Ma non è neanche lontanamente così magico in quanto non ha mai bisogno di essere ricaricato.

READ  Le migliori offerte di oggi: console di gioco 8BitDo, mouse da gioco Razer e altro ancora

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews