Esclusiva CNN: i discorsi di Meadows rivelano nuovi dettagli sul ruolo poco noto del Congresso GOP nei suoi tentativi di contrastare le elezioni.

“Da un amico di Intel: DNI dovrebbe immediatamente incaricare la NSA di sequestrare e cercare commissioni internazionali relative al dominio”, ha scritto Perry a Meadows il 12 novembre, cinque giorni dopo l’annuncio delle elezioni per Joe Biden.

In un discorso precedentemente non annunciato, Perry sembra esortare Meadows a convincere John Radcliffe, allora direttore della National Intelligence Agency, a ordinare alla National Security Agency di indagare sulle accuse secondo cui le macchine per il voto del Dominio sono state violate dalla Cina.

Perry, cinque volte membro del Congresso e generale di brigata in pensione, ha prestato servizio militare per quasi 40 anni, comprese missioni di volo in Iraq. Nel suo background dettagliato, potrebbe conoscere bene il funzionamento interno dell’intelligence del governo.

Finora Perry ha rifiutato volontariamente di collaborare con il comitato di selezione della Camera e in una precedente dichiarazione ha definito il comitato illegale.

Perry ha rifiutato di rispondere a una serie di domande sui testi che ha scritto a Meadows dal Campidoglio della CNN martedì.

Non è chiaro se Meadows abbia risposto al discorso di Perry del 12 novembre. Una fonte che ha familiarità con la situazione ha detto alla CNN che Meadows non si era rivolto a Radcliffe riguardo a ciò che Perry stava chiedendo.

L’anno scorso, il Il Senato isolò Perry Per il suo carattere L’elezione di Trump incoraggia la frode Trame. I testi di Meadows forniscono nuovi dettagli sui suoi sforzi dietro le quinte. In particolare, questi testi mostrano che Perry, ora capo della House Freedom Caucus, è stato uno dei più espliciti nell’assumere alti funzionari del governo per indagare su accuse infondate di frode elettorale.

Il 12 novembre, Perry ha scritto a Meadows che i “britannici” stavano complottando per manipolare le macchine per il voto negli Stati Uniti e che l’allora direttore della CIA Gina Haspel stava aiutando a insabbiarlo.

“Gina sta ancora correndo in montagna per gli inglesi che hanno aiutato Quarterback in tutta questa operazione”, ha scritto Perry. “La CIA – e il DNI dovrebbero avere il compito di controllare i loro conti esteri nel loro National Trust for Democracy”.

Per più di un mese, Perry Ha inviato un collegamento YouTube chiamato Meadows Spiega un’altra teoria del complotto: i voti sono stati scambiati dai satelliti italiani.

“Perché non possiamo collaborare con il governo italiano?” Perry ha scritto. Secondo i record di testo, Meadows non sembrava aver risposto al messaggio e le e-mail rilasciate dalla magistratura del Senato l’anno scorso mostrano che ha inviato lo stesso collegamento video all’allora procuratore generale Jeffrey Rosen poche ore dopo.

READ  Clippers contro. Punteggio pellicani, takeaway: Brandon Ingram guida New Orleans al numero 8 nei playoff NBA

Rosen in seguito ha rifiutato di commentare ulteriormente, dicendo che “non avrebbe riservato a Giuliani oa nessuno dei suoi ‘testimoni’ alcun trattamento speciale”, in una discussione via e-mail tra il procuratore generale ad interim e gli alti funzionari del DOJ.

“Puro pazzo”, un altro ex funzionario del DOJ, Richard Donoku, ha risposto a Rosen in merito all’affermazione.

Presentato in nuovo tribunale

Un nuovo caso giudiziario rivela come Perry Ha svolto un ruolo chiave nella strategia Trump con alleati per lanciare voti elettorali negli stati in cui Trump ha fallito.
In testimonianza Rilasciato venerdìL’ex aiutante della Casa Bianca di Trump, Cassidy Hutchinson, ha raccontato agli investigatori della Camera il ruolo di Perry nelle sessioni strategiche della Casa Bianca.

“Il signor Perry è un ricordo immediato della sua presenza”, ha detto Hutchinson, descrivendo come il Partito Repubblicano della Pennsylvania si sia scontrato con il consigliere della Casa Bianca di Trump su un piano per presentare agli stati elettori supplenti. Era buono per legge.

Il 21 novembre, Meadows ha anche attraversato Perry per mettersi in contatto con i legislatori locali nel suo stato.

“Puoi mandarmi il numero del presidente e del presidente della legislatura dell’AP. POTUS vorrebbe chattare con loro”, scrisse Meadows a Perry.

Per più di un mese, Berry ha inviato un messaggio di testo a Meadows sottolineando l’urgenza dell’inaugurazione di Pitton il 6 gennaio.

“Faccio il check-in perché il codice e l’orario sono costantemente calcolati. Ci vogliono 11 giorni per 1/6 e 25 giorni per l’inaugurazione. Dobbiamo andare!” Scrisse a Meadows il 26 dicembre.

Cinque volte, secondo i messaggi di testo esaminati dalla CNN, Perry ha inviato un messaggio a Meadows per spostare la conversazione sull’applicazione di messaggistica crittografata “Signal” o per avvertire Meadows del messaggio che aveva inviato sulla piattaforma crittografata.

READ  Phil Mickelson: Il giocatore di golf si scusa per i commenti sul tour sostenuto dall'Arabia Saudita

Dal momento che Signal non raccoglie né archivia i dati degli utenti, tale azione potrebbe comportare trasferimenti al di fuori del territorio della Commissione ed è estremamente difficile fornire tali informazioni ad agenzie esterne, anche sotto Sapona, comprese le forze dell’ordine e gli investigatori del Congresso.

La squadra ha precedentemente pubblicato Un messaggio di testo a Meadows il 5 gennaio da un membro del Congresso non identificato che diceva: “Per favore, controlla il tuo segnale”.

La CNN ha ora confermato la notizia di Perry.

Elenco degli ufficiali giudiziari

Quei testi mostrano anche che Perry Meadows ha agito come una via di mezzo tra Jeffrey Clark, un avvocato. Emersa come figura centrale Nella scommessa elettorale di Trump, l’ex presidente lo ha quasi nominato Procuratore generale ad interim pochi giorni prima delle rivolte del Campidoglio degli Stati Uniti.
La notizia entra in contatto diretto con Perry, Clark e Trump alla guida della Casa Bianca Cerca di includere la magistratura Per aiutare a sconfiggere le elezioni.

Alla fine di dicembre, dopo che alti funzionari giudiziari si erano rifiutati di intervenire nel processo elettorale per conto di Trump, Perry ha ripetutamente spinto Meadows a riconfermare Clark a una posizione più alta nel dipartimento e dargli “il potere di eseguire ciò che deve essere fatto. ” I testi mostrano.

Come l'avvocato ambientalista di Trump ha cercato di armare la magistratura per aiutare il presidente
“Mark, devi chiamare Jeff. Ho parlato con lui e mi ha spiegato perché l’assistente principale non avrebbe lavorato con l’FBI in particolare. Vedranno che non hanno l’autorità per implementarlo. Fatto ,” Inviato Riunione calda dell’ufficio ovale Trump ha avuto l’idea di nominare Clark in sostituzione dell’allora procuratore generale.

“Capisco. Penso di aver capito. Fammi lavorare nella posizione di vice”, rispose Meadows.

READ  Avvisi in tempo reale Covit-19: conteggio casi, ordini e notizie

Circa una settimana dopo, Perry mandò di nuovo un messaggio a Meadows su Clark.

“Chiamami non appena riattacchi il telefono con Jeff”, ha scritto Perry a Meadows il 2 gennaio su Clark.

Nel gennaio 2021, Perry ha riconosciuto il legame tra Trump e Clark.

“Negli ultimi quattro anni, ho lavorato con l’assistente del procuratore generale Clark su varie questioni legislative. Quando il presidente Trump ha chiesto se potevo fare una presentazione, ero obbligato”, ha detto Perry. Rapporto Al punto vendita locale della Pennsylvania a gennaio 2021.

Il ruolo di Perry nella campagna di pressione contro i funzionari giudiziari nel dicembre 2020 è stato descritto in un rapporto della magistratura del Senato pubblicato lo scorso anno. Ma il rapporto ha riconosciuto che i suoi risultati erano incompleti, elencando Perry come uno dei tre alleati di Trump collegati al 6 gennaio, e necessitava di ulteriori indagini da parte del comitato ristretto della Camera. Il gruppo ha chiesto a Perry di parlare volontariamente, ma finora Perry ha rifiutato.

“Ho un grande rispetto per la nostra Costituzione, lo stato di diritto e gli americani che rappresento. Questa organizzazione è illegale e non è stata formalmente creata secondo le regole della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti”, ha detto Perry. Ha scritto In una dichiarazione su Twitter che respingeva la richiesta del gruppo a dicembre.

Il rappresentante della California Joe Lofgren, un membro democratico del comitato che indaga sulla ribellione, ha detto alla Galileus Web di non escludere che i legislatori diano sapphon, incluso Perry. Lofgren ha osservato che Perry era “legalmente obbligato” a parlare con il comitato perché aveva promesso di sostenere la Costituzione come membro del Congresso.

“Possiamo fare cose diverse per cercare di costringerlo, ma la cosa principale è che dovrebbe entrare e non cercare di nascondere la verità”, ha detto Lofgren. “Dobbiamo andare fino in fondo per proteggere la nostra costituzione e il nostro sistema di governo”.

La storia è stata aggiornata martedì con maggiori dettagli.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews