Il piano del Regno Unito di inviare richiedenti asilo in Ruanda ha suscitato indignazione

LONDRA (AP) – Il governo conservatore britannico ha stretto un accordo con il Ruanda per inviare i richiedenti asilo a migliaia di chilometri di distanza nell’Africa orientale, con politici dell’opposizione e gruppi di rifugiati che lo denunciano come disumano, inefficace e uno spreco di denaro pubblico.

Il ministro dell’Interno Priti Patel ha visitato giovedì la capitale ruandese Kigali e ha firmato un accordo che definisce i due paesi una “partenariato per lo sviluppo economico”. Il progetto vedrà il governo del Regno Unito raccogliere alcune persone che vengono in Gran Bretagna su camion o piccole imbarcazioni attraverso il Canale della Manica e volare per 4.000 miglia (6.400 km) in Ruanda.

Gli immigrati utilizzano da tempo la Francia settentrionale come punto di partenza per raggiungere la Gran Bretagna, nascondendosi in camion o barche – o altre piccole imbarcazioni organizzate da gommoni e contrabbandieri – da quando l’epidemia di corona virus si è chiusa nel 2020. Più di 28.000 persone sono entrate nel Regno Unito su piccole imbarcazioni lo scorso anno, rispetto alle 8.500 del 2020. Dozzine sono state uccise, di cui 27 quando una barca si è capovolta a novembre.

Il primo ministro Boris Johnson ha affermato che è necessaria un’azione per evitare che “disgustosi rapitori abusino delle vittime e trasformino il canale in una tomba piena d’acqua”.

In un discorso vicino a Channel Beach, Johnson ha affermato che “chiunque entri illegalmente nel Regno Unito può ora essere trasferito in Ruanda”.

Il governo ruandese ha affermato che l’accordo durerà inizialmente cinque anni e la Gran Bretagna ha pagato 120 milioni (158 milioni di dollari) per integrare alloggi e migranti.

READ  La Corte Suprema sta bloccando la capacità dell'EPA di combattere il cambiamento climatico

Il ministro degli Esteri ruandese Vincent Bruda ha affermato che l’accordo era “per garantire che le persone siano protette, rispettate, autorizzate a perseguire le proprie ambizioni e, se lo desiderano, a immigrare permanentemente in Ruanda”.

Ha detto che più di 130.000 rifugiati provenienti da paesi tra cui Burundi, Congo, Libia e Pakistan erano già nel suo paese.

Johnson ha negato che il piano fosse “spietato”, ma ha riconosciuto che avrebbe inevitabilmente affrontato sfide legali e non sarebbe entrato in vigore immediatamente.

Il Ruanda è il paese più densamente popolato dell’Africa e la competizione per la terra e le risorse ha acceso decenni di tensioni razziali e politiche, culminate nel genocidio del 1994 in cui più di 800.000 Tutsi e Hood sono stati uccisi cercando di proteggerli. Gruppi per i diritti umani hanno ripetutamente criticato l’attuale governo del presidente Paul Gagam definendolo repressivo.

Tuttavia, Johnson ha sottolineato che il Ruanda è “completamente cambiato” negli ultimi due decenni.

Il Regno Unito afferma che i risultati della migrazione non si baseranno sul paese di immigrazione, ma dipenderanno dal fatto che abbiano utilizzato “mezzi illegali o pericolosi” per raggiungere il Regno Unito da un paese sicuro come la Francia. Non tutti questi arrivi sono considerati idonei per l’invio in Ruanda; Non è chiaro quali siano i criteri per prendere le decisioni.

Le precedenti politiche per l’invio di richiedenti rifugiati all’estero sono molto controverse.

Nel 2013, l’Australia ha iniziato a inviare richiedenti asilo in barca in Papua Nuova Guinea e nel piccolo atollo di Nauru, promettendo che a nessuno sarebbe stato permesso di stabilirsi in Australia. Questa politica ha posto fine alla rotta marittima della tratta di esseri umani dal sud-est asiatico, ma è stata ampiamente criticata in quanto annullava brutalmente gli obblighi internazionali dell’Australia.

READ  Denzel Washington parla pubblicamente di Will Smith che ha schiaffeggiato gli Oscar

Tra il 2014 e il 2017, Israele ha inviato migliaia di persone in Ruanda e Uganda nell’ambito di un controverso e segreto programma di “volontariato”. Si ritiene che alcuni siano stati lì perché altri stavano cercando di raggiungere l’Europa.

Steve Waltz-Symonds, direttore dei rifugiati nel Regno Unito di Amnesty International, ha affermato che “le scioccanti idee sbagliate del governo britannico fanno molto per sprecare ingenti somme di denaro pubblico e causare più miseria”.

Enver Solomon, amministratore delegato del Refugee Council con sede nel Regno Unito, lo ha definito “pericoloso, atroce e disumano”.

Il leader dell’opposizione ruandese Victor Ingabre ha detto all’AP che la decisione del suo governo di ammettere gli immigrati è discutibile e che il paese è anche una fonte di rifugiati.

“Il Ruanda continua a essere classificato come uno dei paesi più sicuri al mondo, ma allo stesso tempo la sua gente continua a essere infelice”, ha affermato.

I governi britannico e francese hanno lavorato per anni per fermare i viaggi attraverso i canali, senza molto successo, e spesso cambiare la colpa di chi è la colpa del fallimento.

Il governo conservatore della Gran Bretagna ha avanzato proposte che non sono tutte realizzabili, inclusa la creazione di una macchina a onde nel canale per far arretrare le barche. Johnson ha detto giovedì che la Royal Navy sarebbe stata responsabile della risposta ai piccoli traghetti, ma ha respinto l’idea di spingere le navi verso la Francia in quanto troppo pericolosa.

Molti dei siti precedentemente proposti per l’invio di migranti nel Regno Unito, tra cui la remota Isola dell’Ascensione, l’Albania e Gibilterra, sono stati talvolta respinti con rabbia da paesi discutibili.

READ  L'Unione Europea ha approvato un divieto parziale delle importazioni di petrolio russo

Il progetto in Ruanda deve affrontare ostacoli nel parlamento e nei tribunali britannici. Il governo conservatore di Johnson ha introdotto un nuovo e severo disegno di legge sull’immigrazione che renderà più difficile per le persone che entrano nel paese chiedere asilo in modi non autorizzati e consentirà ai richiedenti asilo di essere sottoposti a screening all’estero. Non è stato ancora approvato dal Parlamento e la Camera dei Lord sta cercando di diluire alcune delle sue regole più eclatanti.

I politici dell’opposizione hanno accusato il governo di cercare di distogliere l’attenzione dalla corruzione nei partiti di governo che hanno violato l’epidemia.. Johnson si oppone alle richieste di dimissioni delle parti dopo essere state multate dalla polizia.

Il piano ruandese può piacere ad alcuni sostenitori conservatori e fare notizia, ma è “inattivo, costoso e immorale”, ha affermato il legislatore laburista Lucy Powell.

“Penso che si tratti di affrontare piccole barche e la stessa barca che affonda del primo ministro”, ha detto Powell alla BBC.

___

Ignatius Susuna a Kigali, Ruanda e Andy Meltrum a Johannesburg, in Sud Africa, hanno contribuito alla storia.

___

Segui i problemi di migrazione di AP su https://apnews.com/hub/migration

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews