Il tasso di inflazione preferito dalla banca centrale è salito al 5,4% a marzo, il più alto dal 1983.

La misura dell’inflazione preferita dalla Federal Reserve ha mostrato un aumento delle pressioni sui prezzi a febbraio, salendo al livello annuale più alto dal 1983, ha affermato giovedì il Dipartimento del Commercio.

Escludendo i prezzi di cibo ed energia, The Indice dei prezzi delle spese per consumi personali Si tratta di un aumento del 5,4% rispetto allo stesso periodo del 2021, il più grande miglioramento fino all’aprile 1983.

Le misurazioni del titolo PCE, inclusi gas e generi alimentari, sono aumentate del 6,4%, la più veloce dal gennaio 1982.

Il maggiore aumento del PCE è stato in realtà del 5,5% inferiore rispetto alla stima del Dow Jones. Su base mensile, la misura è aumentata dello 0,4%, secondo le stime.

L’aumento dei prezzi ha ridotto la spesa dei consumatori, che è solo dello 0,2% in più rispetto alla stima dello 0,5% al ​​mese. Il reddito di spesa è aumentato dello 0,4%, leggermente al di sotto dell’aspettativa dello 0,5%, mentre il reddito disponibile effettivo è diminuito dello 0,2%. Il risparmio è aumentato di $ 1,15 trilioni, ovvero il 6,3%.

Altre notizie economiche di giovedì mattina, Lo ha detto il Dipartimento del Lavoro Il numero totale di richieste di disoccupazione iniziali per la settimana terminata il 26 marzo è stato di 202.000. Si tratta di 14.000 in più rispetto alla settimana precedente ed è stato preceduto da una stima di 195.000, ma è ancora inferiore rispetto a prima dell’epidemia del governo.

Il numero di richieste consecutive, una settimana dietro il numero del titolo e depositate nella seconda settimana, è sceso a poco più di 1,3 milioni, il livello più basso dal 27 dicembre 1969.

READ  Guida definitiva per acquistare una proteine whey nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Con l’inasprimento del quadro occupazionale, l’inflazione ha attirato maggiore attenzione poiché i prezzi continuano a salire.

La banca centrale ha reagito al rapido aumento dell’inflazione inasprindo la politica, con tassi di interesse previsti in aumento a marzo in ciascuno dei restanti sei incontri di quest’anno.

I prezzi delle materie prime sono aumentati dell’1,1% questo mese, l’aumento più rapido da ottobre 2021, sotto la pressione dei backup della catena di approvvigionamento che hanno sconvolto l’economia per gran parte dell’era epidemica. Queste questioni avrebbero dovuto essere “intermedie” e, quando alla fine si è arresa alla politica monetaria più espansiva della sua storia, è stata una spiegazione che la banca centrale ha dovuto abbandonare.

Tuttavia, l’aumento dei prezzi di febbraio è passato dai prodotti a lungo termine agli acquisti a breve termine. L’inflazione dei beni durevoli è stata pari, mentre i prezzi non sostenibili sono aumentati dell’1,8%.

L’inflazione dei servizi è stata relativamente modesta, con un aumento solo dello 0,3%.

Tuttavia, i prezzi dell’energia sono aumentati del 3,7% al mese – prima di diminuire a marzo – mentre l’inflazione alimentare è aumentata dell’1,4%.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews