Gli ucraini soffrono il freddo e l’oscurità mentre il presidente chiede alle Nazioni Unite di punire la Russia

  • Blackout diffusi mentre la Russia prende di mira la rete
  • Stati Uniti: la Russia sta cercando di congelare l’Ucraina alla sottomissione
  • Gli equipaggi stanno lavorando per ripristinare l’elettricità e l’acqua
  • Il presidente Zelensky afferma: “Siamo un popolo indistruttibile”

Kiev (Reuters) – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha esortato il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ad agire contro la Russia per gli attacchi aerei sulle infrastrutture civili che hanno riportato le città ucraine nell’oscurità e nel freddo con l’avvicinarsi dell’inverno.

Mercoledì la Russia ha lanciato una raffica di missili in tutta l’Ucraina, uccidendo 10 persone, spegnendo le centrali nucleari e tagliando le forniture di acqua ed elettricità in molti luoghi.

“Oggi è solo un giorno, ma abbiamo ricevuto 70 missili. Questa è la formula russa per il terrorismo. Tutto questo è contro la nostra infrastruttura energetica”, ha detto Zelensky tramite collegamento video alla camera di consiglio. “Ospedali, scuole, trasporti e quartieri residenziali hanno tutti sofferto”.

Ha aggiunto che l’Ucraina si aspettava una “risposta molto ferma” agli attacchi aerei dal mondo di mercoledì.

È improbabile che il consiglio intraprenda alcuna azione in risposta all’appello perché la Russia è un membro con potere di veto.

L’ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin “stava chiaramente usando l’inverno come arma per infliggere enormi sofferenze al popolo ucraino”.

Ha aggiunto che il presidente russo “cercherà di congelare e soggiogare il Paese”.

L’ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Vasily Nebenzia, ha risposto lamentandosi del fatto che le regole del consiglio erano state infrante per l’apparizione video di Zelensky e respingendo quelle che ha definito “minacce e avvertimenti sconsiderati” da parte dell’Ucraina e dei suoi sostenitori in Occidente.

READ  Come appare all'interno di Mosca durante la guerra in Ucraina: il taccuino del giornalista

Nebenzia ha affermato che il danno alle infrastrutture ucraine è stato causato da missili lanciati dai sistemi di difesa aerea ucraini che hanno colpito aree civili dopo essere stati lanciati contro missili russi e ha invitato l’Occidente a interrompere la fornitura di missili di difesa aerea a Kiev.

Lei è viva

Kiev è stato uno dei principali obiettivi degli attacchi missilistici di mercoledì. “Oggi abbiamo subito tre vittime in grattacieli. Sfortunatamente, dieci persone sono state uccise”, ha detto il ministro dell’Interno Denis Monastyrsky. Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente la notizia.

Le esplosioni hanno scosso la capitale ucraina quando i missili russi sono caduti e sono stati lanciati missili di difesa aerea ucraini nel tentativo di intercettarli.

“La nostra bambina stava dormendo. Ha due anni. Ha dormito e io sono coperto. Grazie a Dio è viva”, ha detto un uomo che ha detto di chiamarsi Fyodor, trascinando una valigia mentre si allontanava da un appartamento in fiamme. L’edificio colpito a Kiev.

Il governatore di Kiev ha affermato che l’intera regione di Kiev, dove vivono più di 3 milioni di persone, ha perso elettricità e acqua corrente. Gran parte dell’Ucraina ha avuto problemi simili e alcune regioni hanno implementato blackout di emergenza per aiutare a risparmiare energia e fare riparazioni.

Zelensky ha affermato che l’elettricità e altri servizi sono stati ripristinati in più aree. “Esperti energetici, lavoratori municipali e squadre di emergenza lavorano 24 ore su 24”, ha detto in un discorso video.

READ  L'incendio in un bar karaoke in Vietnam uccide almeno 32 persone | Vietnam

Il sindaco ha detto che c’erano meno 3,4 gradi Celsius (26 Fahrenheit) a Kiev all’inizio di giovedì e il 70% della città è rimasto in blackout.

Da ottobre, la Russia ha ammesso di aver preso di mira la rete elettrica civile ucraina lontano dalle linee del fronte, poiché la controffensiva ucraina ha ripreso il territorio delle forze russe a est ea sud.

Mosca afferma che l’obiettivo dei suoi attacchi missilistici è indebolire la capacità dell’Ucraina di combattere e spingerla a negoziare. Kiev afferma che gli attacchi alle infrastrutture equivalgono a crimini di guerra e sono deliberatamente intesi a danneggiare i civili e spezzare la volontà nazionale.

Ciò non accadrà, ha promesso Zelensky nel titolo di un video pubblicato sull’app di messaggistica Telegram: “Rinnoveremo tutto e supereremo tutto questo perché siamo un popolo indistruttibile”.

La lotta continua

Le battaglie di terra infuriano ancora a est, con la Russia che lancia un’offensiva lungo un tratto di prima linea a ovest della città di Donetsk, che è stata detenuta dai delegati di Mosca dal 2014.

Lo stato maggiore ucraino ha affermato che le forze russe hanno nuovamente tentato di avanzare verso i loro obiettivi principali nella regione di Donetsk: Pakhmut e Avdiivka. Lo stato maggiore russo ha affermato che le forze russe hanno bombardato le due regioni e utilizzato dispositivi incendiari per appiccare il fuoco alle posizioni ucraine con scarso successo.

Tra coloro che combattono i russi a Bakhmut c’è un’unità di combattenti ceceni, che sperano che una vittoria dell’Ucraina scateni una crisi politica in Russia e rovesci il potente leader filo-Mosca della Cecenia.

Non combattiamo solo per combattere. “Vogliamo libertà e indipendenza per i nostri paesi”, ha detto uno dei combattenti, usando il nome di battaglia Maga.

READ  La Cina registra il quarto record giornaliero consecutivo di nuovi casi di COVID

A sud, le forze russe hanno scavato sulla sponda orientale del fiume Dnipro e, secondo lo stato maggiore, hanno bombardato aree sulla sponda occidentale, inclusa la città di Kherson, che le forze ucraine hanno recentemente riconquistato.

Reuters non ha potuto verificare immediatamente i resoconti del campo di battaglia.

Mosca afferma che sta conducendo una “operazione militare speciale” per proteggere i russofoni in quello che Putin definisce uno stato artificiale ritagliato dalla Russia. L’Ucraina e l’Occidente descrivono l’invasione come un ingiustificato furto di terra.

Le risposte occidentali includevano miliardi di dollari in aiuti finanziari, materiale militare avanzato a Kiev e ondate di sanzioni punitive contro la Russia.

Segnalazioni aggiuntive di Dan Belichuk a Kiev, Simon Lewis e Hamira Pamuk a Washington, David Ljungren a Ottawa e Ronald Popiski a Winnipeg; Scritto da Cynthia Osterman; Montaggio di Rosalba O’Brien, Shri Navaratnam e William Mallard

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews