Il materiale, lo standard della casa intelligente per unirci tutti, è vivo

Foto di lampadine che utilizzano Materia

Le lampadine che supportano il materiale arrivano sugli scaffali dei negozi.
immagine: CSA

Lo standard per la casa intelligente che stavamo aspettando da quelli che sembrano secoli ai tempi dell’hardware è finalmente arrivato. La Communication Standards Alliance (CSA) è ufficiale il petto Materia 1.0 e ha lanciato il proprio programma di certificazione del prodotto.

Abbiamo aspettato per quasi un anno che Matter si facesse strada verso il pubblico. In origine, le specifiche Wi-Fi e Bluetooth LE erano programmate e dipendenti dal thread per lanciare la scorsa estate. Ma per assicurarsi che la tecnologia fosse completamente impanatoCSA ha deciso di prendere volta. Tobin Richardson, CEO di CSA l’anno scorso. “L’obiettivo finale rimane quello di fornire una specifica e un SDK che mantenga le nostre promesse”.

Eravamo ancora nel mezzo della pandemia e colpiti dalla carenza della catena di approvvigionamento, il che significava che non era un buon momento per sfondare i cancelli con una tecnologia completamente nuova. Ma ora Matter 1.0 è disponibile e ci sono almeno otto laboratori di test accreditati aperti per aiutare a certificare quegli strumenti connessi. Inoltre, tutti i membri CSA con dispositivi che hanno già in programma di eseguire l’aggiornamento a Matter Support potranno farlo una volta approvato. I primi dispositivi abilitati Matter sono vicini a te.

Ho alcune cose abilitate Gli strumenti sono nel mio laboratorio e spero che i test inizino presto. Non credo che la materia rivoluzionerà la casa intelligente, ma è perché potresti non notare che è lì per un po’. Il vero test per Matter sarà il modo in cui si integra con i nuovi dispositivi introdotti nella casa intelligente e se lo rende più intuitivo per le persone che non sono il tipo con cui armeggiare.

Fortunatamente, tutti i grandi nomi dietro lo standard Matter, inclusi Apple, Amazon, Google, Samsung e Signify, producono lampadine intelligenti Philips Hue. Finora sono circa 280 le aziende associate che hanno aderito. E ci sono già hardware sugli scaffali tra cui scegliere come l’ultimo Yale Assure Lock 2, che spero di testare nelle prossime settimane. Offre un’unità abilitata alla materia che puoi scambiare per trasformare facilmente la tua casa intelligente. Lo ha annunciato anche Google prima Includerà l’integrazione di Matter nel suo Nest Wifi Pro, sebbene Nest Hub Max, Nest Hub di seconda generazione e Nest Wifi di ultima generazione siano compatibili da tempo.

Amazon ha già chiarito che la maggior parte dei suoi dispositivi attuali verrà aggiornata per supportare Matter durante i primi giorni di lancio, incluso Aero router wifi. SAMSUNG A bordo ci sono anche dispositivi, tra cui smart TV e smartphone, che fungeranno da console centrali utilizzando l’app SmartThings.

“Questa versione è il primo passo di un viaggio che la nostra comunità e il nostro settore stanno intraprendendo per rendere l’Internet delle cose più semplice, più sicuro e prezioso, indipendentemente da chi sei o da dove vivi”, ha affermato Richardson in un comunicato stampa oggi. Mentre l’industria e i consumatori sono entusiasti di uno standard di connettività valido per tutti, c’è ancora un’aria di scetticismo su quanto sia più facile da usare rispetto ai metodi precedenti. Non vedo l’ora di testare come funziona Matter nella mia casa intelligente. Ma ci vorrà del tempo prima che ci rendiamo veramente conto dell’efficacia della sostanza.

READ  Le GPU AMD RDNA 3 sono molto più economiche di RTX 4090

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews