‘Drive My Car’: Ryosuke Hamaguchi si prepara per gli Oscar

Quando lo sceneggiatore e regista Ryosuke Hamaguchi ha visto per la prima volta la Saab 900 Turbo rossa nel cuore del suo pluripremiato “Drive My Car”, sapeva che era il film. Più di trent’anni e in buone condizioni, l’auto era perfetta. Assolutamente da avere: trascorrerà molto tempo al chiuso. “Sembra la scelta migliore che abbia mai fatto”, ha ricordato Hamaguchi in una video intervista alla CNN.

Sebbene l’auto non abbia ricevuto alcun premio per la recitazione, il film del 2021 Hamaguchi ha ricevuto quattro nomination all’Oscar, incluso il suo primo film giapponese come miglior film.

Hamaguchi e il co-sceneggiatore Takamasa Oe hanno adattato “Drive My Car” dal racconto omonimo del famoso autore giapponese Haruki Murakami. La loro versione estesa segue l’attore e regista teatrale Yosuke Kafuku, interpretato da Hidetoshi Nishijima, mentre combatte la morte inaspettata di sua moglie, Otto (Rika Kirishima).

Kafuku accetta un’offerta per dirigere una produzione teatrale multilingue di “Zio Vanya” di Cechov a Hiroshima, dove incontra Misaki Watari (Toko Miura), una donna che ha assunto come autista nella sua cara Saab. Mentre Kafuku affronta verità inquietanti sul suo passato, il film approfondisce l’amore, la perdita e il perdono ed esplora i modi in cui le persone comunicano con gli altri e con se stesse.

“Drive My Car” ha già vinto un BAFTA Award e alla fine dell’anno è stato in cima alle liste di molti critici. In vista degli Oscar del 27 marzo, la CNN ha incontrato Bahamaguchi per saperne di più sul suo film e sulle idee che sta esplorando nel suo lavoro.

La seguente intervista è stata modificata per lunghezza e chiarezza.

CNN: Innanzitutto, congratulazioni per le nomination agli Oscar. Come ti senti ad ottenere il primo posto in Giappone nella categoria Miglior film?

Hamaguchi: Ovviamente mi sento felice. Non me lo sarei mai aspettato. Penso che il fatto che i film non inglesi possano essere filtrati in questo modo mi assicuri davvero che le cose stanno cambiando e che noi siamo parte di quel cambiamento.

Volevo chiedere della bellissima Red Saab 900. Perché il colore rosso? e cosa è successo?

Nel racconto originale (di Haruki Murakami) era una Saab decappottabile gialla. Sapevo fin dall’inizio che non sarebbe stato possibile utilizzare una decappottabile, perché rumori come il vento lo avrebbero reso difficile. Ma in realtà siamo andati a vedere delle Saab gialle. Il coordinatore, che era incaricato di organizzare le auto del cinema, è arrivato con la Saab rossa e ricordo di aver pensato: “Wow, che bella macchina”. Una volta scoperto che si trattava di una Saab 900, ho pensato che non sarebbe stata troppo lontana dall’originale. Volevo che l’auto apparisse nel film nello stesso modo in cui l’ho vista. Per quanto riguarda quello che è successo all’auto, il coordinatore la sta ancora guidando.

Hidetoshi Nishijima e Toko Miura, nei panni di Yusuke Kafuku e Misaki Watari, si trovano accanto alla Saab 900 Turbo rossa in “Drive My Car” di Hamaguchi. “Ho sempre pensato che fosse facile avere una conversazione molto intima in macchina”, ha detto il regista alla CNN. credito: Per gentile concessione di Sideshow e Janus Films

READ  Chris Pratt afferma che la voce di Mario è "come qualsiasi cosa io abbia mai sentito"

Capisco che il tuo processo di prova sia simile a quello che vediamo affrontare Kafuku e la sua troupe mentre si preparano per lo spettacolo. Puoi spiegare perché allestisci le tue ripetizioni in questo modo?

Quando gli attori dicono o fanno ciò che normalmente non farebbero quando interpretano i personaggi, il corpo si sente strano e non si muove agevolmente come fa normalmente. “Hon-yomi” (leggere il testo) è un esercizio per dire parole che una persona normalmente non direbbe. Ha chiesto agli attori di ripetere le loro battute più e più volte, letteralmente, senza emozione. Quello che alla fine succede è che la tua bocca e tutto il tuo corpo si abituano a dire le parole e imparare cose, come dove prendere fiato. Quando ciò accade, posso anche iniziare a sentire un cambiamento nelle voci degli attori, mentre i loro corpi si rilassano nelle parole. Non appena sento che le loro voci sono chiare, penso che siamo pronti per girare.

Gli attori che sono apparsi nella commedia usano le loro lingue native, tra cui giapponese, coreano, mandarino e altre. C’era un messaggio che stavi cercando di trasmettere attraverso questo?

La verità è che non contiene alcun messaggio. Naturalmente le parole hanno un significato, ma la parte più importante della nostra comunicazione è il linguaggio del corpo e la trama della voce. Ci sono molte informazioni e se c’è un inganno il pubblico lo saprà. Dobbiamo incoraggiare le reazioni reciproche tra gli attori. Ho pensato che sarebbe stato più facile che accadessero cose del genere se avessimo interrotto il circuito di scambio basato sul significato della lingua dell’altro: non sarai in grado di esibirti se non presti attenzione.

READ  I concorrenti di Love Is Blind sono costretti a filmare ubriachezza, fame e privazione del sonno, secondo una causa

Park Yurim interpreta Lee Yoon-a, Un attore in una produzione di Kafuku comunica nella lingua dei segni coreana. Puoi spiegare come hai usato questo personaggio e la performance di Park per esplorare la disconnessione tra ciò che il personaggio dice e come si sente?

Mi sono interessato alla lingua dei segni quando sono stato invitato a un festival cinematografico per non udenti in cui comunicano nella lingua dei segni. Mi sono sentito davvero un estraneo. Mi sono anche reso conto che il linguaggio dei segni è molto più linguaggio del corpo di quanto pensassi. Per firmare l’uno con l’altro, devono guardare l’altro da vicino, perché non possono capire se non guardano. Ricordo che stavo davvero guardando mentre ero lì, e avevo la sensazione che se qualcuno mi avesse guardato così in profondità, significava che se stavo per mentire, avrebbero potuto vedere la mia bugia.

Penso che l’uso della lingua dei segni e l’espressione di sé siano molto correlati. Quindi, quando ho deciso di adottare questo gioco multilingue, non volevo usare la lingua dei segni come lingua per la disabilità. Volevo davvero usare la lingua dei segni come un’altra lingua. Stavo cercando qualcuno per interpretare questo ruolo e mi sono imbattuto in Park Yorim e ho sentito che era una grande attrice.

"guidando la mia macchina" Dispone di uno staff multilingue.  Park Yorim interpreta Lee Yoon-a, un attore nella produzione teatrale di Kafuku "zio Vanja" che comunica usando la lingua dei segni coreana.

Il film “Drive My Car” presenta un cast multilingue. Park Yorim interpreta Lee Yoon-a, un attore nella produzione teatrale di Kafuku di “Uncle Vanya” che comunica usando la lingua dei segni coreana. credito: Per gentile concessione di Sideshow e Janus Films

Gran parte della difficile situazione dei personaggi in “Drive My Car” e “Uncle Vanya” è la loro incapacità di comunicare. Parte di ciò deriva dalla loro paura di non essere realmente ascoltati. Pensi che possiamo essere ascoltatori migliori?

Sai, ci credo davvero. Sto davvero pensando a quanto sarebbe migliore il mondo se tutti diventassero buoni ascoltatori. Mi hanno convinto le interviste che ho rilasciato nei miei documentari (“Trilogia di Tohoku” All’indomani del terremoto e dello tsunami del 2011) questo vale per la vita di chiunque. Avere la tua vita significa che hai qualcosa dentro di te che vuoi esprimere, e gran parte di essa non viene quasi mai ascoltata. Rimango sempre stupito dal tipo di potenza espressiva che esplode quando sono dal lato dell’ascolto. Ma poi, penso di dover ascoltare anche me stesso. Non si tratta solo di ascoltare gli altri, ma anche di parti di noi stessi che non possiamo cambiare. Penso che non sia una buona idea ignorare completamente il disagio che nasce dentro di noi. Sento di dover ottenere quanta più franchezza possibile da me stesso e dagli altri. Sono sicuro che se potessimo farlo, il mondo sarebbe in una forma leggermente migliore.

“Drive My Car” e l’altro film del 2021 “Wheel of Fortune and Fantasy” condividono un tema comune di bugie e inganni – e i pro e i contro di mantenere l’immaginazione, sia che si tratti di impressionare gli altri o noi stessi. Uno dei membri del cast di Kafuku, Kōshi Takatsuki (Masaki Okada), ha ammesso di sentirsi “vuoto” dentro, il che sembra tagliente dato che è un attore. Vorresti che dovessimo esibirci di meno per sopravvivere?

READ  La condanna di Jussie Smollett inizia con la sua prima notte nella prigione della contea di Cook; "Non sono un suicida", ha gridato l'attore in risposta al verdetto

Non penso necessariamente che non dovremmo esibirci o mentire. Penso che sia in qualche modo inevitabile che questo sia il modo in cui viviamo. Voglio dire, tutti abbiamo dei desideri, giusto? Mentire può essere uno dei modi a breve termine per realizzare questi desideri. Allo stesso tempo, penso che sappiamo tutti che le bugie sono molto fragili. Questo perché la verità ha un certo fascino e gli esseri umani sono attratti da questo. Il film lo descrive. Penso che questo senso di verità nella nostra prospettiva possa essere quasi visto come un fallimento o una perdita, ma allo stesso tempo penso che ci sia qualcosa di molto bello quando quella verità viene davvero giù. Sono molto interessato a quel momento.

“Drive My Car” è stato nominato per il miglior film, la migliore sceneggiatura adattata, il miglior regista e il miglior film internazionale alla 94a edizione degli Academy Awards il 27 marzo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews