Il razzo che colpirà la luna non è di SpaceX

Una veduta del booster missilistico cinese - non il secondo stadio del Falcon 9 - visto da un osservatorio in Italia il 6 febbraio 2022

Una veduta del booster missilistico cinese – non il secondo stadio del Falcon 9 – visto da un osservatorio in Italia il 6 febbraio 2022
foto: Il progetto del telescopio virtuale / Gianluca Massi

Un nuovo sguardo alle prove disponibili suggerisce che un razzo cinese colpirà presto la luna marzo — e Non SpaceX Falcon 9 Fase Due com’era Pensato in precedenza. Gli esperti dicono che è un “errore diretto” e un segno che sono necessari processi migliori per rintracciare la nostra spazzatura nello spazio.

noi prima menzionato In questa storia di fine gennaio, Come hanno fatto molti altri media. Il fatto che il booster SpaceX Falcon 9 fosse in rotta di collisione con la Luna ha attirato l’attenzione diffusa, comprese le trasmissioni in diretta. webcast Per catturare la nostra visione finale del booster trascurato. Un esperto di sicurezza anche con l’Agenzia spaziale europea bussare“Il prossimo impatto sulla luna Falcon 9 dimostra bene la necessità di un regime normativo completo nello spazio”, ha affermato.

Si scopre che tutto questo trambusto era diretto alla cosa sbagliata. Bill Gray, sviluppatore di Project Pluto, un programma software per il monitoraggio di oggetti vicini alla Terra, asteroidi, comete e altre cose nello spazio, ora Dice È un booster cinese di Missione Chang’e 5-T1 E non il booster Falcon 9 così com’è Raccontare mondo il mese scorso. È un errore sfortunato, ma anche comprensibile, secondo Dedicato Il modo in cui queste cose sono identificate e indicizzate.

Come ha spiegato Gray nelle sue note correttive, John Giorgini, uno scienziato del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, è stato il primo ad avvisarlo del potenziale errore. JPL non tiene traccia della spazzatura spaziale, ma traccia i veicoli spaziali attivi, inclusi Osservatorio climatico nello spazio profondo (DSCOVR), che è decollato nello spazio sette anni fa a bordo di un razzo Falcon 9 invischiato. Giorgini Gray ha riferito che la traiettoria di DSCOVR non era vicina alla Luna, quindi è improbabile che il razzo booster raggiunga la superficie lunare.

Ciò ha spinto Gray a tornare indietro e controllare i suoi risultati, poiché aveva originariamente identificato questo oggetto come un booster Falcon 9 nel 2015. Gli astronomi del Catalina Sky Survey hanno scoperto l’oggetto originariamente sconosciuto, dandogli la designazione segnaposto WE0913A. Gray lo esaminò poco dopo e concluse che era molto probabilmente correlato alla missione DSCOVR della NOAA. Come ha scritto sabato:

Ulteriori dati hanno confermato che sì, WE0913A ha superato la luna due giorni dopo il lancio di DSCOVR, e io e altri siamo giunti ad accettare l’identificazione con il secondo stadio come vera. L’oggetto era circa la luminosità che ci aspettiamo, è apparso all’ora prevista e si è mosso in un’orbita ragionevole.

Fondamentalmente, avevo ottime prove circostanziali per l’identificazione, ma niente di conclusivo. Non era affatto insolito. Riconoscere la spazzatura spaziale ad alta quota richiede spesso un piccolo lavoro investigativo e, a volte, non capiamo mai l’identificatore di un po’ di spazzatura spaziale; Ci sono alcune cianfrusaglie non identificate là fuori. (Almeno, non è stato ancora determinato.)

Con il booster Falcon 9 escluso, Gray ha esaminato le precedenti missioni spaziali che potrebbero spiegare l’oggetto, il che lo ha portato a potenziare dalla missione Chang’e 5-T1. Il razzo Long March 3C associato è stato lanciato il 23 ottobre 2014, inviando una piccola navicella spaziale sulla Luna in preparazione per una futura missione di ritorno del campione lunare.

Gray ha fornito le prove pertinenti, ma “in breve, sembra che la missione lunare cinese dovrebbe considerare tutto separatamente”, ha scritto. Jonathan McDowell, un astronomo dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, ha fornito ulteriori prove sotto forma di dati orbitali relativi ai cubi radio che hanno viaggiato durante il volo. Con questi dati combinati, Gray ha scritto: “Sono convinto che l’oggetto che sta per colpire la Luna il 4 marzo 2022 alle 12:25 UTC sia in realtà lo stadio del razzo Chang’e 5-T1”.

McDowell lo ha descritto come un “errore franco” in A RBagnato, affermando che l’incidente “conferma il problema della mancanza di un corretto tracciamento di questi oggetti dello spazio profondo”. L’ho contattato e gli ho chiesto chiarimenti.

“Beh, sarebbe un buon inizio per alcune delle organizzazioni ufficiali che hanno soldi – forse la NASA o l’Agenzia spaziale europea, o i Cobos delle Nazioni Unite. [the Committee on the Peaceful Uses of Outer Space]”Decidere che era qualcosa da fare”, ha risposto McDowell in un’e-mail. “Quindi assegna almeno una persona a fare questo, o parti di più.”

Vorrebbe anche vedere una raccomandazione delle Nazioni Unite in cui i paesi mettono a disposizione del pubblico i loro dati orbitali nello spazio profondo (cioè l’ultimo vettore conosciuto di un paese) per la loro spazzatura spaziale. Tali dati potrebbero essere forniti direttamente alle Nazioni Unite, ad esempio, ha affermato McDowell.

Il booster Long March 3C non mette a rischio la vita o l’equipaggiamento, ma il punto di McDowell è ben accolto: dobbiamo sapere cosa c’è là fuori e a chi appartiene. La responsabilità è importante, soprattutto ora che abbiamo lanciato più razzi nello spazio che mai Data. Il che mi ricorda che c’è ancora un falco negligente 9- Il booster sta fluttuando da qualche parte nello spazio. Le voci sulla sua morte imminente erano molto esagerate, quindi potremmo non aver sentito parlare dell’altra.

Di più: Il telescopio spaziale Webb si fa un selfie mentre allinea i suoi specchi dorati.

READ  L'ingegnosità dell'elicottero su Marte della NASA continuerà a volare fino a settembre (almeno)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews