Elias Theodoro, guerriero veterano e sostenitore della cannabis medica, muore a 34 anni dopo una battaglia contro un cancro al fegato

Elias Theodoro è morto domenica per complicazioni dovute a un cancro al fegato. Aveva 34 anni (Photo by Josh Hedges/Zuffa LLC via Getty Images)

Elias Theodore, l’uomo estroverso e carismatico che ha raggiunto il sogno di una vita quando è arrivato all’UFC, è morto domenica di 34 anni di cancro al fegato di stadio 4. Il corrispondente di TSN Canada Aaron Bronster ha notato sui social media che Theodore ha condiviso solo la sua diagnosi. amici stretti.

Cintura nera di Jiu-Jitsu brasiliano, Theodoro ha raggiunto l’UFC il 16 aprile 2014, quando ha fermato Sheldon Westcott per KO al “The Ultimate Fighter Nations Finale”.

Theodoro ha iniziato la sua carriera nelle arti marziali miste con 11 vittorie consecutive prima di rinunciare alla sua decisione contro Thiago Santos il 10 dicembre 2015 a Las Vegas. È andato 8-3 nell’UFC ed è stato rilasciato dopo che una decisione è stata abbandonata per il concorrente dei pesi medi Derek Bronson.

Ha combattuto altre tre volte sul circuito regionale, vincendole tutte con due TKO. Il suo ultimo incontro è stato una vittoria decisiva su Brian Baker il 18 dicembre 2021 a Greeley, in Colorado, portando il suo record a 19-3. Tragicamente, meno di 10 mesi dopo, morì.

Theodoro era noto per i suoi capelli lunghi e il suo bell’aspetto. Non si è mai preso troppo sul serio ed è stato il “ring boy” nell’Invicta Fighting Championship tutto al femminile.

Il concorrente dei pesi welter UFC e analista televisivo Michael Keysa era amico di Theodoro e In un video che ha pubblicato su Twitter, ha detto che Theodoro “era il tipo di ragazzo che ti darebbe la maglietta sulla schiena”. A quel punto nel suo video, Chiesa ha sollevato una giacca della tuta grigia ripiegata che diceva appartenesse a Chiesa.

READ  L'allenatore dei Sacramento Kings Mike Brown, pronto ad abbracciare la vittoria dopo una prolungata siccità nei playoff

Chiesa ha detto di essere stato prontamente invitato a partecipare a una conferenza stampa ma di non avere il collare.

“Gli stavo dicendo questo e indossava [this sports jacket]Con una maglia – racconta Chiesa – si è tolto la giacca e me l’ha data. Non ho avuto la possibilità di restituirglielo. Questo è il tipo di ragazzo che era. Anche se sono triste come molte persone, ha toccato molte vite e devo ricordare che sono molto felice di aver stretto un’amicizia con lui”.

Theodoro, nato il 31 maggio 1988 a Mississauga, Ontario, Canada, era un uomo con interessi diversi. È apparso nella terza stagione di “The Amazing Race Canada” con la sua allora fidanzata, Max Altamuro.

Secondo “The Amazing Race Wiki”, il motto di Theodoro nello show era “Non sembrare stupido in TV e non morire”.

Ha conseguito un Bachelor of Arts presso l’Humber College di Toronto in Creative Advertising. Era un schietto sostenitore dell’uso della cannabis medicinale e il 19 febbraio 2020 è diventato il primo atleta professionista a ricevere un’esenzione per uso terapeutico (TUE) per il suo uso quando è stata concessa dalla British Columbia Sports Commission. Secondo il suo sito web personale, ha anche ottenuto una TUE nel maggio 2021 per lo stesso scopo.

Ha anche lavorato come uomo d’affari, attore e produttore.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews