Gli immigrati volati a Martha’s Vineyard affermano di essere stati fuorviati dal governatore della Florida

MARTHAS VINEYARD, Messa, 15 set. (Reuters) – Alcuni dei migranti che sono volati nell’isola benestante La vigna di MartaIl Massachusetts ha detto giovedì di essere stato fuorviato sulla loro destinazione e i leader democratici hanno chiesto un’indagine sulla mossa del governatore repubblicano della Florida di inviarli lì dal Texas.

Il governatore della Florida Ron DeSantis, che sarà rieletto a novembre ed è considerato un potenziale contendente alla presidenza nel 2024, ha preso in prestito due aerei originari di San Antonio, in Texas, e si sono fermati in Florida in rotta verso Martha’s Vineyard.

I residenti della Casa Bianca e della residenza per le vacanze lo chiamano “Una trovata politica“, DeSantis si è unito ai governatori repubblicani nell’invio di immigrati a nord dal Texas e dall’Arizona. I governatori hanno cercato di evidenziare le differenze bipartisan sulla politica di immigrazione e di spostare l’onere della cura degli immigrati nelle aree democratiche.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il Texas e l’Arizona hanno inviato per mesi autobus carichi di migranti nelle città di New York, Chicago e Washington gestite dai democratici.

La Florida si unisce ora alla campagna. I dettagli su come sono stati organizzati e pagati i voli non sono chiari e una spiegazione del motivo per cui la Florida sta spostando gli immigrati in Texas non è chiara. La legislatura della Florida ha stanziato 12 milioni di dollari per trasportare gli immigrati dallo stato ad altre destinazioni.

Entrambi i voli di mercoledì trasportavano circa 50 migranti, per lo più dal Venezuela, ha detto un funzionario dell’aeroporto di Martha’s Vineyard.

Ore dopo l’atterraggio degli aerei, due autobus inviati dal governatore del Texas Greg Abbott, che sta affrontando un’altra candidatura repubblicana per la rielezione, hanno lasciato gli immigrati giovedì in un quartiere di Washington non lontano dalla casa ufficiale del vicepresidente Kamala Harris.

READ  Kyler Murray non dovrebbe giocare per i Cardinals senza un nuovo contratto

Un immigrato venezuelano arrivato a Martha’s Vineyard si è identificato come Luis, 27 anni, e ha detto che a lui e a nove parenti era stato promesso un volo per il Massachusetts, alloggio, sostegno per 90 giorni, un permesso di lavoro e lezioni di inglese. Ha detto che sono rimasti sorpresi quando il loro aereo è atterrato su un’isola.

Ha detto che le promesse provenivano da una donna che si chiamava “Perla” che si è avvicinata alla sua famiglia per strada fuori da un rifugio di San Antonio dopo che i funzionari di frontiera statunitensi li hanno rilasciati dal Messico con una data di tribunale per l’immigrazione.

Ha detto che la donna che li ha ospitati in un hotel non ha fornito un cognome o alcuna relazione, ma ha chiesto loro di firmare una rinuncia alla responsabilità.

“Siamo spaventati”, ha detto, aggiungendo che lui e altri sentivano di essere stati mentiti. “Spero che ci aiutino”.

I residenti di Martha’s Vineyard si sono mobilitati per aiutare i migranti sconvolti e hanno offerto alloggio nella chiesa episcopale di St. Andrews.

Martha’s Vineyard è conosciuta come una località di villeggiatura estiva, abitata principalmente da ricchi americani liberali, incluso l’ex presidente Barack Obama, un democratico che possiede una casa per le vacanze multimilionaria.

La gente del posto si è fermata per donare soldi e giocattoli per i bambini, mentre gli avvocati si sono mobilitati per offrire assistenza legale gratuita.

READ  'Il mondo non ci ha dimenticati': il nigeriano Buhari ringrazia il capo delle Nazioni Unite per aver visitato l'Ucraina in mezzo alla guerra

“È un’acrobazia per fare punti politici e non importa chi si fa male”, ha detto Mike Savoy, 58 anni, un’infermiera presso la Martha’s Vineyard Regional High School.

DeSantis ha difeso i voli e ha detto in una conferenza stampa che il presidente democratico degli Stati Uniti Joe Biden “si è rifiutato di muovere un dito” per proteggere il confine.

“Abbiamo lavorato in modi innovativi per proteggere lo stato della Florida dall’impatto delle politiche di confine di Biden”, ha affermato DeSantis.

La portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, ha affermato che i governatori repubblicani stanno usando gli immigrati come “pedine politiche”.

Questioni legali

Diversi democratici, tra cui l’avversario di DeSantis in Florida, Charlie Crist e il governatore della California Gavin Newsom, hanno chiesto ai funzionari federali di indagare.

Il procuratore degli Stati Uniti del Massachusetts Rachel Rollins ha dichiarato in una conferenza stampa che il suo ufficio avrebbe “esaminato quel caso” e parlato con il Dipartimento di Giustizia.

L’anno scorso il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti ha sviluppato un piano per coordinarsi con i gruppi di aiuto per inviare migranti nei centri urbani per allentare la pressione sulle aree di confine, ha detto a Reuters un funzionario dell’amministrazione Biden in condizione di anonimato per discutere la pianificazione interna.

La Casa Bianca non è ricettiva all’idea, secondo un secondo funzionario statunitense che ha familiarità con la questione.

L’utilizzo di prove per trasferire gli immigrati dalla Florida al Texas al Massachusetts solleva preoccupazioni legali, comprese le informazioni fornite agli immigrati prima dell’imbarco e se fossero stati costretti, ha affermato Pradeepan Kulasekaram, esperto di diritto dell’immigrazione presso la Santa Clara University School of Law.

READ  Guida definitiva per acquistare una mensole da muro nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Gli agenti di frontiera statunitensi hanno arrestato 1,8 milioni di migranti al confine tra Stati Uniti e Messico dallo scorso ottobre. Molti sono stati rapidamente evacuati in Messico o in altri paesi in base a una norma di salute pubblica attuata nel 2020 per prevenire la diffusione del Covid-19.

Ma centinaia di migliaia di cubani, nicaraguensi, venezuelani e altri non possono essere espulsi perché il Messico si rifiuta di accettarli o possono presentare domanda di asilo. leggi di più

Molti immigrati rilasciati dalla custodia degli Stati Uniti negli stati di confine cercano di raggiungere i parenti o di trasferirsi altrove per trovare lavoro. Spesso devono fare il check-in con i funzionari dell’immigrazione degli Stati Uniti o partecipare alle udienze in tribunale per ottenere uno status legale.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reportage di Jonathan Allen in Martha’s Vineyard, Rich McKay ad Atlanta e Ted Hesson a Washington; Rapporti aggiuntivi di Rajesh Kumar Singh a Chicago, Andrea Shalal e Mike Scarcella a Washington, Nate Raymond a Boston e Christina Cook a San Francisco; Montaggio di Micah Rosenberg, Aurora Ellis, David Gregorio e Jerry Doyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews