Il presidente del Messico raddoppia il confronto di Hitler con un analista ebreo dopo la protesta

CITTÀ DEL MESSICO (Reuters) – Il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador ha detto giovedì di aver ragione a paragonare un importante ebreo messicano ad Adolf Hitler per via della sua mentalità politica, ignorando le proteste della comunità ebraica del Paese.

López Obrador ha dichiarato mercoledì che il direttore esecutivo della pubblicità e analista politico Carlos Alazrachi, un critico del presidente, è “Hitler”, spingendo la comunità ebraica messicana a rilasciare una dichiarazione in cui respinge le affermazioni come “inaccettabili”.

Lopez Obrador ha fatto riferimento ad Alazrachi dopo aver mostrato un video clip durante una regolare conferenza stampa del governo di quest’ultimo in una discussione con i politici dell’opposizione che hanno affermato che il Messico stava permettendo agli immigrati illegali dal Venezuela di entrare in un nuovo aeroporto. Il governo lo nega.

“È molto conservatore, come Hitler”, ha detto mercoledì Lopez Obrador.

La comunità ebraica messicana, in una dichiarazione, ha respinto l’uso del termine “Hitler” per riferirsi a qualcuno: “Qualsiasi confronto con il regime più sanguinario della storia è sfortunato e inaccettabile”.

I nazisti sotto Hitler uccisero 6 milioni di ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Alcuni politici dell’opposizione messicani sono stati offesi. Il membro del Congresso dell’opposizione Santiago Creel ha dichiarato in un tweet: “Il commento del presidente contro Carlos Alazrachi non solo viola la libertà di parola, ma è indegno e sproporzionato. Chiamare un membro di spicco della comunità ebraica ‘Hitler’ è molto orribile e anormale”. .

Giovedì, Lopez Obrador è tornato sull’argomento durante la sua consueta conferenza stampa, dicendo “Azaraki è un seguace dell’ideologia di Hitler”, riferendosi al capo della propaganda nazista Joseph Goebbels e al suo uso delle bugie per manipolare l’opinione pubblica.

READ  La Slovacchia invia il suo sistema di difesa aerea in Ucraina

“Questa è l’essenza della propaganda o della strategia di propaganda di Al-Azraqi”, ha detto il presidente, che spesso chiamava Goebbels quando cercava di screditare i suoi critici.

Per chiarire il suo punto, Lopez Obrador ha mostrato un breve video nel 2021 in cui Alazari ha affermato che la chiave per superare il Movimento di rinnovamento nazionale (MORENA) al governo del presidente era usare bugie e propaganda contro di esso.

Azraqi ha detto a Reuters di non riuscire a capire i commenti del presidente. Ha detto che le sue osservazioni nel passaggio sono state estrapolate dal contesto e che stava mettendo in chiaro che per competere con MORENA si doveva usare la propaganda come faceva il partito.

Giovedì Al-Azraqi ha anche pubblicato un video su Twitter in cui condanna le dichiarazioni di Lopez Obrador e afferma la sua opposizione alle sue politiche. Ha concluso dicendo di aver perdonato il presidente per gli insulti “perché non sai cosa stai facendo”.

López Obrador ha notato di avere disaccordi di lunga data con gli Alazraki, ma ha espresso rispetto per la comunità ebraica.

“Ho ottimi amici nella comunità ebraica”, ha detto.

(Segnalazione di Valentine Heller e Dave Graham a Città del Messico; Montaggio di Matthew Lewis)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews