E con segni di arretramento, la Russia fa piovere missili in tutta l’Ucraina

  • Le fiamme si riversano dal condominio di Kiev
  • L’elettricità è stata tagliata a metà della capitale
  • Il video mostra bunker russi abbandonati dall’altra parte del fiume rispetto a Kherson
  • L’amministrazione russa si è ritirata da Nova Khakovka
  • Zelensky afferma che l’Ucraina non fermerà il vertice del G20

KYIV/KHERSON, UCRAINA, nov. 15 (Reuters) – La Russia ha fatto piovere missili sulle città dell’Ucraina martedì mentre le forze in ritirata da Kherson hanno fatto crescere i segnali di un’ulteriore ritirata dal Dnipro. Un fiume nel sud.

Le sirene dei raid aerei hanno suonato a tutto volume ed esplosioni sono risuonate in quasi una dozzina di grandi città dopo che uno dei più grandi sbarramenti di missili di sempre, colpendo Mosca lontano dal fronte dopo le perdite sul campo di battaglia nelle ultime settimane.

Nella capitale Gaya, le fiamme si sono riversate da un condominio di cinque piani, hanno detto i funzionari, uno dei due edifici residenziali ha colpito lì. I giornalisti di Reuters giunti sul posto hanno trovato i residenti rannicchiati sotto le macerie fumanti. Il sindaco ha detto che una persona è stata confermata morta e metà della capitale era senza elettricità.

Altri attacchi o esplosioni sono stati segnalati in città che vanno da Leopoli e Zhytomyr a ovest a Kryvyi Rih a sud e Kharkiv a est. Funzionari regionali hanno affermato che alcuni degli attacchi hanno causato interruzioni di corrente.

Gli attacchi diffusi sono avvenuti quattro giorni dopo che le truppe russe hanno abbandonato la città meridionale di Kherson, l’unica capitale regionale che Mosca ha conquistato dalla sua invasione, e sei settimane dopo che il presidente Vladimir Putin l’ha dichiarata parte eterna della Russia.

READ  Scimmia: sono stati segnalati più di 100 casi confermati o sospetti in 12 paesi, inclusi gli Stati Uniti.

La scorsa settimana la Russia ha dichiarato che le sue forze avrebbero occupato posizioni facili da difendere sulla sponda opposta del fiume Dnipro. Ma le riprese video girate nella città di Oleshki, attraverso il ponte crollato da Kherson, mostrano anche le forze russe che abbandonano i loro bunker lì.

Più a est, gli amministratori insediati dalla Russia hanno affermato che avrebbero evacuato i dipendenti pubblici dalla seconda città più grande della regione, Novaya Khakovka, situata su un fiume vicino a una grande diga strategica.

La portavoce militare ucraina Natalya Humenyuk ha detto che Mosca ha spostato la sua artiglieria a 15-20 km (10-15 miglia) dal fiume, apparentemente proteggendo i cannoni dai contrattacchi ucraini.

“L’attività specifica delle truppe nemiche sulla riva sinistra del Dnipro si trova a 15-20 km dalla riva”, ha affermato. La Russia aveva un’artiglieria in grado di colpire Kherson da quelle nuove posizioni, ma “dobbiamo anche rispondere”, ha detto.

Nessun anticipo

Il giorno dopo aver visitato Kherson per celebrare la vittoria lì, il presidente Volodymyr Zelenskiy ha detto ai leader mondiali che non ci sarebbe stata tregua nella campagna militare ucraina per espellere le truppe russe dal suo paese.

Rivolgendosi al vertice del G20 delle principali economie indonesiane tramite collegamento video, ha affermato: “Non permetteremo alla Russia di aspettare, rafforzare le sue forze e quindi avviare un nuovo ciclo di terrorismo e destabilizzazione globale.

“Ora credo che sia giunto il momento di fermare la guerra distruttiva della Russia”.

READ  La polizia afferma che il corpo di Naomi Irene, scomparsa in Nevada due settimane fa, è stato trovato.

Gli attacchi aerei di martedì seguono uno schema che la Russia ha seguito da metà ottobre di lanciare missili a lungo raggio e attacchi di droni sulle città ucraine dopo le battute d’arresto sul campo di battaglia. Mosca dice che sta attaccando le infrastrutture energetiche. Kiev afferma che tali scioperi mettono solo a dura prova la determinazione dei suoi cittadini.

“La Russia risponde al potente discorso di Zelenskiy al G20 con un nuovo attacco missilistico. Qualcuno pensa seriamente che il Cremlino voglia davvero la pace? Vuole l’obbedienza. Ma alla fine i terroristi perdono sempre”, ha twittato Andriy Yermak, capo di stato maggiore di Zelenskiy. .

strada vuota

Prima di ritirarsi da Kherson la scorsa settimana, la Russia ha dichiarato che avrebbe spostato le sue forze attraverso il Dnipro per proteggere meglio il territorio, compresi gli approcci alla strategica penisola di Crimea che detiene dal 2014.

Ma il video girato a Oleshki, a due ore di macchina attraverso il fiume da Kherson alla Crimea, non mostra alcun segno di presenza russa.

Un guidatore ha accelerato per miglia lungo una strada principale deserta senza incontrare un solo posto di blocco o bandiera russa. Molti bunker lungo la strada sembrano essere stati abbandonati. Reuters ha confermato la posizione del video in base ai punti di riferimento visibili.

A Nova Khakovka, l’amministrazione insediata dalla Russia ha dichiarato martedì che i dipendenti pubblici sono partiti per sfuggire ai bombardamenti e “si sono trasferiti in aree più sicure della regione”.

Non ci sono notizie confermate di truppe ucraine che attraversano il fiume per inseguire i russi. Ma alcuni analisti hanno affermato che l’Ucraina potrebbe cercare di sfruttare il proprio vantaggio sul campo di battaglia piuttosto che una cosiddetta “pausa operativa” a seguito degli sviluppi degli ultimi giorni.

READ  La Corte Suprema sta bloccando la capacità dell'EPA di combattere il cambiamento climatico

“L’Ucraina ha l’iniziativa e lo slancio e sta dettando ai russi dove e quando avverrà il prossimo combattimento”, ha detto l’ex alto ufficiale dell’intelligence militare britannica Philip Ingram.

La guerra è stata un punto focale del vertice del G20 nell’isola indonesiana di Bali, dove i leader occidentali hanno condannato Mosca. La Russia è un membro e l’Ucraina no, ma il presidente russo Vladimir Putin rimane a casa.

Parlando al vertice, Zelenskiy ha delineato una proposta di pace in cui la Russia ritirerà tutte le sue forze, libererà tutti i prigionieri e riaffermerà l’integrità territoriale dell’Ucraina.

Ha proposto di estendere indefinitamente il programma per proteggere le esportazioni di grano ucraine per nutrire i paesi più poveri, estendendolo al porto di Mykolaiv, recentemente inaccessibile ai cannoni russi dopo l’avanzata di Kherson.

L’Occidente ha annunciato un vertice di condanna della guerra, sfidando l’opposizione e il consenso russi. I diplomatici hanno fatto circolare una bozza di 16 pagine: “La maggioranza dei membri ha condannato fermamente la guerra in Ucraina, sottolineando che sta causando enormi sofferenze umane e aggravando le debolezze esistenti nell’economia globale”.

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov, che guida la delegazione russa in assenza di Putin, ha accusato l’Occidente di cercare di politicizzare l’annuncio.

Reporting di Jonathan Landay, Tom Balmforth e uffici Reuters; Scritto da Peter Graff; Montaggio: William McLean e Alex Richardson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews