Il ministro dell’Economia tedesco esclude la continuazione dell’esercizio di centrali nucleari per risparmiare gas

Il ministro tedesco dell’economia e dell’azione per il clima Robert Habeck parla durante una conferenza stampa sul futuro utilizzo del gas naturale liquefatto (GNL), a Berlino, Germania, il 16 agosto 2022. REUTERS/Lisi Niesner/file Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Il ministro dell’Economia afferma che le centrali nucleari forniscono gas minimo
  • Potrebbe essere necessario continuare a far funzionare l’impianto in Baviera per la stabilità della rete
  • Schulz afferma che i risultati dello stress test della centrale nucleare saranno disponibili entro poche settimane

BERLINO (Reuters) – Il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha escluso domenica di prolungare la vita delle tre centrali nucleari rimaste nel Paese per risparmiare gas, affermando che risparmierebbero al massimo il 2% sul consumo di gas.

Durante una discussione con i cittadini in occasione dell’open day del governo, ha affermato che questi risparmi non sono stati sufficienti per riaprire il dibattito sull’uscita dall’energia nucleare alla luce del consenso su questo argomento.

L’ex cancelliera Angela Merkel ha varato una legge per fermare l’uso dell’energia nucleare entro la fine di quest’anno dopo il disastro nucleare di Fukushima nel 2011 con la maggioranza degli elettori. Ma gli atteggiamenti stanno cambiando tra i timori di una crisi energetica questo inverno sulla scia di un calo delle spedizioni di gas russe, con la stessa alleanza tripartita divisa sulla questione. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“È una decisione sbagliata visto quanto poco possiamo risparmiare”, ha detto Habeck, un membro del Partito dei Verdi, le cui radici risalgono al movimento antinucleare degli anni ’70 e ’80.

READ  Il Giappone consentirà a gruppi turistici limitati da maggio come passaggio per la piena riapertura

Dall’altra parte del dibattito, il ministro delle Finanze Christian Lindner dei Liberal Democratici pro-business ha ribadito la sua posizione secondo cui sarebbe meglio prolungare la vita delle centrali nucleari per un periodo limitato piuttosto che riavviare le centrali a carbone.

“Non dovremmo essere troppo precisi, ma ci riserviamo tutte le possibilità”, ha detto, aggiungendo che sarebbe aperto a una proroga “per diversi anni” nelle circostanze attuali.

A parte la controversia sulle misure per il risparmio di gas, Habeck si è detto disponibile a prolungare la vita di una delle centrali nucleari in Baviera se lo stress test dimostrerà che ciò è necessario per garantire la stabilità e l’approvvigionamento della rete elettrica in inverno , Egli ha detto.

Habic ha accusato lo stato meridionale e il polo manifatturiero, che fa affidamento su centrali elettriche a gas e ha poche centrali a carbone, di contribuire potenzialmente ai problemi non riuscendo a costruire la produzione di energia eolica e a migliorare la rete.

Il fatto che la Germania sia costretta a fornire elettricità alla Francia a causa del calo della produzione nucleare è un altro fattore del gioco.

Il cancelliere tedesco Olaf Schulz ha affermato che il risultato dello stress test arriverà verso la fine del mese o l’inizio del prossimo mese e solo allora verrà presa una decisione.

Ha affermato che la situazione in Francia, dove quasi la metà dei suoi reattori è fuori servizio a causa di problemi di corrosione e manutenzione, ha mostrato quanto potrebbe essere problematica la tecnologia.

Ha detto che i nuovi impianti erano così costosi da portare a prezzi dell’elettricità più alti, a differenza delle energie rinnovabili.

(relazione Marcus Wackett e Andreas Reinke); Scritto da Sarah Marsh; Montaggio di David Evans

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews