Gli Stati Uniti ei loro alleati criticano la Russia alle Nazioni Unite per il sequestro di una centrale nucleare in Ucraina

(Reuters) – Venerdì alle Nazioni Unite gli Stati Uniti ei loro alleati hanno criticato aspramente la Russia per il bombardamento notturno e il sequestro della più grande centrale nucleare d’Europa in Ucraina, e alcuni hanno chiesto a Mosca di non permettere che un simile attacco si ripeta.

Molti dei 15 inviati del Consiglio di sicurezza hanno espresso “grave preoccupazione” e shock, avvertendo di una possibile ripetizione del disastro di Chernobyl del 1986, un incidente nucleare in Ucraina quando faceva parte dell’allora Unione Sovietica che era considerata la peggiore della storia.

Hanno affermato che l’attacco era contro il diritto umanitario internazionale e hanno esortato Mosca ad astenersi da qualsiasi operazione militare contro gli impianti nucleari e a consentire al personale ucraino di entrare nell’impianto per svolgere il proprio lavoro.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Il mondo ha miracolosamente evitato una catastrofe nucleare la scorsa notte”, ha detto Linda Thomas Greenfield, ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, in una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza tenutasi dopo che le forze russe hanno sequestrato la centrale nucleare di Zaporizhzhya nel sud-est dell’Ucraina.

“L’attacco russo della scorsa notte ha messo in grave pericolo la più grande centrale nucleare d’Europa”, ha detto Thomas Greenfield. “È stato incredibilmente sconsiderato e pericoloso. Ha minacciato la sicurezza dei civili in Russia, Ucraina ed Europa”.

Quando i proiettili sono caduti nell’area nelle prime ore di venerdì mattina, è scoppiato un incendio in un edificio di addestramento, scatenando un’ondata di allarme in tutto il mondo prima che l’incendio fosse spento e i funzionari hanno affermato che la struttura era sicura. Per saperne di più

READ  Ha incolpato Johnson per le feste di blocco, ma non ha mollato

L’ambasciatore dell’Ucraina alle Nazioni Unite, Sergei Kisletsya, ha invitato tutte le forze russe a ritirarsi dalla stazione e dalla no-fly zone sul paese per proteggere la popolazione civile dagli attacchi aerei.

Una panoramica della riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dopo l’invasione russa dell’Ucraina, presso la sede delle Nazioni Unite a Manhattan, New York City, New York, Stati Uniti, il 28 febbraio 2022. REUTERS/Carlo Allegri

I funzionari sono rimasti preoccupati per le condizioni precarie, con il personale ucraino che operava sotto il controllo russo in condizioni del campo di battaglia fuori dalla portata degli amministratori.

“La Francia condanna fermamente questo attacco all’integrità della struttura nucleare, che dobbiamo garantire”, ha affermato Nicolas de Riviere, nel suo discorso. “Le conseguenze dell’aggressione russa contro l’Ucraina potrebbero essere devastanti per la salute umana e l’ambiente”, ha aggiunto.

L’ambasciatore del Regno Unito alle Nazioni Unite Barbara Woodward ha dichiarato: “Questo non deve accadere di nuovo. Anche nel mezzo dell’invasione illegale dell’Ucraina, la Russia deve prendere le distanze e proteggere i siti nucleari”.

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, ha descritto la situazione come “processi normali, ma in realtà non c’è nulla di normale in questo”.

Si ritiene che migliaia di persone siano state uccise o ferite e più di un milione di rifugiati siano fuggiti dall’Ucraina da quando la Russia ha iniziato la sua invasione il 24 febbraio. I paesi occidentali hanno risposto con sanzioni che hanno spinto la Russia all’isolamento economico.

L’inviato russo delle Nazioni Unite, Vassily Nebenzia, ha respinto il clamore occidentale sulla centrale nucleare e ha convocato la riunione del Consiglio di sicurezza di venerdì per un altro tentativo delle autorità ucraine di creare “isteria artificiale”.

“Al momento, le forze russe stanno sorvegliando la centrale nucleare di Zaporizhzhya e il territorio ad essa adiacente”, ha detto.

READ  Amal Clooney dice alle Nazioni Unite: l'Ucraina è un 'mattatoio'

I diplomatici hanno affermato che la prossima settimana Francia e Messico stanno lavorando separatamente a una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che affronterà le conseguenze umanitarie dell’invasione russa.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Copertura) Di Humira Pamuk e Doina Chiako a Washington Montaggio di Grant McCall

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews