Emilia-Romagna 2022 report e highlights: Verstappen guida la Red Bull 1-2 mentre la Ferrari inciampa a Imola ricca di azione

Max Verstappen ha vinto il superbo Gran Premio dell’Emilia-Romagna sull’asciutto bagnato Sergio Perez poiché la Ferrari non è riuscita a trovare il successo in casa – Charles Leclerc è arrivato in ritardo per finire sesto dopo il ritiro di Carlos Sainz.

L’olandese Sprint ha superato sabato e ha tagliato la linea di porta domenica, seguito dal compagno di squadra Perez in attacco, mentre Leclerc è temporaneamente scivolato al quarto posto. La safety car è apparsa nel primo giro quando Daniel Ricardo ha portato Carlos Sainz sulla ghiaia ed è uscito dalla gara vincendo il secondo Gran Premio.

Con la pista che si stava asciugando, i piloti hanno iniziato a passare da centro a centro al 19° giro: Perez ha preceduto Verstappen, che ha portato Leclerc ai box un giro dopo. Il monegasco è apparso poco prima del messicano, ma Perez ha superato la P2 con gomme più calde e poi ha tenuto la Ferrari in stallo.

Un giocatore P3 in ritardo di Leclerc ha visto le Red Bulls seguire l’esempio e mantenere il comando, ma al 54° giro – sempre all’inseguimento di Perez – il leader del campionato ha fatto un testacoda e ha colpito il muro alla Variante Alta. È sceso al 9 ° posto dopo aver dovuto scavare per un nuovo naso e pelucchi, recuperando solo al sesto posto al traguardo.

Così Lando Norris è arrivato ultimo sul podio, salendo due volte quando Sainz si è ritirato e Leclerc è uscito di pista. George Russell della Mercedes ha avuto un’ottima partenza e ha scalato sette posizioni al quarto posto con la comparsa della bandiera a scacchi, battendo di meno di un secondo Valtteri Bottas dell’Alfa Romeo nonostante un duello nel finale con il pilota che lo ha sostituito a Silver Arrows.

READ  I Phillies di Bryson Stott iniziano come una prova di resilienza

Yuki Tsunoda è arrivato settimo per AlphaTauri, superando in ritardo l’Aston Martin (P8) Sebastian Vettel, mentre Leclerc ha concluso davanti ai due in un tentativo di salvataggio in ritardo.

Kevin Magnussen di Haas è arrivato al quinto posto grazie a un’altra buona partenza, ma è sceso al nono posto. Lance Stroll dell’Aston Martin ha completato la top ten, un doppio punto totale per la squadra entrata a Imola a zero.

La solida prestazione di Alex Albon lo ha portato all’undicesimo posto, davanti a Pierre Gasly di AlphaTauri, che non ha potuto scavalcare la sua strada nemmeno con il DRS (che è stato rivitalizzato quando la pista è stata giudicata abbastanza asciutta al 34° giro). Lewis Hamilton è stato il successivo, un pilota Mercedes dopo che Verstappen lo ha strappato via senza tante cerimonie al 40° giro, finendo 13° – Esteban Ocon è arrivato 11° ma è scivolato di nuovo al 14° grazie a una penalità di cinque secondi per un lancio non sicuro.

Gran Premio dell’Emilia Romagna 2022: Carlos Sainz parte in testacoda a Imola

Zhou Guanyu è partito dalla pit lane dopo l’incidente dello Sprint, portando il pilota dell’Alfa Romeo P15 davanti al pilota della Williams Nicholas Latifi.

Al 17° posto si è piazzato Mick Schumacher di Haas dopo aver compiuto due giri domenica pomeriggio – mentre Daniel Ricciardo era al 18° posto dopo essersi scontrato al 1° giro con Sainz, nuovamente pronto ad affrontare le difficoltà di metà gara con una strategia infruttuosa.

Oltre a Sainz, il connazionale Fernando Alonso è stato l’altro DNF dopo aver perso un po’ della sua serie di vittorie laterali, Schumacher ha perso il controllo e ha colpito le ali alpine al primo giro.

READ  Katie Taylor batte Amanda Serrano in una partita serrata per rimanere campione

Clicca qui per iscriverti a F1 TV Per una migliore copertura della gara, esclusive, archivi video e altro ancora

É successo

La pioggia può aver spazzato via il tempo meraviglioso sperimentato da migliaia di tifosi imolesi al mattino, ma ha fatto ben poco per smorzare i loro animi – tifoso Dipingi le tribune di rosso e un po’ di blu e bianco in mezzo per la gara AlphaTauri. Le nuvole si sono fermate durante i cicli di rete, che sono stati eseguiti su composti intermedi, ma c’era ancora il rischio di precipitazioni nell’aria.

Dopo aver conquistato la prima pole position allo Sprint, Max Verstappen si è assicurato che si sarebbe schierato contro Charles Leclerc, mentre Sergio Perez e Carlos Sainz hanno fatto delle mosse serie sabato allo Sprint per prendere la prima fila nel Gran Premio dell’Emilia Romagna.

C’era anche un senso di pericolo per la Ferrari, che durante la notte ha cambiato parti di tutti i suoi motori – compresi quelli dei team clienti Haas e Alfa Romeo – e il 14° posto della Mercedes Lewis Hamilton che ha notato intoppi nel suo propulsore durante i giri della rete, con assicurazioni che il problema sarà risolto.

Le luci si sono spente sotto il cielo grigio e l’intero gruppo con gomme intermedie – Zhou Guanyu che parte dalla pit lane – ha inseguito Verstappen, che è andato via mentre Perez è passato al secondo posto. Il cuore dei credenti della Ferrari si è spezzato: Daniel Ricciardo si è scontrato con Sainz al Tamburello, e ha eliminato la Ferrari – e ha messo fuori combattimento la safety car.

READ  Eintracht Francoforte - West Ham: semifinali di European League, ritorno - in diretta! | Lega Europea


Sainz si è ritirato per la seconda gara consecutiva

Ha perso anche Leclerc, quarto dietro a Lando Norris, che lo ha spinto alla curva 2; Il vincitore in quel pasticcio è stato Kevin Magnussen, che è passato dall’8° al 5° posto, davanti a George Russell (dal 11° al 6° posto). Anche Lance Stroll si è goduto il round di apertura, passando dalla P15 alla P11 mentre il suo compagno di squadra Sebastian Vettel era nono dalla P13.

La gara è ripresa al quinto giro di 64, e la Red Bull ne ha tenuto uno – due per ora, mentre Norris ha tenuto forte al terzo posto davanti a Leclerc – fino al giro 8, quando la Ferrari ha spazzato il rettilineo principale. L’olandese era a quel punto con tre secondi di vantaggio sul compagno di squadra Perez, lasciando Leclerc con altri tre secondi di vantaggio.

La linea asciutta era prominente al 10° giro ei piloti erano alla ricerca di alcuni punti bagnati per rinfrescare le loro gomme interne in fiamme, piloti che si sono attaccati a quella che è stata descritta come una doccia in arrivo.

Russell, che aveva un vantaggio di cinque posizioni grazie a un’ottima partenza, ha consegnato i fuochi d’artificio a questo punto in uno straordinario duello con Magnussen per il quinto posto. Inseguendo Haas dal giro 11 al 13, il danese ha mantenuto i gomiti in più punti e ha quasi perso contro Russell nella seconda curva al giro 12, ma per mantenere la sua posizione. La Silver Arrow ha finalmente superato la Variant Alta con una mossa sbalorditiva al 13° giro.

Quella lotta ha aiutato Bottas ad avvicinarsi ed eliminare la P6 del pilota Haas in un giro successivo a Rivazza.


1393368081

Bottas è stato sempre veloce con l’Alfa Romeo: fino a che punto può arrivare?

Davanti, Leclerc era alle prese con Perez in una gara del decennio, 1,3 secondi dietro il messicano che era a sei secondi dietro il suo compagno di squadra al giro 15 – Verstappen ancora allungando le gambe.

Non aveva ancora piovuto quindi le gomme soffrivano ed è stato Ricciardo a rischiare di scavare per i media al 18° giro, forse sperando di salvare qualcosa dopo la collisione del 1° giro con Sainz. Questo ha aperto la finestra.

Quindi è apparso un equipaggio ai box Ferrari ma Leclerc non è venuto per un nuovo kit. Invece, è stata la Red Bull a rispondere per prima e ha mandato Perez in mezzo. Al 20° giro Verstappen ha portato Leclerc all’ingresso – l’olandese si è fermato 1,4 secondi più veloce del suo rivale – e poi l’intero gruppo è stato ingiallito.

Leclerc era fuori appena davanti a Perez, ma le gomme del messicano erano più calde ed è andato a sbattere nella serie iniziale al secondo giro. La strategia della Red Bull sembra aver funzionato e sono tornati in pista uno a due… anche se con Leclerc in agguato.

Leclerc ha dato un’occhiata al giro 22 ma non è riuscito a superarlo e ha dato un po’ di riposo alle sue gomme prima di riagganciare di nuovo al giro 29 quando Perez è uscito di pista. Senza ancora il DRS, lo scorrimento per il P2 sarà molto più difficile. Verstappen ha continuato, ora in vantaggio di 9,5 secondi.

Al giro 34, le condizioni sono state considerate sufficientemente asciutte per abilitare il DRS.

Gran Premio dell’Emilia-Romagna 2022: Fernando Alonso si ritira dopo aver strappato a Sidebod

Impassibile, Verstappen ha allungato ulteriormente le gambe, girando simbolicamente l’allora 14° posto di Hamilton al giro 41 con il campione in carica ora con 12 secondi di vantaggio sul suo compagno di squadra.

Il giro 50 ha visto Leclerc inserire le gomme morbide, spingendo Perez e poi Verstappen a scavare per gli stessi veicoli nei giri successivi. Perez ora è stato messo nelle grinfie della Ferrari e ancora una volta costretto a montare una solida difesa se vuole governare la Red Bull uno per due.

Questo è stato il caso fino a quando Leclerc ha rotolato il muro alla Variante Alta al 53° giro, facendolo scendere al nono posto mentre tagliava verso una nuova ala anteriore. Con un altro set di gomme morbide, è risalito al sesto posto con i sorpassi in ritardo a Vettel e Tsunoda.

Verstappen ha ottenuto una vittoria di 16,5 secondi sul compagno di squadra Perez, il pilota del giorno che sta tornando al campionato con una vittoria decisiva. I problemi della Ferrari hanno vacillato in casa, permettendo a Norris di finire ultimo sul podio per la McLaren.

In P4 c’era Russell, 0,6 secondi di vantaggio sull’ex pilota Mercedes Bottas, il pilota dell’Alfa Romeo dopo aver inseguito la Freccia d’argento in ritardo senza successo. Il settimo posto Yuki Tsunoda ha superato Magnussen con il DRS al 48° giro ed è stato nuovamente fuori Vettel al 54° giro, punti utili per l’AlphaTauri a poche miglia dalla fabbrica di Faenza anche se il pilota giapponese fatica a trovare la trazione a metà gara.


139336337

Russell ha battuto Bottas di sei decimi

Vettel è arrivato ottavo e il compagno di squadra Stroll decimo, entrambi Aston Martin di ritorno a punti sono entrati a Imola senza punti. Nel mezzo c’era Magnussen, il danese è caduto al nono posto anche se stava arrivando al quinto posto dopo un’altra grande partenza.

Alex Albon ha avuto una superba P11 per la Williams, il suo quarterback è abbastanza bravo da tenere dietro Pierre Gasly di AlphaTauri 0,6 secondi, un altro Lewis Hamilton di sette decimi in P13 poiché il pilota Mercedes non è riuscito a superare la sua strada, nonostante il dolore. Chiudere dopo aver aperto il DRS al giro 35.

Esteban Ocon è arrivato 11° su 16°, ma si è classificato 14°, grazie a una penalità di cinque secondi per un rilascio non sicuro nella sua sosta, che ha visto le ruote Alpine con una Mercedes Hamilton in pit lane.


1393368316

Vettel ha riportato in pista l’Aston Martin con Stroll che ha chiuso con due punti

Chu Guanyu lo ha visto partire dai box e finire 15° con l’Alfa Romeo, davanti a Nicholas Latifi della Williams al 16°.

Mick Schumacher ha inizialmente flirtato, dopo che Sainz era sulla spiaggia di Tamburillo. Il pilota Haas ha subito un’altra curva al 25° giro in un duello con Latifi, finendo 17°.

Dopo essere rimasto impigliato al primo giro con Sainz, Ricciardo è stato il primo pilota a cercare punti. L’australiano è rientrato di nuovo a metà strada per un set di gomme dure ma è arrivato solo 18°, con Alonso e Sainz che si sono ritirati domenica.

Non è stata la giornata migliore per la Ferrari, ma i fan erano in piena regola mentre guardavano il duo esultante Red Bull spruzzare champagne sul podio con Norris altrettanto raggiante.


1393371282

Celebrazione del triplo podio

chiave di quotazione

“È sempre difficile ottenere qualcosa del genere”, ha detto Max Verstappen, vincitore del Gran Premio dell’Emilia-Romagna. “Ieri e il giorno prima ci siamo stati ed è stato un weekend solido. Oggi, con il tempo non si sa mai quanto sei competitivo… Ma come squadra abbiamo fatto tutti bene e penso che uno e due sia molto ben meritato.

“L’inizio è stato molto importante, ma poi [also], a giudicare dalle condizioni e quando passare alle gomme slick e slick per non commettere errori. In testa devi sempre dettare il ritmo, all’inizio è sempre un po’ più difficile ma tutto è stato gestito bene”.

Qual è il prossimo?

Il Gran Premio di Miami inizia dal 6 all’8 maggio, questa nuova era della Formula 1 si sta spostando su un circuito completamente nuovo: Max Verstappen ha conquistato una preziosa vittoria nel cortile di casa della Ferrari e Verstappen è ora passato al secondo posto nella classifica piloti dietro a Leclerc .

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews