Il lancio di un razzo gigante della NASA è stato ritardato di almeno un mese dopo la perdita del motore: ScienceAlert

Il lancio del razzo Artemis “Mega Moon” della NASA è stato ritardato di più di un mese, probabilmente a metà ottobre, dopo che il secondo tentativo di lancio di sabato (3 settembre) è stato annullato a causa di una perdita al motore.

il gigante Artemide Un razzo – costituito dalla capsula Orion situata in cima allo Space Launch System (SLS) di 30 piani – verrà restituito al Vehicle Assembly Building e la prossima finestra di lancio non si aprirà almeno all’inizio di ottobre, Lo ha annunciato la NASA.

Sabato una folla di circa 400.000 persone ha assistito al lancio di un razzo Artemis 1 senza pilota dal Kennedy Space Center in Florida.

Ma come il Sole Salendo sopra la piattaforma di lancio 39B, dove il razzo veniva caricato con carburante a idrogeno liquido super raffreddato, è scattato un allarme per avvisare gli ingegneri che c’era un’apertura nella guarnizione di uno dei motori del razzo attraverso la quale il carburante stava perdendo.

La NASA ha affermato che gli ingegneri hanno tentato senza successo di tappare la perdita tre volte, ma presto si sono resi conto che non c’era una soluzione rapida a portata di mano.

Imparentato: I fulmini colpiscono la piattaforma di lancio del razzo Mega Moon della missione Artemis I durante i test

Dopo che il lancio è stato interrotto, l’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto che la prossima finestra di lancio per il razzo si sarebbe aperta all’inizio di ottobre, ma poiché altre missioni avranno la priorità su Artemis 1, un terzo tentativo di lancio cadrà probabilmente a metà mese.

READ  La spazzatura spaziale si schianta sul lato opposto della luna e provoca un enorme cratere | la luna

Il missile si stava preparando a imbarcarsi nel primo di due voli di prova che avrebbero aperto la strada all’equipaggio la luna Atterraggio all’inizio del 2025, segnando il primo volo di ritorno dell’umanità la luna Dal 1972 e indicando l’intenzione della NASA di stabilire una presenza a lungo termine lì.

Andiamo quando siamo pronti”, ha detto Nelson. “Non andremo fino ad allora, specialmente ora per un giro di prova, perché lo sottolineeremo e lo proveremo, testeremo lo scudo termico e ci assicureremo che sia giusto prima di mettere quattro persone sopra lui-lei”.

Entrambi i tentativi di lanciare Artemis 1 sono stati annullati a causa di problemi tecnici.

Primo tentativo annullato Perché gli ingegneri non sono riusciti a raffreddare uno dei quattro motori RS-25 dello stadio principale del razzo in un luogo sicuro temperatura Giusto in tempo per l’avvio.

La NASA ha annunciato di aver risolto il problema, che secondo l’agenzia era causato da un sensore difettoso che riportava erroneamente che la temperatura all’interno del motore era molto più alta e molto più lontana dalla prontezza del volo, di quanto non fosse in realtà.

Il motivo del Annulla il secondo tentativoLa perdita di idrogeno da uno dei motori dello stadio primario del razzo era molto più pericolosa e richiedeva un backup per ripararla.

La missione Artemis 1, che invierà la capsula Orion fino a 40.000 miglia dietro la luna e ritorno, fa parte del più ampio programma Artemis della NASA. Artemis 1 seguirà le missioni Artemis 2 e Artemis 3 rispettivamente nel 2024 e nel 2025/2026.

Artemis 2 effettuerà lo stesso volo di Artemis 1, ma con un equipaggio di quattro persone, e Artemis 3 invierà la prima donna e la prima persona di colore ad atterrare sulla Luna, al polo sud della Luna.

READ  Gli scienziati scoprono fossili "fantasma" - "completamente inaspettati"

Nelson ha affermato che il ritardo nel primo lancio non influirà sul resto del programma del programma.

Le difficoltà tecniche per il razzo lunare della NASA sono iniziate mesi prima del lancio programmato.

Durante una prova con i vestiti bagnati ad aprile, una valvola dell’elio difettosa e una perdita di idrogeno liquido hanno impedito al razzo di prepararsi al punto di infiammabilità, Live Science precedentemente segnalato.

Ciò ha portato la NASA, preoccupata per ulteriori ritardi, a lanciare il razzo senza testare completamente i motori a razzo assemblati. Ma i ritardi sono arrivati ​​comunque.

La battuta d’arresto aumenterà il controllo della NASA sul prezzo gonfiato per il programma Artemis.

Da quando è iniziato nel 2017, lo sviluppo di Artemis è già costato più di 40 miliardi di dollari e si prevede che raggiungerà i 93 miliardi di dollari entro la fine del 2025, secondo l’ufficio dell’ispettore generale della NASA Paul Martin, revisore interno dell’agenzia spaziale.

“Data la nostra stima di un costo per lancio di 4,1 miliardi di dollari per il sistema SLS/Orion per almeno quattro missioni Artemis, la NASA dovrebbe accelerare i suoi sforzi per identificare i modi per rendere i suoi programmi relativi ad Artemis più convenienti”, ha affermato Martin nel suo libro. Testimonianza del 1 marzo davanti alla Sottocommissione della Camera per lo Spazio e l’Aeronautica.

Altrimenti, fare affidamento su un sistema missilistico monouso così costoso, pesante e monouso, a nostro avviso, smorzerebbe, se non farebbe deragliare, la capacità della NASA di mantenere i suoi obiettivi di esplorazione umana a lungo raggio per la Luna e Marte. “

Il direttore della missione Artemis Mike Sarafin ha detto ai giornalisti che gli ingegneri della NASA sono profondamente interessati al lancio del razzo a causa del suo ruolo fondamentale nelle future operazioni spaziali.

READ  Una nuova scoperta rivela il motivo dei diversi colori di Urano e Nettuno

“Questo è un lavoro molto duro”, ha detto Sarafin. “Questo è un volo di prova iniziale per questa vettura. Detto questo, voleremo quando saremo pronti. Come parte di questo volo di prova iniziale, stiamo imparando a conoscere l’auto. Stiamo imparando come far funzionare l’auto. “

La NASA ha affermato che il programma Artemis vale il costo elevato perché stimolerà l’innovazione tecnologica e sarà un passo fondamentale nell’esplorazione dell’universo da parte dell’umanità.

“Questa volta non ci toccheremo solo [on the moon] e partiamo dopo poche ore o pochi giorni – torneremo per imparare, vivere, lavorare, esplorare e determinare se c’è acqua; presto [moon’s] Antartide significa che abbiamo carburante per missili, abbiamo una stazione di servizio lì” BBC Radio 4.

“Questa volta impareremo a vivere in quell’ambiente ostile per lunghi periodi di tempo, il tutto con uno scopo Marte. “

Supponendo che la NASA possa risolvere i problemi tecnici, potrebbero emergere nuovi problemi per l’agenzia spaziale sotto forma di problemi meteorologici nel bacino atlantico.

Dopo una pausa di due mesi, Atlantic quest’anno stagione degli uragani I lavori sono iniziati con due nuove tempeste: Daniel e Earl. Se ne arriverà di più, il tempo aggiungerà una nuova dimensione all’imprevedibilità del viaggio di ottobre.

Contenuto relativo:

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Scienza dal vivo. Leggi il L’articolo originale è qui.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews