Il nuovo Primo Ministro britannico Truss ha promesso di affrontare la crisi energetica e un’economia vacillante

Londra (AFP) – Liz Truss Martedì è diventata Primo Ministro del Regno Unito e si è trovata subito ad affrontare i compiti scoraggianti che la attendono: frenare i prezzi elevati, rilanciare l’economia, alleviare i disordini sindacali e riformare un sistema sanitario nazionale gravato da lunghe liste d’attesa e carenza di personale .

Truss inizia presto a nominare membri di alto livello nel suo gabinetto mentre si occupa di una posta in arrivo dominata dalla crisi energetica causata dall’invasione russa dell’Ucraina.che minaccia di pagare le bollette dell’energia A livelli insostenibili, chiudere le attività e lasciare i più poveri del Paese Tremare a casa quest’inverno.

Truss, la terza donna primo ministro della Gran Bretagna, ha nominato una squadra numerosa, diversa per genere ed etnia, ma fedele a lei e alle sue politiche di libero mercato. Kwasi Quarting è diventata la prima donna nera a capo del Tesoro del Regno Unito e Teresa Coffey la prima vice primo ministro donna. Altri incarichi includono James Cleverly come Segretario di Stato e Suella Braverman come Segretario degli Interni, responsabile dell’immigrazione e dell’ordine pubblico.

Truss, che ha tenuto il suo primo discorso fuori dalla sua nuova casa di Downing Street in una pausa tra una pioggia battente, ha detto che avrebbe tagliato le tasse per stimolare la crescita economica, sostenere il Servizio Sanitario Nazionale e “affrontare direttamente” la crisi energetica, anche se ha fornito pochi dettagli su come queste politiche saranno attuate. Giovedì dovrebbe rivelare i suoi piani energetici.

I media britannici hanno riferito che Truss intende porre fine alle bollette energetiche. La mossa potrebbe costare ai contribuenti 100 miliardi di sterline (116 miliardi di dollari).

“Non dovremmo essere intimiditi dalle sfide che dobbiamo affrontare”, ha detto Truss nel suo primo discorso. come primo ministro. “Non importa quanto sia forte la tempesta, so che il popolo britannico è più forte”.

Truss, 47 anni, si è insediato all’inizio della giornata al castello di Balmoral in Scozia, quando la regina Elisabetta II le ha chiesto formalmente di formare un nuovo governo con una cerimonia. È dettato da secoli di tradizione. Il primo ministro uscente Boris Johnson si è dimesso formalmente durante il suo incontro con la regina poco prima, due mesi dopo aver annunciato la sua intenzione di dimettersi.

READ  L'organismo antifrode dell'Ue accusa Marine Le Pen di appropriazione indebita | Francia

È stata la prima volta nei 70 anni di regno della regina che il potere è stato ceduto a Balmoral, piuttosto che a Buckingham Palace a Londra. La cerimonia è stata spostata in Scozia per confermare il programma, poiché la regina di 96 anni ha avuto problemi di mobilità che hanno costretto i funzionari del palazzo a prendere decisioni sui suoi viaggi su base giornaliera.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ricevuto una chiamata da Truss il primo giorno. Ho parlato anche con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Ze libri; emslyy su Twitter: “Sono stato il primo ad avere una conversazione tra leader stranieri con il neoeletto primo ministro britannico, Liz Truss. Invitandola in Ucraina. Ho ringraziato il popolo britannico per la sua leadership nel sostegno militare ed economico all’Ucraina”.

Biden, che ha lavorato a stretto contatto con Johnson di fronte all’invasione russa dell’Ucraina, si è affrettato a congratularsi con Truss.

“Non vedo l’ora di approfondire le relazioni speciali tra i nostri due paesi e di lavorare in stretta cooperazione sulle sfide globali, incluso il sostegno continuo all’Ucraina mentre si difende dall’aggressione russa”, ha affermato su Twitter.

L’ufficio di Truss ha affermato che lei e Biden hanno discusso della guerra in Ucraina e della cooperazione in materia di difesa, nonché di questioni economiche e del mantenimento dell’accordo del Venerdì Santo britannico-irlandese. I leader avrebbero dovuto incontrarsi presto di persona, probabilmente intorno alla riunione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite di questo mese a New York.

Truss è diventato primo ministro il giorno dopo che il partito conservatore al potere l’ha scelta come leader del partito in un’elezione in cui 172.000 membri del partito paganti erano gli unici elettori. Come leader del partito, Truss è diventato automaticamente primo ministro senza la necessità di elezioni generali perché i conservatori avevano ancora la maggioranza dei legislatori alla Camera dei Comuni.

READ  Una nuova variante di omicron XE è stata scoperta in Giappone con casi in aumento nel Regno Unito

Ma in quanto leader nazionale scelto da meno dello 0,5% degli adulti britannici, Truss è sotto pressione per mostrare risultati rapidi.

Ed Davey, il leader dell’opposizione Liberal Democratici, martedì ha chiesto elezioni anticipate in ottobre, cosa che è altamente improbabile che Truss e il Partito conservatore facciano poiché i conservatori sono in ritardo nei sondaggi.

Johnson, 58 anni, è diventato primo ministro tre anni fa dopo che il suo predecessore, Theresa May, non è riuscito a realizzare la Brexit. Johnson ha successivamente ottenuto una maggioranza di 80 seggi in Parlamento con la promessa di “fare la Brexit”.

Ma è stato costretto a lasciare l’incarico da una serie di scandali culminati con le dimissioni di decine di ministri del governo e funzionari di basso livello all’inizio di luglio.

Johnson ha sempre detto che era colorato, “come uno di quei razzi booster che ha fatto il suo lavoro”.

“Ora rientrerò delicatamente nell’atmosfera e cadrò invisibilmente in un angolo remoto e misterioso del Pacifico”, ha detto.

Molte persone in Gran Bretagna stanno ancora imparando a conoscere il loro nuovo leader, un ex contabile entrato in Parlamento nel 2010.

A differenza di Johnson, che è diventato una celebrità dei media molto prima di diventare primo ministro, Truss ha scalato silenziosamente i ranghi dei conservatori prima di essere nominata Segretario di Stato, uno dei massimi incarichi del gabinetto, solo un anno fa.

Truss è sotto pressione per spiegare come intende aiutare i consumatori a pagare le bollette energetiche domestiche che dovrebbero salire a una media di 3.500 sterline ($ 4.000) all’anno – tre volte il costo dell’anno scorso – il 1 ° ottobre a meno che non intervenga.

READ  Perché gli Stati Uniti hanno quasi conquistato la Repubblica Dominicana

I prezzi di cibo ed energia sono aumentati vertiginosamente a seguito dell’invasione dell’Ucraina E le conseguenze di COVID-19 e Brexit, hanno spinto l’inflazione nel Regno Unito oltre il 10% Per la prima volta in quattro decenni. La Banca d’Inghilterra prevede che raggiunga il 13,3% in ottobre e che il Regno Unito scivolerà in una prolungata recessione entro la fine dell’anno.

Macchinisti, impiegati portuali, netturbini, impiegati delle poste e avvocati hanno organizzato scioperi per chiedere salari più alti per tenere il passo con l’inflazione, e altri milioni, dagli insegnanti agli infermieri, potrebbero ritirarsi nei prossimi mesi.

In teoria, Truss ha il tempo di lasciare il segno: non deve indire elezioni nazionali fino alla fine del 2024. Ma i sondaggi d’opinione stanno già dando all’opposizione laburista un vantaggio costante, e più peggiora l’economia, maggiore è la pressione.

Oltre ai problemi interni della Gran Bretagna, Truss e il suo nuovo governo affronteranno anche molteplici crisi in politica estera, inclusa la guerra in Ucraina e le gelide relazioni con l’Unione Europea dopo la Brexit.

Truss, in qualità di ministro degli Esteri, è stato un convinto sostenitore della resistenza dell’Ucraina alla Russia.

Truss si è anche impegnato ad aumentare la spesa per la difesa del Regno Unito al 3% del PIL da poco più del 2%, un’altra promessa costosa.

Fuori da entrambe le camere del Parlamento, Rebecca McDougall, 55 anni, che lavora nelle forze dell’ordine, ha detto che il tempo dirà se Truss può cambiare le cose.

McDougall ha notato che “fa promesse in tal senso, dicendo che consegnerà, consegnerà, consegnerà”. “Ma nelle prossime settimane vedremo, si spera, alcuni annunci che aiuteranno il lavoratore medio”.

___

Le scrittrici dell’Associated Press Susie Blan, Sylvia Howe, Joanna Kozlowska e Quyun Ha a Londra e Zeke Miller a Washington hanno contribuito a questa storia.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews