Dopo due settimane di cancellazione dei voli, le compagnie aeree valutano cosa è andato storto

Poi è arrivata la variante Omicron di Covid-19. Con la sua sede a New York, che guida il Paese per nuovi casi, JetBlue è stato rapidamente sopraffatto. Le chiamate giornaliere per malattia sono più che quadruplicate, ha affermato l’amministratore delegato Robin Hayes. il dic. 21, JetBlue non ha cancellato voli. Quattro giorni dopo, il giorno di Natale, ha cancellato il 12% del suo programma.

“A causa dell’aumento esponenziale, arrivi a un punto in cui esaurisci tutte le tue riserve disponibili”, ha detto il sig. ha detto Hayes.

Le compagnie aeree stanno lottando per uno degli eventi di cancellazione di massa più gravi e persistenti dell’ultimo decennio, secondo i dati compilati da FlightAware, dopo che le infezioni da Covid-19 negli Stati Uniti sono aumentate troppo rapidamente perché i vettori potessero gestirle senza interrompere i viaggi di vacanza, seminando il caos già. forza lavoro delle compagnie aeree allungata. Ora i vettori stanno valutando come gestire al meglio quello che potrebbe continuare ad essere un periodo difficile, almeno per le prossime settimane.

Le compagnie aeree hanno cancellato più di 3.000 voli negli Stati Uniti e ne hanno ritardato più di 5.000 lunedì. La nuova ondata di cancellazioni e ritardi arriva quando l’ondata di infezioni da Covid-19 negli Stati Uniti ha lasciato il settore aereo al limite. Foto: Chandan Khanna/AFP/Getty Images

Le compagnie aeree hanno cancellato più di 1.000 voli giornalieri per gli Stati Uniti per 13 giorni consecutivi, di cui oltre 2.400 venerdì, quando un’altra tempesta invernale ha portato la neve a Boston e New York. Voli cancellati dalla vigilia di Natale fino a gennaio. 6 ha superato i 24.000, circa il 7% del numero di compagnie aeree che aveva pianificato di volare, secondo FlightAware, un servizio di tracciamento dei voli.

Per le compagnie aeree, lo sconvolgimento della pandemia sta entrando in una nuova fase. A differenza dell’inizio del 2020, quando i passeggeri terrorizzati hanno cancellato i viaggi a frotte, le nuove varianti intaccano ma non decimano l’appetito per i viaggi. Ma le compagnie aeree stanno ancora ricostruendo le loro operazioni. Le sfide gemelle del numero crescente di dipendenti che si ammalano dopo essere stati infettati o esposti a Covid-19 e una serie di forti tempeste invernali che hanno colpito i principali hub da Seattle a Chicago a Washington, DC, hanno creato il condizioni perfette per il caos del viaggio.

È diventato chiaro che un problema si stava preparando all’inizio della settimana di Natale, ha affermato Sara Nelson, presidente dell’Associazione degli assistenti di volo-CWA.

“Il Ringraziamento è andato avanti senza intoppi. Avevamo due cose da fare per noi: non avevamo Omicron e non avevamo tempeste invernali “, ha detto. “Nessuno ha visto arrivare Omicron.”

I problemi sono aumentati a spirale come più lavoratori sono stati infettati. “Mi è stato comunicato che intere troupe risultavano positive e sono fuori dal paese, in un luogo dove non hanno altre troupe. Non c’è modo di riavere indietro quell’aereo, “Ms. ha detto Nelson.

Una fila per il check-in all’aeroporto internazionale di Seattle-Tacoma il 5 dicembre. 27.


Foto:

LINDSEY WASSON / REUTERS

Delta Airlines Inc.

DAL 4,01%

è stato il primo a segnalare il potenziale di disturbo. L’amministratore delegato Ed Bastian, insieme al direttore sanitario della compagnia aerea e a un consulente medico, ha chiesto al direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie il 5 dicembre. 21 di prendere in considerazione la possibilità di dimezzare il periodo di isolamento raccomandato per le persone completamente vaccinate che contraggono infezioni da Covid-19 rivoluzionarie. Hanno citato potenziali carenze di forza lavoro e nuove informazioni sulla variante Omicron. JetBlue ha seguito con la sua lettera il giorno dopo.

Le compagnie aeree erano state sotto pressione sia dai viaggiatori che dai legislatori per garantire una stagione delle vacanze senza intoppi dopo i crolli della scorsa estate e autunno. Vettori inclusi

Compagnie aeree del Sud-ovest co.

amore 3,58%

e

Gruppo American Airlines Inc.

AAL 4,49%

a volte ha faticato a mantenere il buffer necessario per riprendersi rapidamente da tempeste o altre interruzioni, causando migliaia di voli cancellati.

Delta e

Partecipazioni di United Airlines Inc.

UAL 3,99%

sono state tra le compagnie aeree che hanno affrontato i problemi più difficili nelle ultime settimane. Ma quasi nessuna compagnia aerea è uscita completamente illesa.

“È stato uno degli ambienti operativi più difficili che abbiamo mai dovuto affrontare e, di conseguenza, ci ha costretto a cancellare centinaia di voli”, ha scritto il capo dell’esperienza clienti di Delta, Allison A marito, ai suoi frequent flyer il 5 gennaio. 5. Delta ha detto giovedì che un altro ciclo di tempeste diretto verso il nord-est probabilmente comporterebbe centinaia di cancellazioni in più.

Le compagnie aeree non sono sole in di fronte a carenze mentre la variante Omicron fa a pezzi la forza lavoro. Servizi di trasporto pubblico a New York e in altre città sono state interrotte. Rivenditori, bar e ristoranti hanno dovuto chiudere temporaneamente o ridurre gli orari. Chiusura delle scuole sono al loro punto più alto dell’anno accademico quando gli insegnanti danno la malattia.

Le compagnie aeree operano secondo rigide regole di sicurezza che possono lasciare loro poca risorsa se non quella di cancellare i voli quando sono a corto di personale nei posti giusti. I piloti non sono sempre addestrati a pilotare più tipi di velivoli, ad esempio. I regolamenti stabiliscono quanto riposo devono ottenere gli equipaggi tra i turni. E i dipendenti come gli spedizionieri di volo e i meccanici possono svolgere solo un certo numero di lavoro extra in sicurezza.

William Humphrey, 35 anni, aveva sperato di tornare il giorno di Capodanno da una visita di famiglia a Omaha, Nab. Citando il tempo, lo United ha cancellato il suo volo e lo ha riprenotato per gennaio. 2. Ha invece chiesto un rimborso ed è passato a una rotta più rapida con Delta, ma anche quel volo è stato cancellato, così come altri due voli Delta lunedì.

Dott. Humphrey, un medico residente che lavora a Burlington, Vt., era preoccupato di trovare una copertura nel suo ufficio già a corto di personale. Martedì, quando un ritardo nel suo volo da Omaha a Detroit gli ha fatto perdere il volo in coincidenza per Burlington, ha invece prenotato un volo per Albany, NY, ha noleggiato un’auto e ha guidato per il resto del tragitto, a tre ore viaggio.

“Sembra che stia diventando sempre più caotico”, ha detto.

In attesa lunedì al Newark Liberty International Airport di Newark, NJ.


Foto:

Christopher Occhicone / Bloomberg News

Le compagnie aeree si stanno preparando affinché le difficoltà durino almeno qualche settimana in più.

Gruppo aereo dell’Alaska Inc.

ALK 3,64%

ha dichiarato giovedì che ridurrà le partenze di Alaska Airlines del 10% fino alla fine di gennaio, citando un tasso senza precedenti di chiamate per malattia dei dipendenti dovute a Omicron e la necessità di trovare un modo per affrontare il Covid-19 come una “realtà continua nella nostra attività e il nostro mondo. “

“Questo ci darà la flessibilità e la capacità necessarie per ripristinare”, ha affermato la compagnia aerea in una nota.

Southwest ha detto che fino a gennaio. 25 offrirà incentivi retributivi, compreso fino al doppio della retribuzione per il lavoro su turni extra, a dipendenti come assistenti di volo, rappresentanti del servizio clienti e meccanici. Southwest ha cancellato oltre 2.500 voli questa settimana, inclusi più di 500 venerdì: il 17% dei voli pianificati quel giorno, secondo FlightAware, poiché le chiamate per malattie legate a Omicron hanno reso più difficile riprendersi da condizioni meteorologiche avverse come una forte tempesta di neve che ha colpito Washington, DC, all’inizio di questa settimana.

Un portavoce della compagnia aerea ha affermato che Southwest si sta concentrando sulla stabilizzazione delle sue operazioni sulla scia delle tempeste invernali, mantenendo allo stesso tempo personale sufficiente mentre i casi di Covid-19 aumentano.

I vettori in genere mantengono livelli di personale più elevati come cuscinetto contro il maltempo e altri eventi imprevisti durante le intense festività natalizie – quando la domanda è alta e le chiamate del personale tendono ad essere elevate anche nelle migliori circostanze – ha affermato Geoff Murray, partner della società di consulenza Oliver .Wyman. Le compagnie aeree stanno ancora chiedendo a gran voce di assumere più personale, ha affermato, con i vettori regionali che soffrono una carenza di piloti e i principali vettori che devono lottare con i blocchi di addestramento.

CONDIVIDI I TUOI PENSIERI

Qual è stata la tua recente esperienza di viaggio in aereo? Partecipa alla conversazione qui sotto.

“Non c’era molto margine di manovra nel sistema”, ha detto il sig. ha detto Murray. “Le uniche alternative a disposizione delle compagnie aeree erano ridurre ulteriormente gli orari in vista delle vacanze. Con i livelli di prenotazione che stavano cercando, sarebbe stato molto difficile da fare. ”

Allo United, il numero di piloti malati, compresi quelli con Covid-19, quelli in attesa dei risultati dei test e quelli con altre malattie, è salito a circa 900 questa settimana dai circa 500 poco prima di Natale. E il numero di piloti con infezioni attive da Covid-19 è più che raddoppiato a quasi 500 in quel periodo, secondo un portavoce del sindacato che rappresenta i piloti dello United.

La compagnia aerea si è affrettata ad aumentare la paga per i piloti disposti a intraprendere viaggi extra, con i negoziatori che lavorano dopo la mezzanotte del 5 dicembre. 31 per creare un accordo di incentivazione che offra fino a una retribuzione tripla per determinati viaggi. United non ha accorciato il periodo di quarantena di 10 giorni per piloti e assistenti di volo che si ammalano di Covid.

Sebbene le compagnie aeree stiano ancora cancellando i voli, probabilmente otterranno un certo sollievo dal tipico rallentamento dei viaggi dopo le vacanze invernali. Le compagnie aeree tendono a operare meno voli a gennaio rispetto alla fine di dicembre. Gli aeroporti hanno controllato 1,5 milioni di passeggeri giovedì, ritirandosi dai massimi giornalieri di oltre 2 milioni al culmine della corsa alle vacanze, secondo la Transportation Security Administration.

“Penso che inizieremo a vedere più persone tornare al lavoro che chiamare”, ha affermato Mr. Hayes. “E penso che ci permetterà di recuperare molto rapidamente da metà gennaio in poi”.

Un affollato aeroporto internazionale di Miami il 5 gennaio. 3.


Foto:

chandan khanna / Agence France-Presse / Getty Images

Scrivere a Alison Sider a alison.sider@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  Annunci diretti: la Russia occupa l'Ucraina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews